guarda

Pasquale Natuzzi, il signore dei divani guarda a digitale e sostenibilità

Com’è possibile unire una forte anima manifatturiera a una vocazione da retailer internazionale? Per rispondere, basterebbe ripercorrere i 60 anni della storia di Natuzzi. L’azienda è nata nel 1959 come un piccolo laboratorio artigianale di Taranto dedito alla produzione di divani: da allora ha intrapreso un percorso di evoluzione, con l’intento di avvicinarsi sempre di più alle esigenze del consumatore finale, che l’ha portata ad aprire negozi in Europa, in America e in Asia. “Siamo un’azienda manu-tailer e ciò significa che controlliamo l’intera catena del valore. Ci occupiamo del progetto, trasformiamo le pelli, produciamo le imbottiture, trasformiamo tutti i componenti in legno. Nelle nostre fabbriche tutti i processi produttivi vengono gestiti all’insegna della sostenibilità. A questo si aggiungono i negozi, dove offriamo ai consumatori l’esperienza”, spiega Pasquale Natuzzi, fondatore e presidente del gruppo, che abbiamo intervistato nel punto vendita di Via Durini, a Milano.

...

Categoria: 

Al Sud salari da fame ma Il Sole 24 ore guarda altrove

Redatto da Oltre la Linea.

Una sciagura, di carattere economico e sociale, ha portato una parte della nazione ossia il Mezzogiorno a incancrenirsi e a divenire un moribondo macilento da tenere in vita solo tramite sussidi e collette.

La povertà, come recita un antico proverbio, non richiede carità ma giustizia: è opportuno addentrarsi nell’insieme miserabile di ingiustizie, a livello nazionale, riversate dalla follia della globalizzazione, dall’annientamento delle aziende statali e anche dall’adesione a super-stati stranieri (come la UE) che ci rapinano continuamente nel nome del “rigore dei conti” fine a sé stesso.

Decenni di colpi di mannaia di politici...

Categoria: