Tempi.it

Io lo so perché vogliono far fuori la bestia Matteo Salvini

Articolo tratto dal numero di febbraio 2020 di Tempi. Questo contenuto è riservato agli abbonati: grazie al tuo abbonamento puoi scegliere se sfogliare la versione digitale del mensile o accedere online ai singoli contenuti del numero.

@media only screen and (min-width: 501px) .align_atf_banner float:left;

Scusate se non sono fesso: non è che non vediamo i limiti di Matteo Salvini. Sopra di tutti, il farsi Denim, l’uomo che non deve chiedere mai. Un contare solo su se stesso e darla a intendere come fac...

Categoria: 
Fonte: 

Lì dove c’è il carcere ci sarà la cattedrale

@media only screen and (min-width: 501px) .align_atf_banner float:left;

Tratto dall’Osservatore romano – «Preferiamo le chiese e le scuole alle prigioni»: così la Conferenza episcopale regionale dell’Africa Occidentale (Recowa-Cerao) ha manifestato il suo apprezzamento per la decisione della Chiesa cattolica del Rwanda di costruire una nuova cattedrale a Kigali, sul sito dell’ex carcere di Nyarugenge ormai in disuso, destinata a diventare la più grande del paese.

Una notizia significativa considerando l’avvenuta chiusura, da due anni a
oggi, di luoghi di culto comprese alcune chiese delle zone rurali, decisa dalle
autorità nazionali “per motivi di sicurezza”. Da tutti conosciuta come “1930”,
anno in cui venne edificata dai belgi sulle fondamenta poste dai coloni
tedeschi, Nyarugenge è la più antica prigione del Rwanda e ...

Categoria: 
Fonte: 

Francesco, Benedetto e Salvini. Bella intervista di Camisasca

@media only screen and (min-width: 501px) .align_atf_banner float:left;

Oggi sul Corriere della Sera c’è una bella intervista di Aldo Cazzullo a monsignor Massimo Camisasca, vescovo di Reggio Emilia – Guastalla. Stimolato dal giornalista, il vescovo affronta vari argomenti, tra cui la figura del Papa.

«Non ci sono due Papi – dice Camisasca. C’è un Papa solo: Francesco. Il ministero petrino...

Categoria: 
Fonte: 

Prescrizione, la legge “mostro” di Bonafede e il “mostriciattolo” di Conte

@media only screen and (min-width: 501px) .align_atf_banner float:left;

Continua a essere alta la tensione sulla prescrizione, con Italia Viva di Matteo Renzi che minaccia la maggioranza. Da gran maestro di tattica qual è, Renzi assicura di non voler far cadere il governo, ma ribadisce la sua opposizione alla riforma Bonafede.

Che il tema tenga sulle spine il Pd lo si vede anche dalla lettura dei giornali, ricchi di interviste a esponenti democratici in fibrillazione per le mosse del senatore di Rignano (si vocifera...

Categoria: 
Fonte: 

Germania, una Chiesa così perfetta che Cristo è un optional

Articolo tratto dal numero di febbraio 2020 di Tempi. Questo contenuto è riservato agli abbonati: grazie al tuo abbonamento puoi scegliere se sfogliare la versione digitale del mensile o accedere online ai singoli contenuti del numero.

@media only screen and (min-width: 501px) .align_atf_banner float:left;

Pochi giorni dopo la conclusione del sinodo sull’Amazzonia (ottobre 2019), i vicari generali di dieci diocesi tedesche hanno sottoscritto un documento in cui si afferma la necessità di una «riforma e...

Categoria: 
Fonte: 

Messori: «Tutta la mia vita tra fede e ragione»

Articolo tratto dal numero di febbraio 2020 di Tempi. Questo contenuto è riservato agli abbonati: grazie al tuo abbonamento puoi scegliere se sfogliare la versione digitale del mensile o accedere online ai singoli contenuti del numero.

@media only screen and (min-width: 501px) .align_atf_banner float:left;

Vittorio Messori è conosciuto in tutto il mondo per essere un giornalista e scrittore cattolico di successo; ma soprattutto per essere colui che, dopo la conversione, da laico, ha indagato sui fondamenti del cattolicesimo ridando lustro a quell’antica disciplina dal nome apparentemente ostico che è l’apologetica. 

Messori, come e perché è diventato un apologeta? Non fu una scelta, fu una necessità. Il fatto è che mi scopersi cristiano, addirittura cattolico, in modo imprevisto, avendo alle spalle una famiglia emiliana di m...

Categoria: 
Fonte: 

È una fatica del Diavolo far stare zitto il Papa emerito

Articolo tratto dal numero di febbraio 2020 di Tempi. Questo contenuto è riservato agli abbonati: grazie al tuo abbonamento puoi scegliere se sfogliare la versione digitale del mensile o accedere online ai singoli contenuti del numero.

@media only screen and (min-width: 501px) .align_atf_banner float:left;

Mio caro Malacoda, questa volta abbiamo perso. Non dico che di tutto il polverone che abbiamo sollevato non rimarrà nulla. Però agl...

Categoria: 
Fonte: 

Le difficoltà leghiste a uscire dalla “modalità citofono”

@media only screen and (min-width: 501px) .align_atf_banner float:left;

In un interessante articolo apparso oggi sul Corriere, Antonio Polito ha spiegato perché la Lega ha bisogno di uscire dalla “modalità citofono”. «Serve una strategia di lungo periodo per quella che si sta trasformando in una guerra di trincea. Il Carroccio si sta ponendo il problema di come usare questo tempo “per crescere”» dice Polito che, fatti due conti tra voti regionali, estate, finanziaria e semestre bianco, spiega perché il Carroccio, dopo la fallita “spallata” in Emilia-Romagna, sa che la legi...

Categoria: 
Fonte: 

Le sardine possono tornare in barile

@media only screen and (min-width: 501px) .align_atf_banner float:left;

Ciao ciao sardine. Passata la “sardinitudine” (il mitico titolo a tutta pagina di Repubblica con cui si celebrò il movimento), esaurito il compito di rimotivare l’elettorato di sinistra che mostrava segni d’insofferenza in Emilia-Romagna, Santori e amici possono essere archiviati.

Non c’è da stupirsi. Che fosse un’operazione d’immagine – tra l’altro, ben congegnata – era chiaro fin dall’inizio per chi non non fosse così ingenuo dal non volerla vedere.

La foto per fare scandalo

La foto dei fondatori con Luciano Benetton, e relativo scandalo che ne è seguito, è solo la conferma iconica che quanto era stato mediaticamente creato con finalità politiche ora può essere mediaticamente archiviato essendo venuto meno lo scopo politico.

Ora i giornali si stupiscono che le “sardine litighino”, ma era scritto che finisse così. Il leader romano dei pesciolini, quel Stephen Ogongo che visse i suoi 15 minuti di celebrità per la gaffe su Casapound, dopo la foto con Benetton h...

Categoria: 
Fonte: 

Pages