attualità

Tav. L’analisi costi-benefici è una buffonata

Ieri è stata finalmente pubblicata l’analisi costi-benefici sulla Tav voluta dal Movimento 5 stelle e dal ministro Danilo Toninelli. Per il titolare delle Infrastrutture i «numeri sono impietosi, lo stop è l’unica via ma deciderà il governo». Secondo i dati contenuti nel rapporto redatto dalla commissione presieduta dal professore Marco Ponti, completare l’Alta velocità Torino-Lione produrrebbe «perdite per 7 miliardi».

CIFRE SBALLATE

I giornali in edicola, però, fanno notare alcune stranezze contenute nell’analisi, definita dai francesi «straordinariamente di parte». Secondo il

Categoria: 
Fonte: 

Lavoro è dignità: dalla parte dei pastori sardi

Redatto da Oltre la Linea.

Porto Torres, le statali di Cagliari e Nuoro, Olzai, Sanluri. Le strade si tingono di bianco, gli allevatori e i pastori della Sardegna fermano i camion, rovesciano il latte sul nero asfalto, gettano a terra carne di pessima qualità proveniente dalla Francia.

Il “popolo bue”, quello deriso dalle élites italiane ed europee, lo stesso che ha votato favorevolmente alla Brexit, ...

Categoria: 

Bandiere francesi: perché i primi nemici li abbiamo in casa

Redatto da Oltre la Linea.

I casi delle bandiere francesi sventolate dal Municipio di Cuneo e dall’Università di Torino tuonano, ed è inevitabile che sia così. Manifestano esplicidamente l’anti-italianismo, ideologia culturale dominante in un Paese sottoposto ad almeno 50 anni di lavaggio del cervello puro e semplice. I primi nemici li abbiamo in casa, ma lo sapevamo già.

È lo stesso spirito animato dall’ant...

Categoria: 

Dietrofront della Francia: ora non vogliono più migranti

Redatto da Oltre la Linea.

Come riporta l’ANSA, il dietrofront della Francia sulla spartizione dei migranti della SeaWatch pare ormai assodato. Ora non vogliono più migranti proprio i francesi, gli stessi che ritirano gli ambasciatori, indignati per gli “attacchi senza precedenti” di Palazzo Chigi, e specificano anche che “appoggeranno l’Italia per chiedere ri...

Categoria: 

Elezioni Abruzzo. Perché votare centrodestra

Da sinistra, i candidati per le elezioni nella Regione Abruzzo: Sara Marcozzi (M5s), Marco Marsilio (centrodestra), Stefano Flajani (Casapound) e Giovanni Legnini (centrosinistra)

Articolo tratto dal sito di Esserci

Il 10 febbraio, finalmente, dopo un lungo tira e molla dovuto alle tardive dimissioni del presidente uscente Luciano D’Alfonso (centrosinistra), si terranno le elezioni regionali in Abruzzo.

Quali sono i temi prioritari a livello regionale e generale? E in base a quali elementi è possibile scegliere un candidato e uno schieramento piuttosto che un altro?

Come ci ha ricordato di recente Papa Francesco, per i cattolici l’impegno politico costituisce una responsabilità fondamentale per vivere la fede in modo pieno ed autentico e in questo momento storico vi è “urgenza di una nuova stagione del loro impegno sociale e politico, sottraendo la presenza cattolica nella società alla tentazione dell’indiffe...

Categoria: 
Fonte: 

Tulsi Gabbard: “Assad non è un nemico, perché preferite al Qaeda?”

Redatto da Oltre la Linea.

La candidata democratica delle Hawaii Tulsi Gabbard ha dichiarato che il presidente siriano Bashar al-Assad non è il nemico degli Stati Uniti, sostenendo la sua opposizione al coinvolgimento degli Stati Uniti nella guerra per procura in Siria.

«Assad non è il nemico perché la Siria non rappresenta una minaccia diretta per gli Stati Uniti», ha detto Gabbard mercoledì mattina in un’intervista rilasciata alla https://edition.cnn.com/2019/02/06/politics/tu...

Categoria: 

USA 2020: la Gabbard può compiere la Rivoluzione di Trump?

Redatto da Oltre la Linea.

Se abbiamo pubblicato già diversi articoli su di lei in pochi giorni, un motivo c’è, ed è politico. “Non succede, ma se succede…”, beh, allora Tulsi Gabbard potrebbe compiere la rivoluzione iniziata da Donald Trump negli USA. Che chiameremo senza giri di parole “Rivoluzione politica americana”. Si dirà, da oppositrice e da sfidante. La risposta è esattamente quella.

Chi segue le vicende oltreoceano non può non aver notato come le amministrazioni statunitensi non abbiano mai realmente modificato la propria ...

Categoria: 

Venezuela: non rispettare la sovranità è pericoloso

Redatto da Oltre la Linea.

Si può leggere di tutto sul Venezuela. Oltre alle dichiarazioni dei governanti di turno e le analisi più o meno approfondite, si è dovuto addirittura accusare il colpo di considerazioni e previsioni politiche basate sulla bellezza di Guaidó.

Altri, invece, a pugno chiuso alzato al cielo, parlano come dei piccoli Chàvez, abbozzando una pronuncia e una conoscenza del castigliano sudamericano sullo stesso livello dell’inglese di renziana memoria, sostenendo a spada tratta il governo di Maduro, che forse qualche responsabilità sulla situazione venezuelana potrebbe anche averla.

Tuttavia, non è questo il punto. Mentre sul mondo dei social e dei media occidentali si distribuiscono da entrambe le part...

Categoria: 

Venezuela, il piano Guaidó per svendere il petrolio agli USA

Redatto da Oltre la Linea.

Per buona parte dei precedenti vent’anni, i critici della politica estera americana hanno evidenziato come, spesso, i paesi in cui si portavano avanti “interventi umanitari” per “restaurare la democrazia” siano quelli con grandi riserve di petrolio. L’analisi degli sforzi americani per provocare il regime change e la “promozione della democrazia” in Venezuela collega questi sforzi al fatto che il paese sudamericano possegga le più grandi riserve petrolifere mondiali.

Categoria: 

Pages