“Parla di schiavitù, è razzista”: censurato il fantasy dell’esordiente

Redatto da Oltre la Linea.

I social possono decidere se un libro può essere pubblicato o meno, pur senza averlo letto? L’esordio letterario della giovane Amélie Zhao, una saga fantasy per adolescenti intitolata “Blood Heir”, era atteso per giugno di quest’anno, dopo che la casa editrice statunitense Delacorte Press le aveva ...

Categoria: