governo

Tav. L’analisi costi-benefici è una buffonata

Ieri è stata finalmente pubblicata l’analisi costi-benefici sulla Tav voluta dal Movimento 5 stelle e dal ministro Danilo Toninelli. Per il titolare delle Infrastrutture i «numeri sono impietosi, lo stop è l’unica via ma deciderà il governo». Secondo i dati contenuti nel rapporto redatto dalla commissione presieduta dal professore Marco Ponti, completare l’Alta velocità Torino-Lione produrrebbe «perdite per 7 miliardi».

CIFRE SBALLATE

I giornali in edicola, però, fanno notare alcune stranezze contenute nell’analisi, definita dai francesi «straordinariamente di parte». Secondo il

Categoria: 
Fonte: 

Attali: “Populismi nefasti, meglio un cambio di governo in Italia”

Redatto da Oltre la Linea.

Lo abbiamo detto e lo ribadiamo. Chi espone le bandiere della Francia è un nemico dell’Italia. L’ottica, al contrario di ciò che affermano le élite globaliste, non è quella sciovinista ma della ragion di stato e dell’Interesse nazionale. A maggior ragione perché presta il fianco a personaggi come Jacques Attali, ex consigliere speciale del presidente Francois Mitterand ed ex presidente della londinese European Bank for ...

Categoria: 

Elezioni Abruzzo. Perché votare centrodestra

Da sinistra, i candidati per le elezioni nella Regione Abruzzo: Sara Marcozzi (M5s), Marco Marsilio (centrodestra), Stefano Flajani (Casapound) e Giovanni Legnini (centrosinistra)

Articolo tratto dal sito di Esserci

Il 10 febbraio, finalmente, dopo un lungo tira e molla dovuto alle tardive dimissioni del presidente uscente Luciano D’Alfonso (centrosinistra), si terranno le elezioni regionali in Abruzzo.

Quali sono i temi prioritari a livello regionale e generale? E in base a quali elementi è possibile scegliere un candidato e uno schieramento piuttosto che un altro?

Come ci ha ricordato di recente Papa Francesco, per i cattolici l’impegno politico costituisce una responsabilità fondamentale per vivere la fede in modo pieno ed autentico e in questo momento storico vi è “urgenza di una nuova stagione del loro impegno sociale e politico, sottraendo la presenza cattolica nella società alla tentazione dell’indiffe...

Categoria: 
Fonte: 

Venezuela cartina di tornasole del governo gialloverde

Bene ha fatto il presidente dell’Europarlamento Antonio Tajani a proporre una risoluzione in cui esorta «l’Alto rappresentante dell’Unione Europea per gli affari esteri, Federica Mogherini, a riconoscere Juan Guaidó come unico legittimo presidente ad interim del Paese fino a quando non saranno indette nuove elezioni presidenziali libere, trasparenti, credibili per ripristinare la democrazia». La risoluzione è passata a larga maggioranza (439 voti a favore contro 104), ma ci sono state 88 astensioni e fra queste si contano quelle dei deputati del M5s, Lega e sei del Pd (Goffredo Bettini, Brando Benifei, Sergio Cofferati, Cécile Kyenge, Andrea Cozzolino ed Elena Gentile).

FACCIAMOLI VOTARE

In un’intervista oggi al

Categoria: 
Fonte: 

Lombardia e Veneto vogliono l’autonomia e incalzano il governo

Autonomia, a che punto siamo? Oggi in un’intervista al Corriere della Sera, il governatore lombardo Attilio Fontana è tornato sull’argomento con una battuta. All’intervistatore che gli chiedeva conto delle nuove interrogazioni parlamentari ostili da parte dei cinque stelle, il presidente della regione Lombardia ha così risposto:

«L’Autonomia è l’unico mezzo per disinnescare un po’ di tensioni sociali, dare risposte a chi oggi si sente incattivito. E poi...

Categoria: 
Fonte: 

La disobbedienza dei sindaci anti-Salvini è una sceneggiata

«Mi hanno fatto un favore», è un virgolettato attribuito a Matteo Salvini apparso ieri sul Corriere della Sera. Che sia autentico o meno, poco importa, di certo è assai plausibile. L’annuncio di molti sindaci italiani di non voler attuare il decreto sicurezza porta molta acqua al mulino del leader leghista.

DISOBBEDIENZA CIVILE

Tra i diversi primi cittadini le parole di avversione al decreto appena diventato legge assumono sfumature diverse. Si va da quelle rosso fuoco dei sindaci di Palermo, Leoluca Orlando, e Napoli, Luigi De Magistris, che con toni di fuoco hanno proclamato la loro disobbedienza civile, ai toni più razionali del sindaco di Milano Giuseppe Sala o di Bergamo Giorgio Gori.
Se nelle due città del nord prese ad esempio, i due sindaci limitano i loro interventi a contestare gli articoli della legge, in particolare, come dice Gori, «la cancellazione (con poche marginali eccezioni) del permesso di soggiorno per motivi umanitari, che si traduce in un forte aumento dei ...

Categoria: 
Fonte: 

Il governo si rimangia già la stangata Ires al no profit (è pure «incostituzionale»)

La manovra non è stata ancora varata e già il governo si rimangia il raddoppio dell’Ires per gli enti no profit. Come scrive oggi il Corriere della Sera, il premier Giuseppe Conte «assicura che “anche alla luce del principio di sussidiarietà” e per l’attenzione che si deve “al Terzo settore” a gennaio “provvederemo ad intervenire per riformulare e calibrare meglio la relativa disciplina fiscale”».

Nella giornata di ieri è stato il vicepremier Luigi Di Maio il primo ad annunciare la marcia indietro, continua il Corriere, «spiegando come non si possa operare direttamente sulla manovra (che dovrebbe essere votata dalla Camera in via definitiva entro domani) per una questione di tempi visto che si andrebbe “all’esercizio provvisorio”, ma che il ristabilimento della tassazione favorevole per il non profit arriverà “con il primo provvedimento utile” a inizio anno». In serata poi, aggiunge il Fatto quotidiano, è toccato a «mezza Lega» assicurare che «la regola sull’Ires era un errore».

C...

Categoria: 
Fonte: