attualità

Il Gruppo Scai acquista la maggioranza di Ett, la madre dei grandi musei virtuali

Il Teatro La Scala di Milano. (Shutterstock.com)

La Scala di Milano (virtuale), ma anche l’Acquario di Genova (virtuale), cambiano proprietà. O meglio: cambia proprietà chi ha progettato questi e altri importanti musei virtuali. Quindi, niente sceicchi all’orizzonte, niente pratiche immobiliari. Più semplicemente l’acquisto di azioni e, a seguire, un aumento di capitale che porterà il gruppo Scai, sede principale a Torino, a possedere la maggioranza (oltre il 60%) di Ett, (la madre dei grandi musei virtuali) leader nel settore della fornitura di soluzioni software, multimediali e di digital communication...

Categoria: 

Le aziende più promettenti dello sport-tech si incontrano a Milano

(Shutterstock.com)

Come la tecnologia sta rivoluzionando il mondo dello sport? Per rispondere basterebbe conoscere le 8 startup che hanno deciso di partecipare al programma di accelerazione di SPIN Accelerator Italy, il primo acceleratore europeo in ambito sport-tech, promosso da Trentino Sviluppo in collaborazione con HYPE-Sports Innovation e Università di Trento.

Queste startup dello sport-tech sono attive nei seguenti ambiti: calcio, tennis, fan engagement, fitness & training, corsa e bike. Tra le idee più interessanti, c’è quella di BitWear, che realizza Vesteex, una t-shirt sportiva intelligente capace, grazie a sensori avanzati e intelligenza artificiale,  di misurare le prestazioni di un’ampia gamma di atleti, con particolare attenzione all’analisi del VO2 Max, integrandosi con gli smart-watch più popolari. Un altro esempio è rappresentato da Sport Ball Machines, che ha sviluppato una macchina lancia palle da tennis per all...

Categoria: 

“Così voglio rendere digitale Automobili Pininfarina”

Luca Rubino è global head of digital di Automobili Pininfarina.

Articolo tratto dal numero di giugno 2019 di Forbes Italia. Abbonati. 

“Come head of digital il mio obiettivo è portare Automobili Pininfarina in Borsa e renderla un’azienda leader nel mondo digitale dell’automotive di lusso e delle hypercar elettriche”. Un obiettivo preciso per chi come Luca Rubino, palermitano classe 1992, è cresciuto a pane e motori. “Sono sempre stato un appassionato di motori e competizione”, dice. “A 13 anni, dopo la scuola, andavo a lavorare da un meccanico vicino casa”.
L’anno successivo, Luca inizia a fare gare di enduro (specialità del motociclicmo), cross e go-kart. A 19 anni inizia a guidare in pis...

Categoria: 

Fare come Allegri, perché prendersi un anno sabbatico e come riuscirci

Massimiliano Allegri (Shutterstock)

L’ex allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, ha annunciato questa settimana di voler prendersi un anno sabbatico “per riprendermi la mia vita e ricaricarmi in vista della prossima stagione”.

I periodi di pausa dalla propria attività comportano tutti questi vantaggi oppure, al contrario, esiste il rischio di rimanere estromesso dalla vita aziendale per troppo tempo? E come è possibile riuscire a concedersi pause anche di svariati mesi dal proprio lavoro?

Dal momento che i periodi sabbatici sono originati nel mondo accademico, la maggior parte delle ricerche sono stata condotte in quel contesto. Uno dei più rigorosi studi sui sabbatici è stato svolto ...

Categoria: 

Serie A: tra i big è corsa contro il tempo per mettere a posto i bilanci

 

Pogba, De Ligt e Bale. Sono solo tre delle star del calcio mondiale che potrebbero sbarcare in Serie A nella prossima stagione, almeno a leggere le cronache dei media che si occupano di calcio. Nomi che eccitano le fantasie dei tifosi, anche se la realtà è un’altra: la priorità dei grandi club è mettere a posto i conti per la conclusione dell’esercizio, il 30 giugno prossimo, in modo da allinearsi ai dettami del Fair Play finanziario. C’è poco tempo, dunque, per completare cessioni che in qualche caso potrebbero risultare dolorose.

Vediamo qual è la situazione delle squadre più importanti del calcio nostrano, ricordando che sono tre i principali parametri monitorati dall’Uefa: non avere debiti scaduti; avere un patrimonio netto positivo o quanto meno dimostrarne il miglioramento anno dopo anno; non superare nell’arco dell’ultimo triennio un passivo totale di 30 milioni di euro calcolato sui bilanci al netto dei costi virtuosi, come le spese per settore giov...

Categoria: 

Pages