comunità

Ricostruire l’Europa a partire dalle comunità che la compongono

Claudia Toso ha cinque figli e già qui bisognerebbe fermarsi e farsi qualche domanda. Com’è che una mamma, medico, centro gravitazionale di una piccola comunità, una famiglia numerosa, s’è messa in testa di “buttarsi in politica”, come si dice, aggiungendo impegni a impegni, fatica a fatica, grane a grane? Sì, certo, il carattere. Quello di Claudia è gioviale, aperto, espansivo, ed è una buona dote con cui partire, ma poi occorre anche chiedersi perché nel momento di massima impopolarità per chi decide di occuparsi della cosa pubblica (“tutti ladri”, “tutti corrotti”), ci sia ancora chi  prova a fare qualcosa per questo malandato paese candidandosi per Forza Italia alle elezioni Europee del 26 maggio nel collegio Nord Ovest.

Un bene per tutti

E dunque. Sono tre le questioni: la prima, «il bene che sperimento nel mio privato merita di essere riconosciuto a livello pubblico perché è un bene per tutti», dice Toso. «Sono molto consapevole di ricevere ogni giorno molto di più di quel che so dare. Una bella famiglia con un marito che mi supporta in tutto, una professione che mi ha insegnato che non vi può essere altro metodo nell’affronto ...

Categoria: 
Fonte: 

L’Italia e il voto europeo. Riscoprire il compito di un “popolo in comunità”

Articolo tratto dal numero di Tempi di aprile 2019

Di che cosa ha bisogno oggi l’Italia a livello politico? Di una forza liberale, riformista, popolare, che anteponga le necessità e gli interessi della società a quelli dello Stato, che valorizzi i corpi intermedi a partire dal più piccolo e importante che è la famiglia, che promuova uno sviluppo coerente col rispetto del creato, che non subisca supina i dettami del mainstream che ci vuole tutti uguali, neutri e inoffensivi. Quando, più o meno un anno fa, il paese era stato chiamato al voto per rinnovare il parlamento italiano, avevamo riassunto in uno scioglilingua il criterio con cui ci saremmo avvicinati al 4 marzo: noi scegliamo non chi fa ciò che vogliamo noi, ma chi ci lascia la libertà di fare e pensare quel che vogliamo.

Il panorama circostante lo vedete anche voi, non è il giardino dell’Eden. Un paese che sta attaccato coi cerotti, il debito pubblico che frena ogni possibile tentativo di riforma, una generale aria mefitica di sfiducia e rancore (lo abbiamo visto in atto anche in oc...

Categoria: 
Fonte: 

Comunità e corpi intermedi si riprendono Milano. Con un voto popolare

Diciamolo subito, di Piattaforma Milano ce ne è una sola, nel senso letterale: non uno fra i dileggiati partiti ha saputo dare struttura a un metodo di lavoro simile con un peso specifico e specifiche responsabilità in quella terra di nessuno che separa oggi potere e singolo cittadino. Quando il 19 gennaio scorso, durante l’incontro “Milano come sarà” al Teatro Parenti di Milano (padroni di casa Stefano Parisi e Mariastella Gelmini) è stata annunciata per il 31 marzo l’elezione popolare del coordinamento cittadino della Piattaforma, c’erano tutti: liberali, popolari, riformisti, ma anche volontari, associazioni del terzo settore, comunità civiche, associazioni di quartiere, organizzazioni imprenditoriali e sindacati. E questo è un fatto: più di sette anni di governo di centrosinistra ha potuto fare fatto un gruppo di persone per convincere i vituperati corpi intermedi e le comunità a tornare protagonisti dell’agone pubblico.

UNA FORZA POLITICA NUOVA E LIBERA

Si erano trovati per fare un bilancio di metà mandato del sindaco Beppe Sala, si sono trovati a ricomporre l’area moderata della città con un metodo nuovo: Energie PER l’Italia, Forza Italia, Milano Popolare, e ...

Categoria: 
Fonte: 

I rosari di Sanctis, benedetti al Santuario di San Leopoldo Mandic, per la nostra Comunità

La notizia che San Leopoldo Mandic sarà Patrono dei malati oncologici ha toccato le corde della nostra sensibilità. Perchè racchiude in sé molti dei punti ispiratori della nostra iniziativa. Per celebrare questa prospettiva abbiamo pensato di far personalmente benedire cinque Rosari dai frati Cappuccini proprio al

Fonte: