Chiesa

Perché la Santa Sede ha rinviato la beatificazione di Fulton Sheen

Con «profondo rammarico» monsignor Daniel Jenky, vescovo della diocesi di Peoria, martedì scorso ha diffuso un comunicato per annunciare «di essere stato informato dalla Santa Sede che la beatificazione di Fulton Sheen sarà rinviata».

La decisione di annullare la celebrazione del prossimo 21 dicembre e rinviarla a data da destinarsi, notificata da Roma alla diocesi di Peoria lunedì 2 dicembre, è motivata dal fatto che «alcuni membri della Conferenza episcopale hanno richiesto ulteriore approfondimento» sulla causa riguardante Sheen. Emblematica la precisazione successiva del vescovo Jenky, che suona così:

«Nel clima attuale, è importante che i fedeli sappiano che non c’è mai stata, n’è c’è adesso,...

Categoria: 
Fonte: 

La messa è finita. Ennesimo show Lgbt nel Duomo di Vienna

L’edizione 2018 dell’evento ospitato nel Duomo di Vienna per la giornata mondiale contro l’Aids. Quest’anno si è esibita Conchita Wurst (foto Facebook)

Diavoli, ballerini a petto nudo con le corna e le tute in latex, fibbie con teschi, drag queen, piume, calze a rete, candele, musica elettronica e fumogeni rossi. E tutto intorno, crocifissi, paramenti sacerdotali e leggii. È il 30 novembre 2018: le immagini dell’evento di beneficenza Lgtb, organizzato per il secondo anno di fila in occasione della giornata mondiale contro l’Aids, ricordano quelle di un Rocky Horror Picture show. O di una messa nera. Solo che sono state scattate nella cattedrale di Santo Stefano di Vienna con la benedizione del cardinale Christoph Schönborn, seduto in prima fila ad applaudire l’attore seminudo Philipp Hochmair che in piedi sulla balaustra dell’altare brandiva un microfono e una birra.

CONCHITA WURST SUL PULPITO

Anche quest&...

Categoria: 
Fonte: 

Fulton Sheen, il 21 dicembre la beatificazione. Così leggeva i “segni dei tempi”

Monsignor Fulton Sheen sarà beatificato il prossimo 21 dicembre a Peoria, Illinois, proprio nella cattedrale in cui esattamente un secolo fa iniziò ufficialmente la sua missione da pastore della Chiesa. È l’attesa notizia che papa Francesco ha fatto pervenire lunedì all’attuale vescovo della città, Daniel Jenky.

Molto amato dai cattolici del mondo anglosassone, Fulton Sheen (1895-1979) è stato arcivescovo titolare di Newport, nel Galles. È famoso specialmente per le catechesi trasmesse in tv, i discorsi radiofonici e le decine di libri popolarissimi (e chiarissimi nel giudizio sulle questioni di fede ma anche sull’attualità) che pare abbiano contribuito alla conversione di qualcosa come 50 mila persone, tra le quali parecchi comunisti militanti.

L’EVENTO NELLA SUA CITTÀ

La cerimonia di beatificazione, annuncia il comunicato della diocesi di Peoria, è prevista per le 10...

Categoria: 
Fonte: 

«Il mio Dio è più potente dei vostri spiriti. Così è nata la missione in Cambogia»

tratto dall’Osservatore Romano – Da Cinisello Balsamo alla Cambogia e ritorno, nella diocesi ambrosiana, per dirigere il centro del Pontificio istituto missioni estere (Pime), che sostiene il lavoro dei missionari nel mondo, attraverso raccolta di fondi e una vivace attività culturale. Questo il percorso di Mario Ghezzi, sacerdote. Vent’anni, appena ordinato prete, a raccogliere tracce seminate in anni lontani, vent’anni per ricucire una storia di Chiesa falciata dalle persecuzioni e dalla propaganda. Vent’anni per sentirsi a casa, in un Paese che ancora balena alla mente solo per qualche film americano di eroi in mimetica.

Si è chiuso il mese di ottobre, dedicato nella Chiesa alle sue missioni: un compito per tutti i cristiani, essere chiamati, e dunque “mandati”, ma per alcuni una vocazione più forte a lasciare tutto e spingersi tra popoli lontani, geograficamente e culturalmente. Potrebbe non essere necessario, in una realtà globalizzata, dove tutto arriva e può essere recepito attraverso la tecnologia, e quando la fede sembra faticare a uscire dall’intimismo, a proporsi come risposta di verità alle domande dell’uomo.Sulla mission...

Categoria: 
Fonte: 

Se vuoi bene alla Chiesa, infangala un po’ anche tu

Il Correttore di bozze non capisce niente, e questo è ormai appurato, ma c’è una cosa in particolare che il Correttore capisce veramente niente, forse anche meno di niente. Quello che non gli entra nello zuccone, al Correttore di bozze, è che a Repubblica è pieno di gente che vuole davvero un gran bene alla Chiesa cattolica. È un fatto, questo, che Repubblica giustamente non si stanca di ribadire, e che dovrebbe fare, e in effetti fa, molto piacere a tanti bravi parrocchiani con la riga da una parte. Prima o poi anche quel pretaiolo di un Correttore dovrà farsene una ragione.

Tutti questi benintenzionati di Repubblica non sono affatto anticlericali come si narra nelle famiglie rurali e pastorizie dei correttori di bozze, essi al contrario desiderano semplicemente, quantunque ardentemente, che la Chiesa sia quella che dovrebbe essere: povera per i poveri, innocente ovvero innocua, non sgridosa ma tenerona, spoglia di dottrina e carica di simpatia, prodiga verso gli ultimi (ancorché senza soldi per aiutarli, in quanto povera), politicamente asettica, fatta salva ogni tendenza di sinistra, piaciona con la gente che piace, ecologica, cento ...

Categoria: 
Fonte: 

Senza la coscienza dell’io è impensabile la lotta per preservare la natura

Il prossimo sinodo dei vescovi sull’Amazzonia, che avrà luogo a Roma dal 6 al 27 ottobre 2019, ha come tema “Nuovi cammini per la Chiesa e per una ecologia integrale”. Esaminerà aspetti molto importanti per «tutte le persone che abitano questo pianeta», come ha scritto papa Francesco nell’introduzione alla sua enciclica Laudato si’ [LS].

Senza dubbio si tratta di un tema che non passa inosservato, soprattutto in questi giorni, nei quali gli incendi forestali hanno allarmato tutto il mondo; ma soprattutto qui in questa regione sudamericana che è considerata un “santuario della natura” per l’abbondante vegetazione che la circonda. La preoccupazione per il futuro del nostro mondo sorge al vedere gli interventi eccessivi dell’uomo ed il danno prodotto da questi alle risorse naturali, sempre più scarse.

Questa relazione tra l’uomo e la natura ci porta all’origine stessa della Creazione. «Dio vide che era cos...

Categoria: 
Fonte: 

La Chiesa e la famiglia. Una svolta vecchia di 50 anni

Articolo tratto dal numero di settembre 2019 di Tempi.

***

Juan-José Perez-Soba, sacerdote spagnolo, dal 2012 è ordinario di Teologia pastorale del matrimonio e della famiglia del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per Studi su matrimonio e famiglia. A lui ci siamo rivolti per chiarire i punti di maggior dibattito in materia di teologia e pastorale della famiglia nella Chiesa cattolica, e che si intravedono sullo sfondo delle vicende che hanno interessato l’Istituto Giovanni Paolo II all’inizio dell’estate (vedi

Categoria: 
Fonte: 

Perché lo scontro sull’Istituto Giovanni Paolo II riguarda tutti i cattolici

Articolo tratto dal numero di settembre 2019 di Tempi.

***

Non è un caso se certe tensioni in atto nella Chiesa – in special modo quella tra “ortodossi” e “progressisti”, per usare una semplificazione in voga tra i giornali – si siano sovraccaricate intorno alle sorti dell’Istituto Giovanni Paolo II. Da quando fu creata, nel 1981, questa accademia è sempre stata la punta di diamante del mondo cattolico nell’elaborazione scientifica, filosofica, teologica e morale su alcuni fra i temi più roventi dell’attualità: matrimonio, famiglia, bioetica. Del resto Karol Wojtyla volle fortemente la nascita di questa scuola universitaria e la affidò personalmente a Carlo Caffarra, primo preside dell’Istituto, proprio perché «verrà un momento in cui la battaglia decisiva tra il regno di Cristo e Satana sarà sul matrimonio e sulla famiglia», come ebbe a ricordare più volte lo stesso Caffarra, citando le parole di suor Lucia di Fatima.

Ebbene, da un paio d’anni è cominciato un camb...

Categoria: 
Fonte: 

C’è davvero uno scisma alle porte?

A inizio settembre la Congregazione per i vescovi e il Pontificio consiglio per i testi legislativi hanno fatto sapere alla Conferenza episcopale tedesca che il sinodo «vincolante per la chiesa in Germania», annunciato lo scorso marzo dal cardinale Reinhard Marx per discutere di abolizione del celibato sacerdotale, insegnamento della morale sessuale e di potere clericale, «non è ecclesiologicamente valido». Per tutta risposta i vescovi tedeschi hanno confermato che andranno avanti lo stesso:

Categoria: 
Fonte: 

«Spiego al partito comunista in Cina perché rispettare la libertà religiosa conviene»

«Se la Cina vuole continuare a crescere, sviluppare l’economia e avere successo deve rispettare la libertà religiosa. È quello che cerco di spiegare al regime comunista». La frase pronunciata ieri da Brian Grim al Meeting di Rimini potrebbe sembrare eccentrica, per usare un eufemismo, ma il fondatore della Religious Freedom & Business Foundation sa il fatto suo e parla dati alla mano.

«LA RELIGIONE VALE PIÙ DI GOOGLE E AMAZON»

Nel 2016 l’ospite presentato dal giornalista di Tracce Luca Fiore ha pubblicato la prima analisi empirica del valore “economico” della religione negli Stati Uniti. Grim ha scoperto che la religione vale ben 1.200 miliardi, contribuisce cioè al Pil americano più di Apple, Amazon e Google messe assieme ed è finanziariamente più importante delle sei più grandi compagnie petrolifere a stelle e strisce.

Ma per sapere perché Grim cerca di spiegare tutto questo ai cinesi, bisogna approfondire la sua incredibile storia. Missionario della Chiesa battista, negli anni ’80 Grim è stato inviato a evangelizzare la Cina e si è stabilito nel Xinji...

Categoria: 
Fonte: 

Pages