governo

Più regole uguale meno corruzione? «Non è vero»

Da anni questo giornale sostiene che pensare di battere la corruzione aumentando le regole è un boomerang. Le leggi esistono già, il problema è semplificare le procedure, non aumentarle o prevedere autorità (leggi Anac) che controllino tali procedure. Infatti, il risultato paradossale non è la diminuzione della corruzione, ma il suo aumento.

Gara a ostacoli

Il concetto è stato ribadito questa mattina dal ministro della Pubblica amministrazione Giulia Bongiorno che è intervenuta a Radio 24. Rispondendo alle domande di Maria Lat...

Categoria: 
Fonte: 

Repubblica chiede ai giudici più «sensibilità culturale extragiudiziaria» (come, prego?)

Leggere Liana Milella, penna regina di Repubblica per la cronaca giudiziaria, è sempre istruttivo. Offre regolarmente un’idea abbastanza chiara delle opinioni e degli orientamenti che vanno per la maggiore nei palazzi di giustizia del nostro paese su alcuni temi cruciali, dal rapporto dei magistrati con il potere politico alle varie sentenze “creative” in ambito civile e sociale. In più, la giornalista di tanto in tanto lascia anche trapelare i retropensieri, i calcoli di bottega e le convinzioni ideologiche spesso inconfessabili che animano tante campagne politico-giudiziarie di uno dei giornali più capaci di “fare egemonia culturale” in Italia. E a volte lo fa con una franchezza che se non fosse ingenuità potrebbe sembrare sfacciataggine.

Prendete per esempio l’edizione di Repubblica di ieri, con quella interessante paginata su “L...

Categoria: 
Fonte: 

ONG, Mediterranea denuncia governo e annuncia ritorno in mare

Redatto da Oltre la Linea.

Alessandra Sciurba della ONG Mediterranea ha chiesto di “verificare gravissime violazioni di leggi nazionali e convenzioni internazionali nel caso del blocco navale operato contro la Alan Kurdi con a bordo donne uomini e bambini al largo di Lampedusa”.

Così l’esposto presentato stamattina da vari nomi (tra cui Cecilia Strada e Francesca Chiavacci dell’Arci) con tanto di documentazione presentata dal Legal Team di Mediterranea.

La Sciurba anche aggiunto che la nave  “tornerà in mare la prossima settimana. Torneremo in mare e...

Categoria: 

A chi conviene che questo governo vada avanti?

A chi conviene la permanenza di questo esecutivo? Alla Lega, sicuramente, anche se fino a un certo punto. Ma agli altri? E al paese?Un recente report di Unimpresa ha mostrato come nell’ultimo anno sia raddoppiata la velocità di crescita del debito pubblico.

«Da gennaio 2018 a gennaio 2019 – segnala Unimpresa in una nota -, la voragine nei conti dello Stato si è allargata di 71 miliardi di euro al ritmo di quasi 6 miliardi al mese e con un incremento del 3,10 per cento. Nei dodici mesi precedenti, invece, il debito è salito a un ritmo sostanzialmente pari alla metà ovvero di 35 miliardi annui, poco meno di 3 miliardi al mese e con un incremento, tra gennaio 2018 e gennaio 2017, del...

Categoria: 
Fonte: 

Il municipio piddino esclude dal bando chi è contro l’aborto, le Dat e le Unioni civili

Prove di Stato etico: non sappiamo se chi si dedica all’attività municipale ami definirsi un liberale, certo è che mentre fervono gli elzeviri di politici ed editorialisti contro l’oscurantista Congresso delle famiglie a Verona, a Milano si sfiletta una bella delibera che ha un po’ dell’operazione nostalgia del Ventennio.

UN IMMOBILE DA RIMETTERE IN SESTO

Il 13 marzo la giunta del Muncipio 3 si riunisce e dà il via a sette delibere, tra cui la numero 23 che riguarda la redazione, pubblicazione e gestione di un bando ad evidenza pubblica per individuare con urgenza un soggetto che si occupi di rimettere in sesto un immobile presente in zona. Fin qui nulla di strano, l’immobile è di proprietà del Comune di Milano, è assegnato al Municipio 3, è inutilizzato e necessita di interventi di radicale ristrutturazione che ne metta a norma gli impianti cambiandone la destinazione d’uso e l’utilizzo. L’inghippo, o capolavoro di censura, inizia...

Categoria: 
Fonte: 

Migranti, la Mar Jonio verso Lampedusa: la replica del governo

Redatto da Oltre la Linea.

La Nave Mar Jonio, della Ong Mediterranea, torna a sfidare il governo sui migranti. La nave “si sta dirigendo in questo momento verso Lampedusa, ovvero verso il porto sicuro più vicino rispetto alla zona in cui è stato effettuato il soccorso. Nel frattempo, è in arrivo una forte perturbazione nel Mediterraneo centrale”. Lo fa sapere – secondo quanto riporta l’AdnkronosMediterranea Saving Humans dopo il salvataggio di 49 persone, a 42 miglia dalle coste libiche, che si trovavano a bordo di un gommone in avaria che imbarcava acqua.

“Abbiamo chiesto formalmente all’Italia, nostro Stato ...

Categoria: 

Pages