Religione

Sodoma. Un momento di verità sotto la coltre di ideologia omosex

Oggi, 21 febbraio 2019, si apre il summit in Vaticano che affronterà il problema della pedofilia nella Chiesa. Il Papa e 114 presidenti di Conferenze episcopali di tutto il mondo, 14 capi di Chiese orientali, 22 responsabili di ordini religiosi e 14 curiali si immergeranno in conferenze, ognuna delle quali si concluderà con momenti di preghiera e testimonianze di vittime di abusi sessuali. Nello stesso giorno esce in libreria e, verosimilmente, piomberà rapace sui tavoli dell’élite ecclesiastica riunita a Roma, un poderoso saggio-inchiesta su Chiesa e omosessualità del sociologo francese Frédéric Martel. Edito contemporaneamente in una ventina di paesi e tradotto in otto lingue. In Italia esce per Feltrinelli.

Il titolo è in apparenza provocatorio. Sodoma. Ovvero vita e costumi dell’élite ecclesiastica vaticana raccontata dall’interno del collegio cardinalizio, dai nunzi apostolici, da preti, seminaristi e monsignori. Ne esce fuori uno spaccato di Chiesa cattolica, a dir poco, inimmaginabile. Come minimo, sembrerebbe la conferma sul campo di ciò che al tempo di papa Ratzinger documentò un saggio di Dariusz Oko, “Con il Papa co...

Categoria: 
Fonte: 

«Salviamo la cattedrale di Santa Caterina. Non trasformatela in un museo»

«Salviamo la cattedrale di santa Caterina». È la petizione lanciata dai cattolici olandesi di Utrecht, che non accettano l’annunciata sconsacrazione e vendita della chiesa per mancanza di fondi e fedeli.

La decisione drammatica è stata presa dall’arcidiocesi di Utrecht, che considera la cattedrale troppo costosa da mantenere e vorrebbe venderla al vicino Museum Catharijne Convent, ex convento trasformato in una galleria d’arte. Santa Caterina non è però una chiesa qualunque, ma la cattedra del cardinale arcivescovo Wim Eijk e simbolo del cattolicesimo in città.

«SAREBBE LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA»

Come sottolineato dallo storico della Chiesa Peter Nissen «sarebbe la prima volta che un vescovo perde la sua cattedra a causa della mancanza di fondi». Nella storia della Chiesa olandese l’evento si sarebbe verificato solo due volte: nel XVII secolo, quando il vescovo di Roermond fu costretto a spostarsi perché la sua congregazione era cresciuta troppo di numero e nel 1968, quando il vescovo di Breda fu obbligat...

Categoria: 
Fonte: