grandi

Il paradosso dei Btp: comprati dai grandi investitori, ignorati dagli italiani

(Shutterstock)

L’ora X è rinviata. Causa la nuova riunione del consiglio Ue sulle nomine è slittata la decisione della Commissione europea sulla possibile procedura di infrazione contro l’Italia per debito eccessivo. La notizia suona come un ultimo inatteso avviso ai ritardatari perché sfruttino l’occasione dell’inatteso e sorprendente rally dei titoli del debito italiano spinti all’insù dal calo dei rendimenti a valori che non si vedevano da più di un anno.  Prendiamo il titolo a dieci anni, il più monitorato perché alla base dello spread più seguito, quella tra Btp e Bund tedeschi a dieci anni. Sette anni fa, giusto in questi giorni, la forbice tra i titoli italiani e quelli tedeschi sfondava il tetto dei 575 punti per un rendimento superiore all’8%, per poi rientrare solo dopo il celebre “whatever it takes” pronunciato da Mario Draghi. Una situazione molto diversa da quella...

Categoria: 

Venezia violentata dalle Grandi Navi

Redatto da Oltre la Linea.

No Grandi Navi a Venezia. Non è una battaglia retrograda, né una prerogativa di soli centri sociali e No. Questo deve essere chiaro a tutti: difendere Venezia dalle grandi Navi è una battaglia di civilità, dell’anima contro l’oro, dello Spirito contro i mercanti, dei patrioti contro gli stranieri.

Da quanto  va avanti questo scempio? questo business che vede milioni – milioni- di turisti armati di calzoncini corti e macchine fotografiche ultimo modello, arrembare ogni giorno la perla  dell’Adriatico? Da troppo, troppo tempo purtroppo.

href="https://oltrelalinea.news/2019/06/04/no-grandi-navi-venezia/" title="Venezia violentata dalle Grandi Navi" rel="nofollow">

Redatto da Oltre la Linea.

No Grandi Navi a Venezia. Non è una battaglia retrograda, né una prerogativa di soli centri sociali e No. Questo deve essere chiaro a tutti: difendere Venezia dalle grandi Navi è una battaglia di civilità, dell’anima contro l’oro, dello Spirito contro i mercanti, dei patrioti contro gli stranieri.

Da quanto  va avanti questo scempio? questo business che vede milioni – milioni- di turisti armati di calzoncini corti e macchine fotografiche ultimo modello, arrembare ogni giorno la perla  dell’Adriatico? Da troppo, troppo tempo purtroppo.

https://oltrelalinea.news/wp-content/uploads/2019/06/6425527-008-1...

Categoria: 

L’Italia in recessione blocca le grandi opere «e regala soldi che non ha»

Tutti i giornali oggi scrivono che l’Italia è in recessione. Ieri l’Istat ha certificato che nel quarto trimestre del 2018 il Pil è diminuito dello 0,2%, secondo calo congiunturale consecutivo dopo il -0,1% segnato nel terzo trimestre del 2018. Imprenditori e presidenti di categoria indicano tutti la stessa soluzione avanzata da Matteo Zoppas, alla guida di Confindustria Veneto: «Bisogna far ripartire subito l’economia con misure propulsive. Misure che, per ogni euro investito, ne producano più di uno. Le grandi opere e le infrastrutture», ha dichiarato al Corriere della Sera.

TUTTE LE OPERE BLOCCATE DAI GRILLINI

Entrambe sono ferme al palo, dal momento che dopo l’insediamento del governo gialloverde il ministro delle Infrastrutture, il grillino

Categoria: 
Fonte: 

Aiuta Simon, di umili origini ma grandi ambizioni, a studiare e laurearsi

Simon Ng'ang'a is Kenyan and reached Sanctis platform to ask for help to realize his greatest ambition, graduate and find work. It comes from a humble family with whom he lives in a slum born on a temporary plot. Parents pull ahead as they can with odd jobs, just sufficient sustenance. Parents are not able to support him...

Categoria: 
Fonte: 

Aiuta Simon, di umili origini ma grandi ambizioni, a studiare e laurearsi

Simon Ng'ang'a is Kenyan and reached Sanctis platform to ask for help to realize his greatest ambition, graduate and find work. It comes from a humble family with whom he lives in a slum born on a temporary plot. Parents pull ahead as they can with odd jobs, just sufficient sustenance. Parents are not able to support him...

Categoria: 
Fonte: