abbiamo

«Oggi abbiamo bisogno di credenti intelligenti e di intelligenti credenti»

Don Luca Peyron, direttore della pastorale universitaria del Piemonte e Valle d’Aosta.  Insegna spiritualità dell’innovazione presso la facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Torino e teologia dell’innovazione presso l’Università cattolica del Sacro Cuore di Milano – dipartimento di Economia.

Ha scritto tre libri: Per una pastorale universitaria, una riflessione sul mondo universitario, sulla presenza della Chiesa in quell’ambiente e sul rapporto con il territorio, in particolare con le parrocchie; Incarnazione digitale, incentrato sulla rivoluzione digitale e le sue conseguenze sulle nuove generazioni e sul rapporto dell’uomo con Dio; e, ultimo ma non meno importante, Elogio della Generosità, scritto con Ivan Andreis, vicedirettore della stessa pastorale universitaria, allo scopo di far riflettere sull’importanza della generosità. L’abbiamo intervistato per fargli raccontare lo stimolante modus operandi che contraddistingue il lavoro suo e dei suoi collaboratori nell’ambiente ecclesiale, sociale e universitario torinese.

Don Luca, qual è la proposta della Chiesa per l’università? Essendo portatrice di una grande ri...

Categoria: 
Fonte: 

Abbiamo incontrato gli “Entrepreneur Of The Year” della Silicon Valley

La Silicon Valley e il nuovo campus di Apple (Shutterstock)

San Francisco è in pieno boom come non mai, sia in città, in particolare a Downtown e nei quartieri periferici emergenti, sia in Silicon Valley, dove sono sempre più numerosi gli imprenditori. Un vero fiorire del business che non riguarda solo il settore hi-tech. Il 16 novembre, Gwyneth Paltrow, guru del settore wellness col suo business Goop (valutato 250 milioni di dollari), una rivista online, un brand di wellness, un e-commerce vincente, un podcast (anche in collaborazione con Delta Air Lines) e una docu-serie su Netflix, terrà uno dei suoi leggendari summit.

Categoria: 

Abbiamo incontrato Andrea Rasca, il fondatore del Mercato Metropolitano di Londra

Il Mercato Metropolitano di Londra (Courtesy: Mercato Metropolitano)

di Melania Guarda Ceccoli

“Slowfood è un movimento. Il cibo è un diritto umano e per essere riconosciuto  tale deve deve essere nutriente, accessibile e il più possibile locale”. Inizia così la chiacchierata con Andrea Rasca, il fondatore di Mercato Metropolitano, nato a Milano durante l’Expo nel 2015 e’ ora in forte espansione a Londra. Dopo il primo ad Elephant and Castle, seguono infatti, Mercato Mayfair, all’interno di una ex Chiesa, MM Factory centro di produzione oltre che Mercato ed Ilford realtà basata sulla circle economy. In questi anni cresce la consapevolezza di voler dare vita ad un Movimento basato sulla sostenibilità e dando voce alla comunità, bene prezioso di ogni quartiere. “Non è una moda, è tutto spontaneo ed autentico. Elephant and Castle, zona di poco passaggio...

Categoria: 

Cosa abbiamo visto a IFA 2019

Berlino – La più importante e “antica” fiera dell’elettronica di consumo chiude oggi.Un’edizione governata da tre grandi temi: 1) l’intelligenza artificiale che sta entrando, invisibile, dentro i nostri principali device; 2) i comandi vocali con cui gestiamo sempre più cose; 3) il 5G e la sua diffusione imminente che cambierà il volto delle città.

Come ogni anno dal 2005, nascita dell’IFA, l’evento accoglie oltre 180.000 delegati e molti di questi arrivano da Cina, Corea, Giappone a riprova che la tecnologia ha rotto per sempre i confini geografici. L’Istituto GFK ha presentato un survey che offre un “taglio trasversale” sul mercato mondiale e UE.

I dati: nel mondo questo comparto vale 1,01 trilioni di dollari, con una flessione dello -0,2% sul 2018. Negli ultimi sei mesi i consumatori hanno sborsato 210 miliardi di euro per nuovi smartphone e nel mercato europeo il fatturato del settore equivale a 255 miliardi di euro. Oltre un quarto, il 26%, va a finire sulla smarthome, elemento dominate della fiera.

Categoria: 
Tags: 

Abbiamo incontrato Paul Budnitz, l’imprenditore che ha reso cool la bicicletta

Paul Budnitz (Courtesy: Superplastic)

E’ poliedrico, imprevedibile, neurotico e appassionato del suo lavoro, ma soprattutto sa osare. Così si definisce l’imprenditore Paul Budnitz, considerato da molti un genio. Adesso vive a Burlington, in Vermont, anche se è molto spesso a New York per lavoro. E sta lanciando un paio di progetti, in due settori in cui è attivo: quello delle omonime biciclette Budnitz, trendy e super leggere, e quello dei giocattoli di design Superplastic, che stanno per sondare una nuova frontiera nel campo dell’animazione e dell’intrattenimento.

“A Burlington, cittadina molto creativa, mi sento davvero ispirato, essendo ...

Categoria: 

«Anche noi, suoi amici, “abbiamo capito” la lezione di Miłosz». Lettere a Formigoni

Pubblichiamo di seguito alcune lettere giunte in redazione dopo la concessione dei domiciliari a Roberto Formigoni. Continueremo ogni mese a mandargli Tempi con una copia dei vostri messaggi. Per scrivere a Tempi: redazione@tempi.it.

Sono una mamma che ha vissuto il vostro dramma e spesso mi dico che occorre coraggio per portare avanti una battaglia anche la più semplice. Accoglienza, tutti hanno gettato fango. Mio figlio non ha retto e ora è un angelo in paradiso. Non voglio usare la parola morte, mi procura fast...

Categoria: 
Fonte: 

Addio Vincent, scusa per il coraggio che non abbiamo avuto

Redatto da Oltre la Linea.

Alla fine lo hanno ucciso. Come il piccolo Alfie prima di lui, anche per Vincent non c’è stata speranza.
In un mondo in cui ci si straccia le vesti per proteggere la vita a parole, senza dimostrarlo con i fatti che non siano mera pubblicità, si è consumato un omicidio silenzioso autorizzato dallo Stato francese. Liberté, Égalité, Fraternité: sconfessate una dopo l’altra con il beneplacito dei suoi cittadini.

La libertà che consisteva nel poter fare ciò che non nuoce ai diritti altrui. In questo caso, semplicemente viver...

Categoria: 

Il governo di cui abbiamo ancora bisogno

Redatto da Oltre la Linea.

Durante queste ultime elezioni europee, abbiamo assistito al più massiccio attacco ai danni di questo governo, che è sacrosanto ricordare essere stato approvato dalla maggioranza del popolo italiano. Seppure frutto di una alleanza post-elettorale, infatti, questo si basa su di un contratto, che i cittadini hanno reputato contenere delle misure valide e volte a fermare, o perlomeno attutire e curare, il declino di questo Paese. Non incidentalmente, l’elettorato delle due forze di governo continua a ritenere positiva l’alleanza di governo.

href="https://oltrelalinea.news/2019/06/07/litalia-ha-bisogno-del-governo-lega..." title="Il governo di cui abbiamo ancora bisogno" rel="nofollow">

Redatto da Oltre la Linea.

Durante queste ultime elezioni europee, abbiamo assistito al più massiccio attacco ai danni di questo governo, che è sacrosanto ricordare essere stato approvato dalla maggioranza del popolo italiano. Seppure frutto di una alleanza post-elettorale, infatti, questo si basa su di un contratto, che i cittadini hanno reputato contenere delle misure valide e volte a fermare, o perlomeno attutire e curare, il declino di questo Paese. Non incidentalmente, l’elettorato delle due forze di governo continua a ritenere positiva l’alleanza di governo.

https://oltrelalinea.news/wp-conten...

Categoria: 

Bonino conferma: “Abbiamo ricevuto 200 mila euro da Soros”

Redatto da Oltre la Linea.

Emma Bonino e +Europa confermano di aver ricevuto soldi dal finanziere George Soros, presidente dell’Open Society Foundations. Come scrive Libero, sul sito ufficiale di +Europa, il partito di Emma Bonino, è infatti arrivata la conferma ufficiale: la forza politica ha ricevuto un finanziamento pari a 200mila euro da George Soros e dalla moglie Tamiko Bolton. Si apprende che tra il 22 e il 30 gennaio scor...

Categoria: 

Dietro al boom degli Avengers ci sono due “italiani”, li abbiamo incontrati a L.A.

 

Anthony e Joe Russo (Rich Polk/Getty Images per IMDb)

I loro nuovi uffici sono innovativi, giovani e contemporanei, con stanze dinamiche e creative, perfino con una palestra, mentre nella sala d’ingresso si viene accolti da un juke-box con immagini dei supereroi Avengers, un biliardo e si scorge una piccola cucina. Chiedono di non fare fotografie, per rispettare una certa privacy, mentre mi accolgono insieme ai loro soci d’affari. Anthony e Joe Russo, conosciuti anche come “i Russo brothers” (i “fratelli Russo”), sono grandi registi e produttori. Hanno prodotto anche molti blockbuster dei Marvel Studios, che hanno fatto milioni al botteghino, come “Captain America: The Winter Soldier”, “Captain America: Civil War”, “Avengers: Infinity War” e il recente campione d’incassi a livello mondiale “Avengers: Endgame”, ma sono anche da sempre grandi imprenditori e visionari, sia nel modo di g...

Categoria: 

Pages