comunque

Rousseau. Comunque vada decideranno Casavolpe e Beppegatto

«Basta dubbi, è ora di sognare», dice l’avvocato del popolo Giuseppe Conte, quello così super partes da festeggiare nel quartier generale grillino la vittoria dei pentastellati alle elezioni del 4 marzo 2018. È ora di sognare, fidatevi, sarà un altro anno “più bellissimo” del precedente.

Ma se questo governo parte solo dopo la certificazione della piattaforma Rousseau, siamo messi malissimo. È in corso il voto dei grillini, ma, comunque andrà a finire, c’è qualcosa che non torna nelle bugie propagandate da Pinocchio Conte a beneficio di ciò che è già stato deciso da Casavolpe e Beppegatto.

I dubbi su Rousseau non sono dell’ultima ora. Ad averne di fondati erano, fino a ieri, quegli stessi piddini che, oggi, pur di far nascere il governo giallorosso, sono disposti a soprassedere. Ma è normale che un esecutivo debba rimanere appeso al responso dato da uno sparuto gruppo di votanti su una «piattaforma digitale gestita dal capo di ...

Categoria: 
Fonte: