Politica

Bandiere francesi: perché i primi nemici li abbiamo in casa

Redatto da Oltre la Linea.

I casi delle bandiere francesi sventolate dal Municipio di Cuneo e dall’Università di Torino tuonano, ed è inevitabile che sia così. Manifestano esplicidamente l’anti-italianismo, ideologia culturale dominante in un Paese sottoposto ad almeno 50 anni di lavaggio del cervello puro e semplice. I primi nemici li abbiamo in casa, ma lo sapevamo già.

È lo stesso spirito animato dall’ant...

Categoria: 

Chef, TV e il pericolo del cibo come fine

Redatto da Oltre la Linea.

L’enorme varietà eno-gastronomica italiana, unita alla proverbiale creatività dei nostri chef, fa del Bel paese un paradiso per gli amanti della buona cucina. Naturale quindi che grazie a questo ambiente favorevole, nascano scuole, corsi, ricette fantasiose e che tutto ciò poi, venga naturalmente sublimato in rappresentazioni televisive per il grande pubblico. Fin qui tutto bene quindi, o quasi.

Come affermava Paracelso infatti, “E’ la dose che fa il veleno”. In buona sostanza non è il programma televisivo dedicato alla cucina il problema in sè, il nocciolo della questione è invece, la quasi monopolizzazione del palinsesto televisivo e la diffusione a macchia d’o...

Categoria: 
Tags: 

Irlanda del Nord, scenari presenti e futuri: intervista a Giuseppe Cappelluti

Redatto da Oltre la Linea.

Giuseppe Cappelluti, nato a Monopoli (BA) nel 1989, ha vissuto in Estonia, Russia, Turchia e Irlanda del Nord, dove attualmente risiede. Laureato magistrale in Lingue Moderne per la Comunicazione e la Cooperazione Internazionale, ha recentemente conseguito un Master in Relazioni Internazionali d’Impresa: Italia – Russia presso l’Università di Bologna. Pubblicista dal 2013, nel corso della sua attività si è occupato di tematiche storiche, sociali ed economiche relative soprattutto all’area eurasiatica, ma ha sempre mostrato un forte interesse per le realtà sociali, storiche e politiche dei luoghi in cui ha vissuto. Collabora con Eurasia<...>

Categoria: 

Dietrofront della Francia: ora non vogliono più migranti

Redatto da Oltre la Linea.

Come riporta l’ANSA, il dietrofront della Francia sulla spartizione dei migranti della SeaWatch pare ormai assodato. Ora non vogliono più migranti proprio i francesi, gli stessi che ritirano gli ambasciatori, indignati per gli “attacchi senza precedenti” di Palazzo Chigi, e specificano anche che “appoggeranno l’Italia per chiedere ri...

Categoria: 

Le fissazioni ideologiche e strutturali che ci rendono l’Europa indigesta

Articolo tratto dal numero di Tempi di gennaio.

 È uno degli appuntamenti chiave del 2019. Il 26 maggio si vota per il rinnovo del Parlamento europeo. La posta in gioco è correlata non già alle funzioni, assai limitate, che quest’ultimo svolge, quanto all’estensione dei consensi che raccoglieranno i partiti demonizzati come “populisti”, e alle ricadute del voto sulla composizione della Commissione europea. Sarà interessante seguire la campagna elettorale: si riproporrà il noioso ritornello “europeisti contro populisti”, o qualcuno troverà coraggio e lucidità per dire che l’alternativa non è “Europa sì/Europa no”, ma ruota attorno al quesito “quale Europa”? Per dire cioè che solo un profilo continentale fa cogliere la sfida della globalizzazione, di fronte a giganti come...

Categoria: 
Fonte: 

Elezioni Abruzzo. Perché votare centrodestra

Da sinistra, i candidati per le elezioni nella Regione Abruzzo: Sara Marcozzi (M5s), Marco Marsilio (centrodestra), Stefano Flajani (Casapound) e Giovanni Legnini (centrosinistra)

Articolo tratto dal sito di Esserci

Il 10 febbraio, finalmente, dopo un lungo tira e molla dovuto alle tardive dimissioni del presidente uscente Luciano D’Alfonso (centrosinistra), si terranno le elezioni regionali in Abruzzo.

Quali sono i temi prioritari a livello regionale e generale? E in base a quali elementi è possibile scegliere un candidato e uno schieramento piuttosto che un altro?

Come ci ha ricordato di recente Papa Francesco, per i cattolici l’impegno politico costituisce una responsabilità fondamentale per vivere la fede in modo pieno ed autentico e in questo momento storico vi è “urgenza di una nuova stagione del loro impegno sociale e politico, sottraendo la presenza cattolica nella società alla tentazione dell’indiffe...

Categoria: 
Fonte: 

“Il primo re”: un capolavoro italiano

Redatto da Oltre la Linea.

Il 31 gennaio è uscito nelle sale cinematografiche “Il primo re”. Girato dal giovane regista Matteo Rovere (“Veloce come il vento”) e con Alessandro Borghi e Alessio Lapice che interpretano i protagonisti. La storia è quella dei fratelli Romolo e Remo e della fondazione di Roma, nel lontano 753 a.C. Una storia fin troppo conosciuta, qualcuno potrebbe pensare. Ma questo film, per molti motivi, è un capolavoro della cinematografia nostrana che non va assolutamente perduto.

UN GENERE ANOMALO

“Il primo re” è una pellicola assolutamente inusuale per le prod...

Categoria: 

L’Eliseo richiama l’ambasciatore da Roma? Adieu!

Redatto da Oltre la Linea.

Adieu, cari “cugini”, adieu Francia! Oltralpe l’orticaria ha raggiunto livelli alti: l’Eliseo richiama l’ambasciatore da Roma. “Troppi attacchi ingiustificati”, dicono.

Chissà quali mai potranno essere, questi “attacchi ingiustificati”. Ma a naso si possono indovinare, uno dopo l’altro.

Probabilmente lo stop inaspettato dell’Italia agli sbarchi, pratica che negli anni era divenuta ormai abitudinaria e ben rece...

Categoria: 

Tulsi Gabbard: “Assad non è un nemico, perché preferite al Qaeda?”

Redatto da Oltre la Linea.

La candidata democratica delle Hawaii Tulsi Gabbard ha dichiarato che il presidente siriano Bashar al-Assad non è il nemico degli Stati Uniti, sostenendo la sua opposizione al coinvolgimento degli Stati Uniti nella guerra per procura in Siria.

«Assad non è il nemico perché la Siria non rappresenta una minaccia diretta per gli Stati Uniti», ha detto Gabbard mercoledì mattina in un’intervista rilasciata alla https://edition.cnn.com/2019/02/06/politics/tu...

Categoria: 

Pages