europa

Le fissazioni ideologiche e strutturali che ci rendono l’Europa indigesta

Articolo tratto dal numero di Tempi di gennaio.

 È uno degli appuntamenti chiave del 2019. Il 26 maggio si vota per il rinnovo del Parlamento europeo. La posta in gioco è correlata non già alle funzioni, assai limitate, che quest’ultimo svolge, quanto all’estensione dei consensi che raccoglieranno i partiti demonizzati come “populisti”, e alle ricadute del voto sulla composizione della Commissione europea. Sarà interessante seguire la campagna elettorale: si riproporrà il noioso ritornello “europeisti contro populisti”, o qualcuno troverà coraggio e lucidità per dire che l’alternativa non è “Europa sì/Europa no”, ma ruota attorno al quesito “quale Europa”? Per dire cioè che solo un profilo continentale fa cogliere la sfida della globalizzazione, di fronte a giganti come...

Categoria: 
Fonte: 

Venezuela. Costalli (Mcl): «L’Italia esca dal torpore e si allinei all’Europa»

«Le blande, contraddittorie e ondivaghe dichiarazioni del Governo italiano in merito alla questione venezuelana – frutto della contrapposizione sotterranea (ma non troppo) fra le due forze politiche di maggioranza -, sono in totale disaccordo con le linee adottate dell’Unione Europea e non fanno che accrescere l’isolamento politico italiano a livello internazionale»: così il Presidente del Movimento Cristiano Lavoratori (MCL), Carlo Costalli, esprime le sue preoccupazioni per quanto sta avvenendo in questi giorni sui tavoli della politica internazionale.

Posizioni coraggiose

«La tendenza a rinviare una presa di posizione chiara e che sia di sostegno anche alla compattezza del progetto europeo, nonostante il forte richiamo del President...

Categoria: 
Fonte: 

Il mito della Russia come minaccia per l’Europa

Redatto da Oltre la Linea.

Il luogo comune degli americani è quello di dipingere la Russia come un paese pericoloso, con ambizioni territoriali quasi illimitate. Ma i fatti dimostrano che questa visione allarmistica è completamente falsa. Infatti, il comportamento della Russia si può meglio identificare come quello di una potenza regionale sotto assedio che sta cerando di difendersi dalle intrusioni di una NATO ostile a guida americana.

Il mito della Russia maligna ed aggressiva, tuttavia, continua a crescere – con potenziali pericolose conseguenze per la pace europea e globale.

L’idea che il comp...

Categoria: