Forbes Italia

Verso Marte, da Harvard un nuovo materiale per colonizzare il pianeta rosso

Ipotesi di insediamento umano su Marte (Shutterstock)

Abitare su Marte forse non è così impossibile come potrebbe sembrare. Una nuova ricerca propone un sistema relativamente semplice per realizzare degli ambienti naturali dove vivere, produrre acqua e coltivare cibo.

Aerogel di silicio, un materiale che potrebbe rendere Marte abitale

Nonostante le sue superfici aride e deserte, Marte è il pianeta più simile alla Terra, ed è per tale ragione che gli scienziati da tempo si cimentano nell’elaborazione di soluzioni per rendere il pianeta rosso vivibile.

Ora, attraverso un approccio alternativo che mira a rendere vivibili almeno alcune aree del pianeta che, per la presenza di ghiaccio, si prestano a creare un ambiente più favorevole per lo sviluppo della vita, un gruppo di ricercatori dell’Università di Harvard, del Jet Propulsion Lab della Nasa e dell’Università di Edimburgo

Categoria: 

Mobilità elettrica: ecco le aziende che offrono opportunità di investimento

(Photo by Spencer Platt/Getty Images)

di Zehrid Osmani, Head of Global Long-Term Unconstrained di Martin Currie (affiliata Legg Mason)

È raro che un mercato ben consolidato subisca una trasformazione radicale nel giro di pochi anni. Ma sembra proprio questo il destino dell’industria automobilistica: i veicoli elettrici diventeranno la norma mentre gradualmente il motore a combustione interna verrà abbandonato. Secondo le nostre previsioni da qui al 2030 il mercato dei veicoli elettrici dovrebbe espandersi ad un tasso di crescita annuo cumulato superiore al 30%, spinto principalmente dalle regolamentazioni più restrittive e dalla crescita della domanda da parte dei consumatori”.

Categoria: 

I cimeli dello sbarco sulla Luna all’asta da Christie’s

(Shutterstock)

‘Un piccolo passo per l’uomo, un grande passo per l’umanità’, con questa frase Neil Armstrong sigillò l’impresa più grande mai compiuta fino ad allora dall’uomo nello spazio, ovvero il primo allunaggio. Tutto questo accadeva esattamente cinquanta anni fa, il 21 luglio 1969.

In un periodo ricco di celebrazioni e commemorazioni in tutto il mondo, Christie’s  New York non poteva perdere l’occasione. Il prossimo 18 luglio, la casa d’aste celebra la ricorrenza con una sessione specifica composta da una selezione di lotti molto particolari legati a questo storico evento. Intitolata One Giant Leap: Celebrating Space Exploration 50 Years After Apollo 11, vedrà in vendita alcune memorabilia e testimonianze particolarmente significative di quell’impresa.

Qual è il lotto più desiderato? Il diario di bordo di Neil Armstrong e Buzz Aldrin, ovvero il ...

Categoria: 

Con Barneys è a rischio anche l’élite newyorkese dello shopping

(shutterstock)

End of an era. Perché anche se negli ultimi tempi la notizia aleggiava nell’aria, la conferma che Barneys New York, iconica catena di brand luxury  statunitense, potrebbe presto vedersi costretta a dichiarare bancarotta, lascia comunque il segno nel panorama del retail di lusso internazionale.

Settore che già da tempo non stava attraversando una fase di particolare splendore: negli scorsi anni, solo per citare qualche esempio, sono state tante le catene in difficoltà come Aéropostale, Sports Authority, American Apparel, Macy’s, Abercrombie & Fitch e Sears. A testimonianza del fatto che i grandi magazzini no...

Categoria: 

E se i giorni migliori di Netflix fossero già alle spalle?

Reed Hastings, ceo e co-fondatore di Netflix. (Photo by Ernesto S. Ruscio/Getty Images for Netflix)

Quello di Netflix è stato uno dei migliori titoli azionari degli ultimi tempi: in dieci anni il valore delle sue azioni è aumentato dell’8500%, grazie all’esplosivo successo del business dei video in streaming di cui l’azienda è stata apripista nel mondo.

Adesso che lo streaming è stato definitivamente sdoganato, vale la pena interrogarsi su quale sarà il futuro dell’azienda e soprattutto se il titolo azionario riuscirà a mantenere le stesse performance degli ultimi dieci anni. Stephen McBride, investitore professionista e chief analyst per RiskHedge, ha provato a rispondere su

Categoria: 

Otto cose da fare a Milano per chi trascorre le vacanze in città

(aspria.com)

Passeggiare tra i vicoli meno “turistici”, cenare a bordo piscina, gustare le specialità dei migliori chef internazionali e studiare le stelle nelle calde serate di agosto. Sono solo alcune delle attività, e delle experiences, che si possono fare a Milano nel mese dedicato al relax. Certo, sempre a patto di seguire i consigli di forbes.it sulle 8 cose da fare in città questa estate.

Cinema con vista
Non poteva essere scelto un luogo più spettacolare: piazza Duomo, a due passi dalla cattedrale simbolo di Milano, proprio davanti Palazzo Reale, residenza reale fino al 1919 e oggi sede di mostre ed esposizioni. È la location scelta da AriAnteo Milano 2019, rassegna cinematografica che porterà in scena dal 3 giugno al 15 settembre un calendario ricco di proiezioni sotto le stelle ma anche concerti e anteprime.

Categoria: 

Così Enel ha scalato la vetta di Piazza Affari

(shutterstock)

A dare una scossa alla Borsa italiana, inchiodata dalla crisi che non finisce mai sui livelli di dieci anni fa (nel frattempo l’indice Eurostoxx è cresciuto del 75% circa, l’americano Standard & Poor’s di tre volte) ci pensano loro, i titoli delle società di “pubblica utilità” che oggi rappresentano il settore leader di Piazza Affari di cui coprono un quinto circa della capitalizzazione, più del comparto bancario che, prima dell’emergenza spread era arrivato a rappresentare più di un terzo del mercato.

Merito delle qualità difensive del settore che però non bastano da sole a spiegare l’entità della scossa che Enel, il titolo più elettrico, ha dato al listino italiano, superando di slancio al vertice Intesa...

Categoria: 

Peck, la gastronomia d’elite si prepara a conquistare l’America

Leone Marzotto e lo staff di Peck CityLife. (Courtesy Peck)

Articolo tratto dal numero di giugno 2019 di Forbes Italia. Abbonati.

La stessa classe del papà, Pietro Marzotto, e la voglia di dimostrare che certe imprese possono ancora essere fatte. Come quella di allargare i confini di uno storico esercizio di Milano, Peck, a più ampi orizzonti. 34 anni, una laurea in giurisprudenza alla Bocconi messa nel cassetto per seguire un percorso imprenditoriale, Pier Leone, il più giovane dei figli del Conte, tra i fautori del migliore capitalismo italiano, ha deciso di diventare ambasciatore del buon cibo durante il suo soggiorno a Pechi...

Categoria: 

La Royal Family assume un manager per gli eventi

(Photo by Chris Jackson/Getty Images)

Ancora una volta la Royal Family vuole reclutare un nuovo dipendente ma questa volta dovrà supportare le esigenze del principe William e della duchessa Kate. Infatti, dopo l’annuncio di lavoro pubblicato a maggio in cui si ricercava la figura di un social media manager a cui affidare la gestione e comunicazione delle pagine social della famiglia reale inglese, questa volta c’è un posto vacante per una nuova posizione lavorativa che si occuperà degli impegni della coppia reale.

L’annuncio è stato pubblicato all’interno della sezione dedicata alle offerte di lavoro del sito ufficiale della Casa Reale Inglese ed apre le candidature per un Diary Coordinator: una persona in grado di organizzare e coordinare il loro calendario fitto di appuntamenti ed assicurarsi che tutti gli impegni vengano svolti in maniera co...

Categoria: 

Come Martin Edwards dello United ha cambiato per sempre il mondo del calcio

Martin Edwards nel 2002 e Alex Ferguson (a destra) con la coppa assegnata ai vincitori del campionato inglese. (Credit: Michael Steele /Allsport).

Articolo tratto dal numero di luglio 2019 di Forbes Italia. Abbonati. 
Di Lorenza Scalisi

L’incontro con Martin Edwards avviene nel suo “ambiente naturale”, su un campo di gara. Un luogo affine per chi ha fatto del suo innato amore per lo sport, e per la competizione, un vero mestiere. Ma il green in questione è quello del Golf club Franciacorta, tappa di avvio di Arte&Golf, torneo internazionale per non professionisti in 20 tappe da qui a settembre, e non quello del prato dell’Old Trafford Stadium. Lo stadio dove Martin entrò per la prima volta da bambino, nel 1952, insieme al ...

Categoria: 

Pages