attualità

Parolini: «Voglio un’Italia più forte in un’Europa più aperta»

Persona, famiglia, lavoro, impresa. Sono le dimensioni che Mauro Parolini dice di voler portare all’attenzione dell’Europa se il prossimo 26 maggio sarà eletto a Strasburgo. Già assessore prima al Commercio e turismo e poi allo Sviluppo economico in Regione Lombardia, in precedenza titolare dei Lavori pubblici alla Provincia di Brescia, Parolini è il candidato che rappresenta nel collegio Nord-Ovest il gruppo di Noi con l’Italia rientrato in Forza Italia proprio in vista delle elezioni europee. Oltre ai temi di cui sopra, per lui la sfida per il seggio al Parlamento europeo ha anche un contenuto strettamente politico: provare a contrastare l’ascesa dei sovranisti rilanciando l’area dei moderati.

Forza Italia ha scelto come slogan di questa campagna elettorale “Per cambiare l’Europa”. Tutti promettono di cambiare l’Europa. Il punto allora è: cambiarla come? 

Innanzitutto bisogna intendersi sull’idea di Europa. Da un lato sbaglia chi progetta un’Europa in cui i legami siano sempre più deboli in modo che ognuno possa farsi gli affari propri: l’Europa dei sovranismi, chiamiamola c...

Categoria: 
Fonte: 

Come dare più respiro al portafoglio con le strategie alternative

Antonio Bottillo, country manager per l’Italia di Natixis investment managers. (Imgoeconomica)

Articolo tratto dal numero di maggio 2019 di Forbes Italia. Abbonati.

I prezzi crollano, va tutto giù? È colpa della speculazione. Il mercato si riprende, come nel primo scorcio del 2019? È tornata la fiducia. C’è qualcosa che non torna nel modo in cui gli investitori sono soliti interpretare violenti movimenti al ribasso – il dito teso, contro “i cattivi della finanza” – o al rialzo: in alto i calici, chi muove grossi capitali merita indulgenza, anzi gratitudine.

Rimane un problema di fondo: la costruzione del portafoglio. Perché quando i paradigmi saltano, com’è successo a più riprese nell’ultimo ...

Categoria: 

La speranza e il lavoro che si può fare in Europa

Da sinistra: Giulio Sapelli, Anna Monia Alfieri, Massimiliano Salini, Antonio Gozzi, Alessandro Sallusti

Un futuro da Bruno Vespa? «Grazie Alessandro, ma mi piace troppo fare politica e voglio stare in Europa per cambiarla». C’è stato anche questo scambio di battute tra Massimiliano Salini e Alessandro Sallusti che, ieri sera, in occasione del lancio a Milano della campagna elettorale dell’eurodeputato di Forza Italia (collegio Nord Ovest), si è complimentato con lui per il buon ritmo che stava dando al dibattito sul palco del Teatro Dal Verme.

La speranza e il lavoro

Accanto a Salini c’erano quattro testimonial d’eccezione: il direttore del Giornale, l’economista e professore Giulio S...

Categoria: 
Fonte: 

Come una sconosciuta fintech inglese è arrivata a valere 2 miliardi di dollari

Guillaume Pousaz, fondatore di Checkout.com. (Courtesy Checkout.com)

Di Sam Shead per Forbes.com

Checkout.com, una startup fintech londinese poco conosciuta, ha infranto i record di raccolta fondi in Europa giovedì quando ha annunciato di aver raccolto un finanziamento da $ 230 milioni, che gli ha permesso di raggiungere una valutazione di circa $ 2 miliardi.

Il primo round di finanziamento della società è stato condotto da Insight Partners e DST Global, con il contributo del fondo sovrano di Singapore GIC, Blossom Capital e Endeavour Catalyst, tra gli altri.

Fondata nel 2009 come Opus Payments prima di evolvere in Checkout.com nel 2012, la piattaforma fintech consente alle aziende di elaborare e accettare pagamenti transfrontalieri da una varietà di fonti, tra c...

Categoria: 

Chi è il giovane Under 30 diventato sceneggiatore per Netflix a 21 anni

Giacomo Mazzariol insieme al fratello Giovanni. (Photo by Raffaele Crocetta)

Articolo apparso sul numero di maggio 2019 di Forbes Italia. Abbonati. 

A 22 anni è raro avere le idee chiare sul proprio futuro. Eppure nelle parole di Giacomo Mazzariol, classe 1997, grande fan dello scrittore statunitense John Fante, traspare più di una forte determinazione. Giacomo è un fiume di idee, progetti e considerazioni. “Il segreto è buttarsi e stravolgere le cose. Non avere paura di confrontarsi con il passato perché solo così sei in grado di creare qualcosa di tuo. E poi scrivere tanto e non avere troppa fretta”. Ma soprattutto, aggiunge, coltivare quelle che lui chiama “sane a...

Categoria: 

Met Gala 2019, i look più stravaganti degli Oscar della moda

Billy Porter attends The 2019 Met Gala (Photo by Dimitrios Kambouris/Getty Images for The Met Museum/Vogue)

Un red carpet dove tutto è possibile e nulla, proprio nulla, è lasciato al caso. Si potrebbe riassumere così l’anima del Met Gala, evento paragonabile alla notte degli Oscar per il mondo della moda, che si è svolto sul tappeto rosso del Costume Institute del Metropolitan Museum di New York sotto i riflettori di centinaia di fotografi di tutto il mondo. Protagoniste, ça va sans dire, le più note star del cinema, della musica e dello spettacolo che hanno sfilato con i loro oufit couture tutt’altro che banali.

Un evento, come dicevamo, paragonabile solo agli Oscar, il più atteso dell’anno sulla costa orientale degli Stati Uniti, che cade ogni primo lunedì di maggio accog...

Categoria: 

Perché Facebook, nonostante tutto, non è mai stata così in salute

Il nuovo mantra è tutto nel titolo: “Il futuro è privato”, e la scritta campeggia a caratteri cubitali alle spalle del padre-padrone. Succede all’F8, l’ottava conferenza annuale di Facebook dedicata agli sviluppatori che si è tenuta lo scorso 30 aprile a San Jose, California.

La nuova parola d’ordine di Facebook è questa: privacy, e per distrarre i più scettici sull’effettiva applicabilità del proposito – in una fase storica in cui i social diventano attori in una guerra di spionaggio che sfocia nella geopolitica – la presentazione quest’anno è stata ricca di distrazioni: la messa in vendita di nuovi visori Oculus, l’arrivo di Portal in Europa, il focus sulle app di messaggistica istantanea del gruppo, che cambiano faccia e aggiungono funzioni. Con tutto questo Zuckerberg prova a tornare alle origini, e descrive la sua creatura più famosa come uno strumento nato per “connettere le persone tra loro”. Può permetterselo, soprattutto, perché i numeri gli danno ragione.

G...

Categoria: 

Pages