Forbes Italia

Non chiedete ai clienti cosa desiderano. Non lo sanno

Un supermercato a Osaka, Giappone (Shutterstock)

Ti piacciono le mele oppure preferisci le banane? E se devi scegliere tra il te e il caffè, cosa preferisci? Domande semplici che portano a risposte semplici. Tuttavia, quando le aziende cercano di comprendere cosa è preferito dai consumatori per realizzare un nuovo prodotto o un nuovo servizio, domande di quel genere possono portare a risposte fuorvianti, spesso inutili per la realizzazione di un prodotto o un servizio di successo.

Ad esempio, recentemente ho condotto un paio di esperimenti in un negozio di un noto brand del settore abbigliamento e accessori. In entrambi gli esperimenti alcune consumatrici sono state da me invitate a valutare 2 diversi tipi ...

Categoria: 

Chi è il miliardario americano che ha pagato i debiti universitari a 400 laureati

Robert Smith (Photo by Astrid Stawiarz/Getty Images for RFK Human Rights)

Non potevano ricevere regalo più bello, e, soprattutto inaspettato. I laureti del Morehouse College di Atlanta, il college dove Martin Luther King ha iniziato i suoi studi, storicamente frequentato dai giovani afro-americani, vedranno cancellato il proprio debito universitario. A pagarlo sarà il miliardario Robert F. Smith.
L’importo totale, necessario per coprire i debiti della classe 2019, si aggira intorno ai 40 milioni di dollari (36 milioni di euro ca.). Un gesto che ha lasciato senza parole tutti i presenti alla cerimonia di fine anno per la consegna dei diplomi. La sua generosa donazione è il regalo più grande mai ricevuto dal college, dove gli studenti si diplomano con ...

Categoria: 

A Cannes 2019 trionfa l’eleganza. Ecco i look più belli del red carpet

Louise Bourgoin (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images)

Dalla stravaganza dell’ultimo red carpet del Met Gala al rigore del Festival di Cannes è davvero un attimo. Ha preso il via infatti pochi giorni fa la 72esima edizione dell’evento dedicato al mondo del cinema che ogni anno riunisce nella splendida cornice del comune francese celebrità di fama internazionale. Una cerimonia che, oltre all’attenzione della critica cinematografica, attira l’attenzione anche per le scelte stilistich...

Categoria: 

Filippo La Mantia, il cuoco palermitano che ha conquistato Milano

Filippo La Mantia (Courtesy La Mantia)

Riservato e di poche parole. E con un accento che non mente. Filippo La Mantia è palermitano, romano d’adozione ma oggi vive a Milano dove ha aperto nel 2015 il suo omonimo ristorante, uno spazio di quasi tre mila metri quadrati, ex sede dello sfarzoso Gold di Dolce e Gabbana, in piazza Risorgimento. Dopo un passato da fotoreporter e oltre dieci anni trascorsi nella capitale (“mi sono trasferito a Roma nel 2001, ho comprato una giacca bianca e ho iniziato a fare il cuoco, andando a cucinare nelle case delle persone”, ha detto) dove con la sua cucina ha deliziato i palati di gente dello spettacolo, finanzieri, politici, attori e perfino re, regine e un Papa, l’oste e cuoco siciliano (appellativi che risaltano sull’insegna del suo locale) si trasferisce nella città meneghina (“non amo la routine, mi piace cambiare”), e qui inizia la sua popolarità, grazie anche a qualche ospitata in tv. ...

Categoria: 

Così internet veloce sta salvando i piccoli borghi italiani dallo spopolamento

di Tommaso Carboni

A giudicare da una rapida ricerca su Internet, (almeno) due spettri tormentano la nostra penisola: uno è il declino economico, l’altro il calo demografico. E il secondo fa quasi più paura del primo. Anche perché se l’economia, con un risicato +0,2%, è appena uscita dalla recessione, l’emorragia di abitanti prosegue inarrestabile. Siamo al quarto anno consecutivo di calo, ci dice l’Istat. Che ci informa anche che la prima linea di questa battaglia è quella dei piccoli Comuni, dove l’esodo è particolarmente violento. E allora cominciamo con un po’ di dati. Negli ultimi vent’anni, 700mila persone hanno abbandonato centri urbani con meno di 5mila abitanti. Sempre secondo l’Istat, dal 1971 al 2015, 115 Comuni hanno registrato un tasso di spopolamento più alto del 60 per cento. Un’Italia minore che lotta per non sparire. Incentivare, valorizzare, riqualificare, trasformare disagi in opportunità. Ma questa fuga si può davvero fermare? A onor del vero qualcosa è stato tentato.

La misura più consistente, approvata quasi all’unanimità dal Parlamento, risale al 2017. Cento milioni d’euro da spalmare in sette anni. Og...

Categoria: 

Come scegliere un Chief Digital Officer, il leader per la trasformazione digitale

La trasformazione digitale agita le aziende che, per non rischiare di dover fermare la propria attività, decidono di guardare a nuove figure da inserire all’interno del proprio organico di modo da assicurarsi la capacita di perseguire strategie di business innovative. Non sorprende dunque l’aumento di richieste di professionisti per ricoprire il ruolo di Chief Digital Officer, un esperto della innovazione digitale in grado di assumersi la responsabilità di tutto ciò che compete questo settore.

Il punto diventa adesso: quali sono le caratteristiche che dovrebbe avere un candidato per poter essere selezionato per il ruolo di Chief Digital Officer?

Come trovare un Chief Digital Officer per guidare l’azienda nella trasformazione digitale

Il successo di un candidato nel ruolo di Chief Digital Officer è fortemente influenzato da due fattori: competenza e credibilità. Questo è il risultato dello studio condotto dai ricercatori Michael W...

Categoria: 

Stage in America: ecco quelli meglio retribuiti

(Shutterstock.com)

Gli stage nel settore tecnologico sono quelli più remunerativi. Lo certifica un’indagine di Glassdoor sui tirocini più remunerativi negli Stati Uniti per il 2019, sulla base delle recensioni retributive riportate dagli stagisti tra il 1° marzo 2018 e il 28 febbraio 2019.

Basti pensare che uno stagista a Facebook guadagna mensilmente circa $ 8.000, che, se percepiti per tutto l’anno, sarebbe l’equivalente di quasi due volte lo stipendio nazionale medio americano (a $ 96.000 all’anno). Ad Amazon invece la paga mensile media è di $ 7.7,25, segue Salesforce

Categoria: 

Jack Ma spiega i tre segreti del miracolo tecnologico cinese

Sul palco di VivaTech, la risposta parigina alle grandi fiere tecnologiche come il Consumer Electronic Show di Las Vegas, il presidente Emanuel Macron dopo i saluti ufficiali e un discorso deciso sulla crescita digitale del mercato Ue, lascia il posto al miliardario che ha fondato Alibaba, Jack Ma.

Showman perfetto per saziare la curiosità degli oltre 100.000 delegati confluiti nella capitale francese imbracciando diversi sogni. Dalle case connesse alla rete, alle auto che guideranno da sole, fino ai grandi droni elettrici qui esposti, che permetteranno di volare sulle città congestionate alla velocità di 300 Km/h.

A provocare sul palco il primo cinese finito sulla cover di Forbes con un patrimonio di 30,9 miliardi di dollari c’è il presidente del gruppo Publicis Maurice Levy.

Mr Ma lei conferma l’idea di ritirarsi dal ruolo di Ceo?

...

Categoria: 

La Regina Elisabetta assume social media manager

(shutterstock)

Hai esperienza nella gestione di siti web e nella realizzazione di progetti digitali di successo? Sei un comunicatore naturale con una vera attenzione per l’utente? E, soprattutto, l’inglese è la tua lingua madre o è come se lo fosse? Se la risposta a tutte queste domande è sì, allora non perdere tempo, invia subito la tua candidatura a Buckingham Palace, la Regina Elisabetta cerca un social media manager!

 

La famiglia reale inglese è sempre più social

Ormai è chiaro anche alla Royal Family: se vuoi essere vicino alla gente devi comunicare dove loro comunicano, ovvero sui social media. Tuttavia i social nascondono mille insidie e la gestione di essi va necessariamente affidata a mani esperte. Per questa ragione, sul

Categoria: 

Giorgio Armani: “Non accetto l’idea di accontentarmi”

Articolo tratto dal numero di maggio 2019 di Forbes Italia. Abbonati.

Di Eva Desiderio

Pioniere, visionario, uomo di idee, di fatti e di immagine. Grande, grandissimo Giorgio Armani, orgoglio d’Italia, 85 anni il prossimo 11 luglio portati benissimo, il passo scattante ed esercitato dalla cura costante del fisico e dalla vita sana, la mente sempre proiettata in avanti, il sorriso aperto, ma il piglio severo dell’uomo che si è fatto da solo. Ricco, ricchissimo, eppure attento agli altri, discreto nel soccorso ai più deboli, attento ai bisogni dei dipendenti, una vita bella e piena ma sempre lontana dagli eccessi. Fatta eccezione per il lavoro che ancora oggi lo impegna ogni giorno dell’anno, senza tregue, tra le collezioni di abbigliamento, gli accessori per l’arredo, la cosmesi, i profumi, gli occhiali, lo sport come le divise ufficiali della Nazionale italiana di calcio, le progettazioni di spaz...

Categoria: 

Pages