Tempi.it

Sono 260 milioni i cristiani perseguitati nel mondo

@media only screen and (min-width: 501px) .align_atf_banner float:left;

Sono 260 milioni i cristiani perseguitati nel mondo, contro i 245 milioni dell’anno scorso, secondo l’ultimo rapporto pubblicato ieri da Porte Aperte, che prende in considerazione il periodo che va dall’1 novembre 2018 al 31 ottobre 2019. Sui circa 100 paesi monitorati della World Watch List, in 73 la persecuzione è alta, molto alta o estrema e un cristiano su 8 viene perseguitato.

QUASI 3.000 CRISTIANI UCCISI PER LA LORO FEDE

Il numero di cristiani uccisi per ragioni legate alla fede scende da 4.305 dello scorso anno a 2.983 del 2019. Il paese dove vengono uccisi più cristiani a causa della loro fede è, ancora una volta, la Nigeria dove i Fulani sono ormai ben più letali di

Categoria: 
Fonte: 

Pell trasferito nel carcere di massima sicurezza che ospita i mafiosi

@media only screen and (min-width: 501px) .align_atf_banner float:left;

Il cardinale George Pell è stato trasferito dalla prigione di Melbourne dove è rinchiuso da oltre un anno al carcere di massima sicurezza di Barwon, famoso per ospitare efferati boss mafiosi. La decisione, secondo quanto riportato dall’Herald Sun, è stata presa dopo che un drone ha illegalmente sorvolato il carcere di Melbourne, forse per cercare di riprendere Pell mentre svolgeva mansioni di giardinaggio.

UDIENZA FINALE ATTESA VERSO MARZO

Pell, 78 anni, condannato per abusi sessuali in primo e secondo grado a sei anni di carcere, è ricorso in ultimo grado all’Alta corte di Canberra, che ha accettato nonostante l’opposizione della Procura di ascoltare il caso. Secondo l’agenzia

Categoria: 
Fonte: 

Benedetto XVI ritira la firma dal libro di Sarah

@media only screen and (min-width: 501px) .align_atf_banner float:left;

Papa Benedetto ha chiesto al cardinale Robert Sarah di ritirare la sua firma dal libro Dal profondo del nostro cuore (che domani uscirà in Francia per Fayard e il 30 gennaio in Italia per Cantagalli). «Posso confermare che questa mattina su indicazione del Papa emerito ho chiesto al cardinale Robert Sarah di contattare gli editori del libro pregandoli di togliere il nome di Benedetto XVI come coautore del libro stesso e di togliere anche la sua firma dall’introduzione e dalle conclusioni», ha detto il cardinale George Gaenswein. Sarah ha poi comunicato che sul volume comparirà solo il suo nome come autore «con un contributo» del papa emerito.

In seguito alla polemiche suscitate dal volume, il cardinale Robert Sarah ...

Categoria: 
Fonte: 

Basta accuse ridicole a papa Francesco

@media only screen and (min-width: 501px) .align_atf_banner float:left;

I media dovrebbero andarci piano quando scrivono di certezze a proposito di quello che la donna asiatica avrebbe cercato di dire a papa Francesco, la notte di San Silvestro, prima di ricevere lo schiaffetto sulla mano di rimprovero per averlo strattonato in piazza San Pietro. Ancora più cauti dovrebbero essere quando tentano di stabilire una connessione tra la reazione scomposta del Santo Padre e le parole della donna.

TROPPI DUBBI SULLE PAROLE DELLA DONNA

Il 9 gennaio Eric Mader, professore incaricato a Taipei, capitale di Taiwan, ha scritto un blog sostenendo di essere riuscito a tradurre le parole della donna. Ascoltando i video che sono stati diffusi su internet, si capisce facilmente che la donna non parla né cinese mandarino, né cantonese, né un inglese facilmente riconoscibile.

Secondo il professore, il cui blog è stato rilanciato dal sito

Categoria: 
Fonte: 

«La crisi della Chiesa è impressionante. Torniamo alla radicalità del Vangelo»

@media only screen and (min-width: 501px) .align_atf_banner float:left;

«Se questo libro è un grido, è un grido d’amore per la Chiesa, il Papa, i preti e tutti i cristiani. Noi vogliamo che questo libro sia diffuso il più possibile. La crisi che attraversa la Chiesa è impressionante». Dichiara così al Figaro oggi il cardinale Robert Sarah, prefetto della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti, spiegando perché ha scritto insieme a Benedetto XVI il libro Dal profondo dei nostri cuori, che uscirà mercoledì in Francia.

«NON POSSIAMO TACERE»

Il libro dedicato al sacerdozio si compone di quattro capitoli: uno firmato dal Papa emerito, uno da Sarah e gli altri due scritti a quattro mani. Ieri il Figaro ha pubblicato alcuni passaggi chiave, destando scalpo...

Categoria: 
Fonte: 

Nel paese dove Dio non ha più casa

L’impetuoso processo di secolarizzazione vissuto dalla Chiesa olandese sfratterà Dio dalle comunità? Per tutto il 2019 la redazione del settimanale cattolico Katholiek Nieuwsblad si è occupata dello spaventoso declino del numero di fedeli, partecipazioni alle funzioni religiose e fondi che ha costretto le arcidiocesi ad accorpare numerose parrocchie. Secondo il Nijmegen institute Kaski su circa 3,7 milioni di persone che si dichiarano cattoliche (e che costituiscono il 21,5 per cento della popolazione olandese, in calo del 40 per cento rispetto agli anni Sessanta) solo in 153 mila partecipano alla messa e in tutto il paese si contano solo 1.384 chiese e 686 parrocchie.

NESSUNO SI SPOSTA PER SENTIRE MESSA

Alla corposa inchiesta Katholiek Nieuwsblad ha dedicato il primo numero del 2020, arrivando a una conclusione dolorosa: quest’...

Categoria: 
Fonte: 

In Emilia-Romagna non è tutto rosso quel che luccica

Articolo tratto dal numero di gennaio 2020 di Tempi. Questo contenuto è riservato agli abbonati: grazie al tuo abbonamento puoi scegliere se sfogliare la versione digitale del mensile o accedere online ai singoli contenuti del numero.

Gli emiliani sono gente concreta e Alfredo Cazzola, da buon emiliano, prima di mettersi a “concettualizzare”, quello che pensa prova a esprimerlo con un episodio, un’immagine, un numero. «Nel 2009 da candidato civico a sindaco di Bologna, sostenuto dal centrodestra, con una campagna elettorale autofinanziata partita da zero a febbraio, arrivai a giugno strappando il ballottaggio alla sinistra: presi 73 mila voti, molti di più di quelli che servono per diventare sindaco oggi». 

Questo per dire che lui – l’imprenditore che ha fatto grande il Motor Show, oltre alla Virtus Pallacanestro e al Bologna Calcio, e che oggi con la sua holding Finalca inves...

Categoria: 
Fonte: 

Emilia-Romagna, un voto al vento

Articolo tratto dal numero di gennaio 2020 di Tempi. Questo contenuto è riservato agli abbonati: grazie al tuo abbonamento puoi scegliere se sfogliare la versione digitale del mensile o accedere online ai singoli contenuti del numero.

Nel ritratto dell’Emilia-Romagna dipinto dall’Istituto Cattaneo di Bologna in vista del voto del 26 gennaio (Allerta rossa per l’onda verde) si legge che nella regione gli ultimi appuntamenti elettorali hanno segnalato una «frattura centro-periferia» allarmante per il Pd, che «è riuscito a conservare i suoi livelli di consenso nei grandi centri urbani», ma su...

Categoria: 
Fonte: 

«Ho la prova (cronometrica) dell’innocenza del cardinale George Pell»

Articolo tratto dal numero di gennaio 2020 di Tempi. Questo contenuto è riservato agli abbonati: grazie al tuo abbonamento puoi scegliere se sfogliare la versione digitale del mensile o accedere online ai singoli contenuti del numero.

Quest’anno l’Alta corte di Canberra, ultimo grado di giudizio in Australia, stabilirà se il cardinale George Pell ha davvero abusato sessualmente di due ragazzini nel 1996, nella sacrestia della cattedrale di Saint Patrick, a Melbourne, al termine della Messa. «È l’ultima occasione per la nostra giustizia di assolvere un uom...

Categoria: 
Fonte: 

Il Papa condannerà il comunismo come fece Pio XI col fascismo?

Articolo tratto dal numero di gennaio 2020 di Tempi. Questo contenuto è riservato agli abbonati: grazie al tuo abbonamento puoi scegliere se sfogliare la versione digitale del mensile o accedere online ai singoli contenuti del numero.

Chi somiglia di più a noi Molokani, almeno ai Molokani di ieri (ora in Armenia, caduto il comunismo, respiriamo)? I cattolici cinesi. Mi verrebbe voglia di dire: i cinesi punto e basta.

C’è una spiegazione che fa riferimento alla diplomazia e al male minore. La Chiesa cattolica ha firmato nel 2018 un accordo con il governo cinese. Una specie di Concordato, anche se formalmente non lo è, ma ha comunque il medesimo scopo di mettere ordine nei rapporti tra Stato e Chiesa. Nello specifico cinese, si tratta di consentire il rientro nella legalità della Chiesa sotterranea, fedele al Papa. Fin...

Categoria: 
Fonte: 

Pages