Tempi.it

Lettera aperta a suor Giuliana in tema di sardine

Carissima suor Giuliana, ho letto con molto interesse la Sua intervista pubblicata su “La Repubblica” dello scorso 20 novembre in cui da una parte Lei afferma di provare simpatia e adesione verso il nuovo “movimento delle sardine”, che a Suo giudizio non si proporrebbe come “movimento contro”, ma come “movimento per”, nonostante tutti i mezzi di informazione lo qualifichino come “movimento anti-”, dichiarando altresì che Lei pensa che «sia il caso di sollecitare un nuovo modo di parlare, dire quello che si pensa senza menzogne e senza atteggiamenti sarcastici».

Prendendo sul serio questo Suo invito e condividendolo intimamente, anche in virtù del richiamo evangelico (Mt., 5,37) per cui occorre sempre parlare secondo il sì, sì, no, no poiché ciò che è in più viene dal maligno, cercando in ogni modo di scrutare la verità e fuggendo la menzogna e il sarcasmo, mi chiedo e Le chiedo...

Categoria: 
Fonte: 

Fulton Sheen, il 21 dicembre la beatificazione. Così leggeva i “segni dei tempi”

Monsignor Fulton Sheen sarà beatificato il prossimo 21 dicembre a Peoria, Illinois, proprio nella cattedrale in cui esattamente un secolo fa iniziò ufficialmente la sua missione da pastore della Chiesa. È l’attesa notizia che papa Francesco ha fatto pervenire lunedì all’attuale vescovo della città, Daniel Jenky.

Molto amato dai cattolici del mondo anglosassone, Fulton Sheen (1895-1979) è stato arcivescovo titolare di Newport, nel Galles. È famoso specialmente per le catechesi trasmesse in tv, i discorsi radiofonici e le decine di libri popolarissimi (e chiarissimi nel giudizio sulle questioni di fede ma anche sull’attualità) che pare abbiano contribuito alla conversione di qualcosa come 50 mila persone, tra le quali parecchi comunisti militanti.

L’EVENTO NELLA SUA CITTÀ

La cerimonia di beatificazione, annuncia il comunicato della diocesi di Peoria, è prevista per le 10...

Categoria: 
Fonte: 

Mcl con Nappi in Campania per far crescere il peso della società civile

Il presidente del Movimento Cristiano Lavoratori Carlo Costalli sposa il progetto politico di “Campania. Il nostro Posto” presentato ieri a Napoli dal professor Severino Nappi, giuslavorista, ex assessore della Giunta Caldoro e vicecoordinatore regionale di Forza Italia in Campania.

“Far crescere il peso della società civile all’interno del centro destra – ha detto Costalli – è la chiave per ridare un orizzonte unitario ai moderati che, come hanno dimostrato le recenti tornate elettorali, al momento preferiscono astenersi in gran numero piuttosto che votare”.

“Quello in corso in Campania è un laboratorio politico che può aprire la strada a simili esperienze in molte regioni italiane e che si cala perfettamente nel solco dei valori tracciato dal Partito Popolare Europeo. È un progetto che accoglie con umiltà e intelligenza la critica implicita degli elettori di centro che votavano centro destra. Il loro punto di vista lontano dai populismi e il loro desiderio di applicare soluzioni pratiche e non settarie ai problemi drammatici dell’industria e del lavoro devono trovare risposta. A partire dal Mezzogiorno”.

“La candidatura di Severino Nappi alle elezioni region...

Categoria: 
Fonte: 

Abusi. L’Alta corte ascolterà nel 2020 le ragioni della difesa di Pell

L’Alta corte di Canberra, ultimo grado di giudizio nel diritto australiano, ha annunciato martedì che i legali del cardinale George Pell potranno esporre le motivazioni per le quali intendono ricorrere in appello in ultima istanza. L’ex tesoriere del Vaticano è stato condannato per abusi sessuali a sei anni di carcere in primo e secondo grado e la possibilità di ricorrere all’Alta corte non è ancora scontata. Come riportato dal Guardian dalla Bbc, infatti, il caso verrà esaminato l’anno prossimo in via straordinaria da tutti e sette i giudici, che nella stessa udienza ascolteranno le ragioni della difesa e decideranno se concedere il ricorso.

PELL IN ISOLAMENTO NON PUÒ DIRE MESSA

La Procura di Victoria si era opposto a permettere a Pell di ricorrere all’Alta corte. In favore del cardinale e delle ragioni della difesa ha sicuramente giocato la

Categoria: 
Fonte: 

Kenya. Il Vaticano diserta il super summit Onu pro aborto

Si apre oggi a Nairobi il grande summit promosso dai governi del Kenya e della Danimarca e dal Fondo per la popolazione dell’Onu (Unfpa) allo scopo di celebrare i 25 anni della Conferenza del Cairo, ossia l’evento che nel 1994 diede un impulso determinante per la diffusione a livello mondiale di politiche a favore dei “diritti sessuali” e della “salute riproduttiva” (controllo delle nascite, aborto, contraccezione).

Dove vogliano andare a parare gli organizzatori di questa nuova conferenza “per lo sviluppo delle popolazioni”, è abbastanza prevedibile. Ieri abbiamo riportato le nette contestazioni dei vescovi del Kenya nei riguardi di...

Categoria: 
Fonte: 

La resistenza sovranista dei vescovi del Kenya al super summit Onu pro aborto

Non è piaciuta ai vescovi del Kenya l’agenda stabilita dall’Onu per il grande summit in programma a Nairobi per questa settimana (12-14 novembre). Come racconta un articolo della Catholic News Agency, l’evento, promosso dal Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione e dai governi del Kenya e della Danimarca, sarà incentrato su 5 temi, tra i quali ne spiccano due che secondo i pastori della Chiesa cattolica locale stonano parecchio rispetto alla sensibilità dei popoli africani: “Accesso universale alla salute e ai diritti sessuali e riproduttivi garantito dalla copertura sanitaria universale” e “Sostenere il diritto alla salute sessuale e riproduttiva anch...

Categoria: 
Fonte: 

Perché i cattolici democratici non capiscono Ruini

Si è fatto un gran polemizzare sull’intervista rilasciata domenica scorsa al Corriere della Sera  da parte del cardinale Camillo Ruini. Le reazioni più violente sono arrivate da parte cattolica, comprensiva di laici ed illustri prelati, rimproverando all’ex presidente della Cei di aver addirittura contribuito negli scorsi anni a svuotare le chiese a causa del suo presunto collateralismo al berlusconismo. Si è detto che ha legittimato Salvini, quando semplicemente ha ...

Categoria: 
Fonte: 

Via l’ora di religione (cattolica), dentro l’ora di religione (ambientale)

“Non c’è più religione”, si diceva una volta per sottolineare amaramente la caduta di certi valori morali e civili. Oggi, dobbiamo riconoscere che si tratta di una affermazione infondata: religione c’è sempre, perché l’uomo ha bisogno, per vivere, di adorare qualcosa. Ergo, quando una religione viene meno, subito è rimpiazzata da un’altra.

Ce lo ha reso finalmente evidente il ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti, grazie al suo discorso programmatico pronunciato di fronte alle Commissioni riunite cultura di Camera e Senato. Il ministro, già noto come sfegatato tifoso delle

Categoria: 
Fonte: 

Pages