attualità

Perché la carne vegana di Beyond Meat ha fatto impazzire Wall Street

(www.beyondmeat.com)

La carne del futuro viene dall’orto! Proteine di piselli, fave e soia: sono questi gli ingredienti che compongono gli hamburger vegani di Beyond Meat, la start-up californiana che conta tra gli investitori l’attore Leonardo DiCaprio e il fondatore di Microsoft Bill Gates e che ieri, nel suo debutto alla borsa di Wall Street, ha chiuso il primo giorno di negoziazione con un +163% sul prezzo di Ipo e una valutazione societaria pari a circa 3,8 miliardi di dollari.

La scorsa settimana, infatti, l’azienda aveva reso noto che avrebbe quotato le sue azioni tra i 19 e i 21 dollari per poi dichiarare un prezzo di Ipo pari a 25 dollari. Ma poche ore dopo l’avvio delle contrattazioni, il titolo era salito a quasi 73 dollari per chiudere infine a 65,75 dollari per azione.

Beyond Meat, la startup dei prodotti vegani che riducono l’impatto ambientale

Quello di Beyond Meat è uno dei maggiori rialzi nei primi giorni di negoziazione sui principali mercati azionari americani. La società è la prima azienda di prodotti vegetali alternativi alla carne a diventare pubblica, un’accoglienza &...

Categoria: 

Miseria e morte in Grecia: per Fubini è meglio non parlarne

Redatto da Oltre la Linea.

Prima di riferirci a ciò che il Vicedirettore del Corriere della sera ha spudoratamente ammesso in televisione, poniamo la lente d’ingrandimento su ciò che ha passato la Grecia e il suo popolo a causa della mannaia dell’austerità targata Unione europea.

Il Lancet, rivista britannica che funge da faro nell’ambito della pubblicazione di studi scientifici e medici a livello mondiale, l’anno scorso pubblicò un paper così titolato: “Il fardello delle malattie in Grecia, la perdita di salute, fattori di rischio e finanziamento della sanità”.

La catastrofe della Grecia

Categoria: 

Il nuovo Vivienne Westwood Caffè e gli altri locali firmati da grandi stilisti

Bar Martini Dolce&Gabbana

La notizia dell’opening del nuovo Vivienne Westwood Caffè è solo l’ultima conferma del fatto che bar e caffetterie sotto il nome di grandi stilisti non sono solo un trend passeggero. Stando a un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, infatti, per il suo nuovo punto di ritrovo il marchio britannico ha scelto Milano, che si va ad aggiungere agli altri esistenti di Hong Kong e Shanghai.

La sua prima incursione nel mondo delle caffetterie risale al 2015 a Shanghai, dove la stilista ha aperto il primo Cafè all’interno del K11 Art Mall. Lo spazio, curato dall’interior designer Simona Franci, ricreava una sala da tè tradizionale inglese giocando sull’illusione di carta da parati ...

Categoria: 

L’Argentina è di nuovo in crisi. Ecco perché il Paese rischia l’avvitamento

(Getty Images)

Buenos Aires è di nuovo scossa dal caos finanziario. Stando a quello che gli addetti ai lavori leggono sul mercato dei credit default swap – le assicurazioni contro il rischio di fallimento – le possibilità implicite che il debito sovrano argentino faccia fronte a un default nel giro dei prossimi cinque anni sono schizzate sopra il 60 per cento. Tre volte in più rispetto a un anno fa. La situazione è così grave che uno scenario ritenuto impensabile sembra oggi più che possibile: il ritorno di Cr...

Categoria: 

Fuori dalla recessione, disoccupati giù: buon 1 maggio, rosiconi

Redatto da Oltre la Linea.

Il PIL risale e ci porta fuori dalla recessione, i disoccupati calano. Sono belle novelle che ci porta il 1 maggio 2019. Ovviamente, significano ancora poco. Ma se c’è un bel modo di festeggiare i lavoratori italiani con un po’ di speranza in più, sicuramente è questo.

Lo 0,4 di disoccupati in meno rispetto allo stesso mese del 2018 è sicuramente la nov...

Categoria: 

La nuova collezione di Borsalino è un omaggio al cinema cult di Hollywood

Courtesy Borsalino

Borsalino rinnova ancora una volta il suo legame speciale con il mondo del cinema. E in particolare con l’attore statunitense Humphrey Bogart, che negli anni ’40 si diceva fosse fra i pochi ad avere il numero diretto del presidente Teresio Usuelli, cui la maison ha dedicato la creazione del secondo cappello da collezione, che segue il primo presentato lo scorso dicembre, già in vendita online e in boutique.

Un legame, quello con la star hollywoodiana, consacrato nel tempo in film cult come Casablanca (nel cast anche Ingrid Bergman) o Sabrina, a fianco di una giovane Audrey Hepburn, dove Bogart indossava uno speciale modello a testa media di feltro rasato con nastro in canneté e logo in oro sul fiocco.

Categoria: 

Pages