beatificazione

Emilia e Karol, verso la beatificazione dei genitori di Giovanni Paolo II

I genitori di San Giovanni Paolo II, Karol Wojtyla ed Emilia de Kaczorowski / Credit: Conferenza Episcopale Polacca

La conferenza episcopale polacca ha deciso di iniziare il processo di canonizzazione per i genitori di San Giovanni Paolo II. Ci sperava il cardinale Stanisław Dziwisz, arcivescovo di Cracovia ed ex segretario personale di Wojtyla, che durante un’appassionata omelia pronunciata lo scorso anno nella parrocchia di sant’Anna, a Wohyn, aveva parlato della vita dei due innamorati come esempio per tutte le famiglie moderne. La sua speranza era risuonata potente in Polonia, chi meglio del fedele collaboratore e amico del santo poteva conoscere la storia di Karol ed Emilia?

«DEVE ABORTIRE». MA EMILIA NON LO ASCOLTÒ

Racconta la giornalista polacca Milena Kindziuk, autrice di La madre del Papa. Una storia commovente su Emilia Wojtyłowa che Emilia Kaczorowska decise di dare alla luce il futuro Papa nonostante la gravidanza stesse mettendo a rischio la sua vi...

Categoria: 
Fonte: 

Via alla causa di beatificazione per Bisagno. Ecco chi era “il primo partigiano d’Italia”

Può iniziare la causa di beatificazione e canonizzazione di Aldo Gastaldi, il “primo partigiano d’Italia”, medaglia d’oro della Resistenza, meglio conosciuto come “Bisagno”. Ad autorizzare il processo è stato il cardinale Angelo Bagnasco, come riferisce la curia arcivescovile di Genova attraverso il settimanale diocesano Il Cittadino.

Qui il breve profilo biografico di Bisagno fornito dall’Ansa a corredo della notizia:

«Gastaldi nacque a Genova il 17 settembre 1921. Dopo gli studi e una breve esperienza lavorativa nel 1941 ricevette la chiamata alle armi e il 15 agosto del 1942 prese servizio come sottotenente nel 15/esimo Reggimento Genio a Chiavari. Dopo l’8 settembre ’43 iniziò l’avventura partigiana. Nei pressi di Cichero, sulle pendici del Monte Ramaceto, nell’inverno del 1943, diede il via, insieme con al...

Categoria: 
Fonte: 

Enzo Piccinini. Via libera al processo di beatificazione

Via libera al processo di beatificazione per Enzo Piccinini, chirurgo dell’ospedale universitario Sant’Orsola di Bologna, amico tra i più cari di don Luigi Giussani, a lungo dirigente nazionale del movimento di Comunione e Liberazione. È stato monsignor Erio Castellucci, arcivescovo-abate di Modena-Nonantola, a dare la notizia questa sera durante la Messa per il ventesimo anniversario della morte del medico emiliano.

Proprio a Modena, infatti, abitava con la sua famiglia il dottor Piccinini, scomparso in un grave incidente il 26 maggio del 1999, esattamente vent’anni fa, lungo l’autostrada all’altezza di Fidenza, mentre tornava a casa dopo un incontro con i responsabili degli studenti universitari di Cl a Milano.

Migliaia di amici di Enzo sono arrivati al Duomo di Modena da tutta Italia per farne memoria, e anche tantissime persone che sono state cambiate dall’incontro con lui pur non avendolo mai conosciuto in vita (è stato necessario trasmettere la cerimonia anche nella chiesa di Sant’Agostino per permettere a tutti di partecipare).

IL NUMERO DI TEMPI

In questi giorni, sono numerose le iniziative...

Categoria: 
Fonte: