Religione

Chi era il cardinale Newman, il santo della coscienza

Domenica 13 ottobre a Roma in piazza san Pietro papa Francesco innalzerà agli onori degli altari John Henry Newman, già fatto beato nel 2010 da papa Benedetto. È stato un testimone grandioso della fede cattolica a partire dalla quale ha speso la sua vita difendendo non solo la verità e la Chiesa, ma la ragione stessa dalle riduzioni positivistiche ed empiriste.

La sua vita, nasce nel 1801, è disseminata da momenti “critici” che lo costringono ad andare a fondo alla tradizione consegnatagli dalla famiglia, dal contesto sociale, dalla Chiesa anglicana del suo tempo. Educato, come gli altri suoi cinque fratelli, dai genitori ad una religiosità devozionale e sentimentale, sente urgere dalla sua intelligenza davvero precoce esigenze che non possono essere soddisfatte nell’ambito della sola sfera emotiva e per questo a dodici anni prova incredulità e indifferenza per la religione trasmessa dalla famiglia. Come poi dirà nell’Apologia pro vita sua, scoprirà a sedici, diciassette anni l’evidenza della esistenza di Dio e, da pastore anglicano, inizia la sua predicazione attivando temi e moda...

Categoria: 
Fonte: 

Emilia e Karol, verso la beatificazione dei genitori di Giovanni Paolo II

I genitori di San Giovanni Paolo II, Karol Wojtyla ed Emilia de Kaczorowski / Credit: Conferenza Episcopale Polacca

La conferenza episcopale polacca ha deciso di iniziare il processo di canonizzazione per i genitori di San Giovanni Paolo II. Ci sperava il cardinale Stanisław Dziwisz, arcivescovo di Cracovia ed ex segretario personale di Wojtyla, che durante un’appassionata omelia pronunciata lo scorso anno nella parrocchia di sant’Anna, a Wohyn, aveva parlato della vita dei due innamorati come esempio per tutte le famiglie moderne. La sua speranza era risuonata potente in Polonia, chi meglio del fedele collaboratore e amico del santo poteva conoscere la storia di Karol ed Emilia?

«DEVE ABORTIRE». MA EMILIA NON LO ASCOLTÒ

Racconta la giornalista polacca Milena Kindziuk, autrice di La madre del Papa. Una storia commovente su Emilia Wojtyłowa che Emilia Kaczorowska decise di dare alla luce il futuro Papa nonostante la gravidanza stesse mettendo a rischio la sua vi...

Categoria: 
Fonte: 

Senza la coscienza dell’io è impensabile la lotta per preservare la natura

Il prossimo sinodo dei vescovi sull’Amazzonia, che avrà luogo a Roma dal 6 al 27 ottobre 2019, ha come tema “Nuovi cammini per la Chiesa e per una ecologia integrale”. Esaminerà aspetti molto importanti per «tutte le persone che abitano questo pianeta», come ha scritto papa Francesco nell’introduzione alla sua enciclica Laudato si’ [LS].

Senza dubbio si tratta di un tema che non passa inosservato, soprattutto in questi giorni, nei quali gli incendi forestali hanno allarmato tutto il mondo; ma soprattutto qui in questa regione sudamericana che è considerata un “santuario della natura” per l’abbondante vegetazione che la circonda. La preoccupazione per il futuro del nostro mondo sorge al vedere gli interventi eccessivi dell’uomo ed il danno prodotto da questi alle risorse naturali, sempre più scarse.

Questa relazione tra l’uomo e la natura ci porta all’origine stessa della Creazione. «Dio vide che era cos...

Categoria: 
Fonte: 

La Chiesa e la famiglia. Una svolta vecchia di 50 anni

Articolo tratto dal numero di settembre 2019 di Tempi.

***

Juan-José Perez-Soba, sacerdote spagnolo, dal 2012 è ordinario di Teologia pastorale del matrimonio e della famiglia del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per Studi su matrimonio e famiglia. A lui ci siamo rivolti per chiarire i punti di maggior dibattito in materia di teologia e pastorale della famiglia nella Chiesa cattolica, e che si intravedono sullo sfondo delle vicende che hanno interessato l’Istituto Giovanni Paolo II all’inizio dell’estate (vedi

Categoria: 
Fonte: 

Perché lo scontro sull’Istituto Giovanni Paolo II riguarda tutti i cattolici

Articolo tratto dal numero di settembre 2019 di Tempi.

***

Non è un caso se certe tensioni in atto nella Chiesa – in special modo quella tra “ortodossi” e “progressisti”, per usare una semplificazione in voga tra i giornali – si siano sovraccaricate intorno alle sorti dell’Istituto Giovanni Paolo II. Da quando fu creata, nel 1981, questa accademia è sempre stata la punta di diamante del mondo cattolico nell’elaborazione scientifica, filosofica, teologica e morale su alcuni fra i temi più roventi dell’attualità: matrimonio, famiglia, bioetica. Del resto Karol Wojtyla volle fortemente la nascita di questa scuola universitaria e la affidò personalmente a Carlo Caffarra, primo preside dell’Istituto, proprio perché «verrà un momento in cui la battaglia decisiva tra il regno di Cristo e Satana sarà sul matrimonio e sulla famiglia», come ebbe a ricordare più volte lo stesso Caffarra, citando le parole di suor Lucia di Fatima.

Ebbene, da un paio d’anni è cominciato un camb...

Categoria: 
Fonte: 

Lo starets e i pericoli di uno scisma

Caro direttore, vedo che, a proposito della Chiesa cattolica, si parla e si scrive sempre più frequentemente di “scisma”, che costituisce l’evento più triste e pericoloso che possa succedere alla comunità ecclesiale, visto che Gesù, poco prima di essere crocifisso, pregò il Padre perché i cristiani fossero uniti. Personalmente, la cosa mi rattrista molto. Come si sa, non sono un teologo né un canonista, ma vorrei dire la mia come semplice battezzato che partecipa, come può, alla vita della Chiesa: penso che sia un mio diritto, ma anche un mio dovere.

Come ho già avuto modo di dire e di scrivere in altre occasioni, penso che occorra essere più prudenti nell’assegnare compiti alle varie Conferenze episcopali, perché si corre lo stesso pericolo vissuto dalle Chiese ortodosse, che si sono eccessivamente “nazionalizzate”, rendendo quindi più complicata l’esperienza dell’unità. La Chiesa, infatti, come recitiamo nel Credo, è una: non mi pare esatto parlare di Chiesa tedesca o americana o italiana o così v...

Categoria: 
Fonte: 

Papa Francesco ai medici italiani: «No a leggi sull’eutanasia»

Francesco ha ricevuto in Udienza presso la Sala Clementina la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, Vaticano, 20 settembre 2019

Articolo tratto dall’Osservatore romano – «Non esiste un diritto a disporre arbitrariamente della propria vita»: il Papa cita direttamente il punto numero 169 della Nuova Carta per gli Operatori Sanitari, pubblicata nel febbraio 2017 dalla Santa Sede, durante l’udienza alla federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri italiani, per ribadire che eutanasia e suicidio assistito sono «strade sbrigative» e mai «espressione di libertà della persona».

Servizio alla vita

Ricevuti in Vaticano la mattina di venerdì 20 settembre, i medici italiani hanno «dedicato l’ultimo triennio agli “stati generali” della professione» — come ricorda il Pontefice nel suo discorso — confrontandosi «su come esercitare al meglio» l’attivi...

Categoria: 
Fonte: 

C’è davvero uno scisma alle porte?

A inizio settembre la Congregazione per i vescovi e il Pontificio consiglio per i testi legislativi hanno fatto sapere alla Conferenza episcopale tedesca che il sinodo «vincolante per la chiesa in Germania», annunciato lo scorso marzo dal cardinale Reinhard Marx per discutere di abolizione del celibato sacerdotale, insegnamento della morale sessuale e di potere clericale, «non è ecclesiologicamente valido». Per tutta risposta i vescovi tedeschi hanno confermato che andranno avanti lo stesso:

Categoria: 
Fonte: 

La voce della coscienza che riecheggia in Newman, Ratzinger, la Rosa Bianca

Per gentile concessione del Catholic Herald, proponiamo di seguito in una nostra traduzione un articolo di Paul Shrimpton apparso nel numero del 13 settembre del magazine cattolico londinese. Il testo originale in inglese è disponibile anche online in questa pagina.

Shrimpton insegna alla Magdalen College School di Oxford ed è autore di Conscience before Conformity: Hans and Sophie Scholl and the White Rose resistance in Nazi Germany (2017), pubblicato in occasione del 75esimo anniversario del movimento della Rosa Bianca.

Beatificato nel 2010 da papa Benedetto XVI, il cardinale John Henry Newman

Categoria: 
Fonte: 

Pages