Politica

“Parla di schiavitù, è razzista”: censurato il fantasy dell’esordiente

Redatto da Oltre la Linea.

I social possono decidere se un libro può essere pubblicato o meno, pur senza averlo letto? L’esordio letterario della giovane Amélie Zhao, una saga fantasy per adolescenti intitolata “Blood Heir”, era atteso per giugno di quest’anno, dopo che la casa editrice statunitense Delacorte Press le aveva ...

Categoria: 

Lo scandalo che ispirò il sionismo

Redatto da Oltre la Linea.

ll 22 dicembre 1894 Alfred Dreyfus, capo dello Stato Maggiore Francese di origini ebraiche veniva condannato dal tribunale militare con l’accusa di alto tradimento (poi rivelatasi falsa) e conseguente deportazione all’ Isola del Diavolo (Guyana Francese).

Lo scandalo ebbe una forte risonanza nella Francia di fine Ottocento, lacerata dalla sconfitta inferta dalla Prussia a cui fece seguito la proclamazione dell’Impero tedesco a Versailles, e dalla sollevazione della Comune di Parigi culminata nella guerra civile. Il caso in seguito venne riaperto da forze politiche socialiste fino ad assolvere definitivamente l’imputato nel 1906.

Nel corso di questi 12 anni l’opinione pubblica francese si divise in dreyfusards ed antidreyfusards. I primi, intellettuali e politici considerarono l’affair...

Categoria: 

Trump revoca le sanzioni a Rusal e altre società russe

Redatto da Oltre la Linea.

Lo scorso 27 Gennaio, il governo degli Stati Uniti ha confermato la rimozione delle sanzioni al gigante dell’alluminio Rusal, società russa fondata dal magnate Roman Abramovic e controllate dal noto oligarca Oleg Deripaska.

 

Oggetto della rimozione delle sanzioni, oltre a Rusal, sono anche altre due società ad essa collegate: En+ ed EuroSibEnergo. La condizione espressa dal governo americano è stata la rinuncia del controllo delle stesse da parte di Deripaska, ovvero una sostanziale riduzione del suo pacchetto azionario.

Questo significa che le

Categoria: 

Con “Serotonina” Houellebecq torna a raccontare il nostro tempo

Redatto da Oltre la Linea.

Michel Houellebecq è tornato a far parlare di sé. Scoperto solamente in seguito al suo penultimo lavoro, quel “Sottomissione” campione di vendite, recensioni e dibattiti dal 2015 ad oggi, l’autore francese ha al suo attivo molti più scritti ben riusciti di quanto i non addetti ai lavori conoscano – citiamo tra i tanti “Le particelle elementari”.

href="https://oltrelalinea.news/2019/02/01/con-serotonina-houellebecq-torna-a-..." title="Con “Serotonina” Houellebecq torna a raccontare il nostro tempo" rel="nofollow">

Redatto da Oltre la Linea.

Michel Houellebecq è tornato a far parlare di sé. Scoperto solamente in seguito al suo penultimo lavoro, quel “Sottomissione” campione di vendite, recensioni e dibattiti dal 2015 ad oggi, l’autore francese ha al suo attivo molti più scritti ben riusciti di quanto i non addetti ai lavori conoscano – citiamo tra i tanti “Le particelle elementari”.

https://oltrelalinea.news/wp-content/uploads/2019/02/michel-houellebecq-..." alt="Con "Serotonina" Houellebecq torna a raccontare il nostro tempo"width="182" height="264" srcset="https://oltrelalinea.news/wp-content/uploads/2019/02/michel-houellebecq-......

Categoria: 

SeaWatch irregolare: fermo amministrativo per lo yacht immigrazionista

Redatto da Oltre la Linea.

Resta ferma al porto di Catania la nave SeaWatch che negli scorsi giorni ha traghettato 47 migranti dalle coste libiche.

Come spiega l’Onorevole Danilo Toninelli  (M5s) su Facebook:

La nostra Guardia Costiera ha effettuato il fermo amministrativo della SeaWatch per violazioni delle norme in materia di sicurezza della navigazione e di tutela dell’ambiente marino.
Stiamo parlando di una imbarcazione registrata come “pleasure yacht”, che non è in regola per compiere azioni di recupero dei migranti in mare. E mi pare ovvio, visto che è sostanzialmente uno yacht.
In Italia questo non è permesso. 
Se tu, milionario, compri uno yacht, vai ...

Categoria: 

Il castello medievale: dal mito alla storia

Redatto da Oltre la Linea.

Se il Medioevo è uno de periodi più mistificati, bistrattati e male interpretati della storia dell’uomo, il suo simbolo per eccellenza è il castello. Per poter appagare l’immaginario comune un vero castello deve possedere -necessariamente- delle caratteristiche ben definite: esso deve avere delle torri imponenti, possibilmente squadrate e con tetti conici, deve avere un ponte levatoio, delle mura granitiche fornite di merli, (“guelfi” o “ghibellini” poco importa, pochi ricordano quale tipologia appartenga alla tale fazione), ed infine un tirannico signore circondato di vassalli valvassori valvassini. I cliché sul castello però non si fermano qua, esso deve avere intricati passaggi segreti e dei sotterranei bui e tenebrosi, al suo interno devono vivere cavalieri senza macchia che si sfidano a...

Categoria: 

Luttwak umilia le Ong: “Non hanno voglia di lavorare”

Redatto da Oltre la Linea.

Ospite de La Zanzara, su Radio 24, Edward Luttwak, il politologo già consulente strategico del Governo degli Stati Uniti, ha detto la sua sul tema immigrazione e sposato la linea del Ministro dell’Interno Matteo Salvini. A proposito della Sea Watch, Luttwak ha osservato che «batte bandiera olandese, doveva sbarcare in Olanda perché è semplicemente un pezzo di Olanda che naviga in Mare. E poi i Paesi Bassi non sono lontani, non è come andare in Alaska o in Giappone».

Non è questione di essere carini, simpatici, compassionevoli, cristiani, dolci, ma di applicare la legge, ha osservato...

Categoria: 

Il Parlamento Europeo riconosce Guaidó, l’Italia no!

Redatto da Oltre la Linea.

Tra l’astensione e le polemiche del M5s e Lega, il Parlamento Europeo ha ufficialmente riconosciuto Juan Guaidò presidente legittimo ad interim del Venezuela.

Non si è fatto attendere il commento, tramite twitter, del diretto interessato, contento di iniziare a cooperare con il Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani:

Categoria: 

L’ossessione del “fascismo eterno”: chi soffia sulle ceneri del ventennio?

Redatto da Oltre la Linea.

Una mattina d’aprile del 1995, alla Columbia University di New York (al cospetto di una platea di giovani studenti appassionati), il filosofo nazionale Umberto Eco pronunciò un discorso destinato a diventare il manifesto del neo-antifascismo e della sinistra progressista.

Il cuore dell’orazione fu il battesimo del celebre neologismo «Ur-Fascismo» (o Fascismo Eterno). Un quarto di secolo dopo quella conferenza, si potrebbe dire, prendendo in prestito le parole di Karl Marx, che oggi lo «spettro che s’aggira per l’Europa» sia proprio quello dell’Ur-Fascismo. Tuttavia, questo fantasma, a differenza di quello evocato dal p...

Categoria: 

In difesa di Matteo Salvini

Redatto da Oltre la Linea.

Fanno riflettere le ultime dichiarazioni di Domenico Lucano, che definisce gli scafisti delle “vittime”. Secondo l’ex Sindaco di Riace: «Per alleviare l’onta mediatica delle sue gravi responsabilità il governo italiano ha detto che la responsabilità è dei trafficanti. Ma io dico che anche loro sono vittime. I crimini dell’umanità non sono i loro ma quelli di un governo indifferente, di un ministro dell’Interno che pensa a farsi fotografare mentre mangia con la gente che muore in mare […] Mai l’Italia è stata così in basso».

Categoria: 

Pages