famiglia

In difesa della famiglia, sempre

Il primo esempio di struttura sociale è la famiglia. E
la famiglia costituisce la pietra fondante della società: è all’interno del
contesto delle famiglie, infatti, che l’individuo cresce e matura la propria
libertà. La famiglia, quindi, svolge funzioni importanti per la società e ha
una valenza pubblica. Per questo dovrebbe essere sempre al centro dell’azione
politica. Invece, stiamo vivendo un momento storico in cui la famiglia è sotto
attacco. Lo Stato non riconosce il contributo essenziale che dà alla società e
quindi non la sostiene a dovere, sia dal punto di vista delle scelte
legislative sia da quello del welfare.

Storicamente, la famiglia è sempre stato il luogo
primario di trasmissione dei valori fondamentali della società, della
tradizione e della fede. Il luogo primario di formazione morale, di educazione,
di umanizzazione e di incontro. Nessuna società ha mai potuto fare a meno della
famiglia, abolirla, ridimensionarne lo spazio, senza pagarne le conseguenze.
Questo è particolarme...

Categoria: 
Fonte: 

Cosa (non) fa il governo per la famiglia

«Decreto Famiglia? Qui è sempre il solito caos, ormai ci siamo abituati», dice oggi in un’intervista alla Stampa il viceministro all’Economia Massimo Garavaglia. Giorni agitati per l’esecutivo gialloverde, impegnato in una campagna elettorale in cui, negli ultimi giorni, è riapparso il tema del sostegno alle famiglie.

I soldi non ci sono

La questione è ritornata sulle pagine dei giornali anche perché il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, e il vicepremier Luigi Di Maio hanno lanciato la balzana idea di utilizzare il miliardo “risparmiato” dal reddito di cittadinanza per darlo alle famiglie. È toccato ieri al ministro dell’Economia, Giovanni Tr...

Categoria: 
Fonte: 

La famiglia Allegrini scommette sul Giappone

Un prodotto Allegrini

Tra gli ispiratori della introduzione, qualche edizione fa, di un tema che unificasse gli espositori al Vinitaly (a Verona da domenica 7 a mercoledì 10 aprile), sintetizzato in questa edizione con il titolo “L’Occidente incontra l’Oriente”, c’è la famiglia Allegrini, che esporta vino in oltre 80 paesi nel mondo. E che ha scelto proprio la contaminazione per raccontarsi nel 2019, con il buon bere come strumento trasversale che unisca e intrecci popoli, costumi, cucine.

Un’attenzione rivolta ai mercati orientali (quelli tradizionali, come gli Stati Uniti, vivono un momento di assestamento, mentre Corea del Sud, Hong Kong e Singapore dimostrano vitalità e dinamismo ideali per crescere nei prossimi anni), e al Giappone in particolare, come esempio di partnership virtuosa. “Il vino è simbolo di incontro”, ha spiegato Marilisa Allegrini, “...

Categoria: 

Noi stiamo con la famiglia

Redatto da Oltre la Linea.

Sì, stiamo con la famiglia, e non ce ne frega nulla di quanto sia considerato “retrogrado” dai cosiddetti democratici.

Stiamo con la famiglia, offesa e assaltata perché ritenuta un modello di un certo tipo, e guai a pensare che altre situazioni possano essere inappropriate per la crescita di un figlio.

Stiamo con la famiglia e non con chi vuole istituzionalizzare la mancanza di un genitore. Sono gli stessi che paragonano, pur di avere ragione del limite oggettivo di non poter garantire un padre e una madre, l’adozione LGBT ai genitori vedovi, quindi a una tragedia che non si può augurare a nessun figlio, figuriamoci a chi già parte dalla sfortuna di non poter stare con i propri genitori biologici.

Categoria: 

Intervista ad Alexey Komov: Ambasciatore del Congresso Mondiale della Famiglia all’ONU

Redatto da Oltre la Linea.

Alexey Komov, cittadino russo di 44 anni, 5 figli alle spalle e una vastissima esperienza in campo internazionale. Attualmente ricopre la carica di Ambasciatore del Congresso Mondiale della Famiglia (WCF) all’ONU, ruolo per cui figura tra gli ospiti di maggior rilievo al Congresso di Verona.

– Ambasciatore, lei pensa che la famiglia tradizionale sia in pericolo?

Categoria: 

Dio, Serbia e Famiglia: intervista a Jovan Palalic

Redatto da Oltre la Linea.

Hotel Moskva: pieno centro di Belgrado. Fuori c’è il sole e a poche centinaia di metri dal palazzo storico in cui oggi si trova uno degli hotel più belli della capitale serba sorge il Parlamento serbo. E’ una domenica mattina ed esattamente fuori dall’ingresso dell’hotel, vicino alla fontana, decine di persone, perlopiù anziani e bambini, o meglio nonni con i nipotini, si riuniscono per scambiarsi le figurine Panini dei calciatori italiani. Scena d’altri tempi che di certo non passa inosservata per un italiano e, forse, aumenta la vicinanza e la simpatia per il popolo serbo.

A un cert...

Categoria: 

“Dio, patria, famiglia” fascista: l’ignoranza della patria cancellata

Redatto da Oltre la Linea.

La totale ignoranza sul presunto fascismo di “Dio, Patria, Famiglia” mi fa pensare a quanti siano caduti nell’equivoco – antinazionale – di considerare il Fascismo stesso un periodo a sé stante, quasi particolare ed eccezionale, e non frutto di una evoluzione del tutto naturale che la Nazione italiana ebbe dopo l’Unità e, soprattutto, dopo il trionfo del 1918. Per non parlare del canto “Giovinezza” ben precedente (io stesso l’ho scoperto pochissimo tempo fa) o del grido “A noi!” che non sono invenzioni del Fascismo, ma di una cosa ...

Categoria: 

La sinistra odia la famiglia

Redatto da Oltre la Linea.

Proteste continue per il Congresso mondiale delle Famiglie che si terrà a Verona dal 29 al 31 marzo. Critiche feroci, addirittura interrogazioni parlamentari, insulti, qualcuno parla apertamente di fake news, ma il risultato sembra essere sempre lo stesso, dai tempi del primo Family Day: la sinistra odia la famiglia.

La sinistra odia la famiglia, e parte in quarta per vietarne la libera espressione. Lo fanno quelli di Più Europa, Emma Bonino e  Riccardo Magi, che il 7 febbraio chiedono alla presidenza del consiglio dei ministri spiegazioni sul patrocinio istituzionale al Congresso stesso. La sintesi “per affermare, celebrare e difendere la famiglia naturale come sola unità stabile e fondamentale della società” non va giù, anzi rimane proprio s...

Categoria: 

Il diritto di famiglia e la realtà

Un recente intervento del Prof. Gerardo Villanacci sul Corriere della Sera ha riproposto il tema – partendo dalla scarsa per non dire nulla rilevanza della famiglia tra le priorità di fatto dell’attuale governo (come per altro di quelli passati) e più in generale dai cambiamenti avvenuti negli ultimi anni che imporrebbero, a detta dell’autore, una nuova nozione di famiglia (ma su questo punto torneremo più avanti) – della necessità di rivedere il diritto di famiglia le cui problematiche «non sono risolvibili soltanto attraverso soccorsi di tipo economico, né tanto meno ponendo l’attenzione quasi in via esclusiva, come fino ad oggi è accaduto, al contenzioso tra i coniugi». Motivo per cui il ddl Pillon di riforma dell’affido condiviso, attualmente in discussione presso la ...

Categoria: 
Fonte: 

Il Fattore famiglia a Bologna

Caro direttore, ti scrivo per raccontare quanto successo a Bologna.

Buone notizie. Lo scorso 20 dicembre, in sede di approvazione di bilancio previsionale, il Consiglio Comunale ha approvato un nostro ordine del giorno che invita Sindaco e Giunta all’“introduzione, nell’ambito dei sistemi di erogazione dei servizi alla persona in essere, in via sperimentale e adeguata al contesto bolognese, di strumenti di equità e flessibilità che tengano conto del numero di figli e dei carichi familiari”. Il cosiddetto “Fattore Famiglia”, per intenderci.

Non un atto simbolico, ma una pietra miliare. Punto di arrivo e di partenza non casuale, ma frutto di un lavoro di relazioni e di condivisione anche con gli assessori più coinvolti (Marilena Pillati, scuola e formazione, Giuliano Barigazzi, sanità e welfare), fino al deciso “via libera” dell’assessore al bilancio Davide Conte.

L’ordine del giorno, condiviso e sottoscritto oltre che dal nostro capogruppo Gian Marco D...

Categoria: 
Fonte: