Parolini: «Voglio un’Italia più forte in un’Europa più aperta»

Persona, famiglia, lavoro, impresa. Sono le dimensioni che Mauro Parolini dice di voler portare all’attenzione dell’Europa se il prossimo 26 maggio sarà eletto a Strasburgo. Già assessore prima al Commercio e turismo e poi allo Sviluppo economico in Regione Lombardia, in precedenza titolare dei Lavori pubblici alla Provincia di Brescia, Parolini è il candidato che rappresenta nel collegio Nord-Ovest il gruppo di Noi con l’Italia rientrato in Forza Italia proprio in vista delle elezioni europee. Oltre ai temi di cui sopra, per lui la sfida per il seggio al Parlamento europeo ha anche un contenuto strettamente politico: provare a contrastare l’ascesa dei sovranisti rilanciando l’area dei moderati.

Forza Italia ha scelto come slogan di questa campagna elettorale “Per cambiare l’Europa”. Tutti promettono di cambiare l’Europa. Il punto allora è: cambiarla come? 

Innanzitutto bisogna intendersi sull’idea di Europa. Da un lato sbaglia chi progetta un’Europa in cui i legami siano sempre più deboli in modo che ognuno possa farsi gli affari propri: l’Europa dei sovranismi, chiamiamola c...

Categoria: 
Fonte: