italia

Assurdo rallegrarsi perché «abbiamo il governo più giovane della storia italiana»

Del governo Conte bis, del trasformismo del suo presidente, dell’opportunismo dei partiti che lo sostengono, delle giravolte che permettono a Matteo Renzi di votare la fiducia a un Giuseppe Conte che aveva definito indegno non solo di essere il presidente del Consiglio, ma di essere professore di Diritto, e a un Luigi Di Maio di fare il ministro degli Esteri di un governo nel quale si troverà in compagnia di ministri di quello che poche settimane fa aveva definito “il partito di Bibbiano”, è stato scritto già tanto, forse tutto. Personalmente del nuovo governo mi indispongono di più alcuni tic che mostra di avere in comune con quelli che lo hanno preceduto, e che rappresentano capisaldi del politicamente corretto che sono stati manifestati al mondo cinquant’anni fa, ma che si sono consolidati in op...

Categoria: 
Fonte: 

Salini: «È un governo che va bene al palazzo, non al popolo»

«Questa è una crisi comprensibile solo dalla politica, ma non dal popolo», dice a tempi.it Massimiliano Salini, europarlamentare e coordinatore lombardo di Forza Italia. «A parte Salvini, che ha sbagliato i conti ed è stato preso in giro dal Partito democratico, tutti gli attori politici sulla scena hanno fatto quel che gli conveniva. A tutti, infatti, tranne che alla Lega, conveniva non votare. Dunque si sono comportati di conseguenza, facendo nascere il Conte bis», ragiona Salini.

Se è comprensibile dal punto di vista del palazzo e delle strategie dei vari partiti, a chi invece è incomprensibile questa crisi?

Al popolo. Alla gente normale, a chi non frequenta le stanze del potere, questa crisi risulta inintelligibile. Ma io penso che M5s e Pd siano consapevoli di tutto ciò e infatti questo è un governo che avrà bisogno di essere puntellato per poter durare.

Salvini è finito?

Sento troppe campane suonare, metaforicamente, a morto. Aspettiamo a dire che è f...

Categoria: 
Fonte: 

Fratelli d’Italia in costante crescita: la carica dei giovani

Redatto da Oltre la Linea.

Ormai è un dato di fatto: Fratelli d’Italia è in crescita costante e a dare quella marcia in più non sono solo la coerenza di Giorgia Meloni, ma i anche giovani del partito. Coerenza, chiarezza e pochi punti fermi indiscutibili; è questa la ricetta vincente di Fratelli d’Italia. Il partito guidato da Giorgia Meloni sta infatti riuscendo nell’impresa di ricreare una sigla di riferimento per...

Categoria: 

Col regimetto giallorosso va giù il Paese

Hanno
fatto il governo col Pd. Siamo né più né meno dietro quel Muro caduto 30 anni
fa a Est e ricostruito a Ovest in forma digitale con le belle penne, i
professori, la tecnologia del controllo di tutti versus tutti. E soprattutto
con i database delle Agenzie delle entrate e le magistrature longa manus del
corpaccione statale (grand commis, massonerie, mafie collegate ai vertici dei
media) che controllano conti e comportamenti delle persone fisiche, specie
quelle considerate di passaggio dal «verde al nero» (padre Spadaro) o per
niente «tendenti al rosso» (don Saviano).

Era inevitabile.

1) Perché han fatto 30 anni di
finte mani pulite per fare dell’Italia il pascolo dei papponi
dell’internazionale finanza democrat.

2) Perché di conseguenza non
stona con la logica e le urgenze del Paese (maiuscolo) di cui hanno narrato dal
Meeting di Rimini al G7 di Biarritz (dove è stata notato il monumento in saliva
fatto dal commissario Ue Donald Tusk al formalmente uscito dalla scena
politica, era il 25 agosto, avvocato Giuseppe Conte) che il più importante
gruppo politico che siede nel parlamento italiano (e se non sbaglio governerà
con le sinistre fino all’elezione del prossimo capo dell...

Categoria: 
Fonte: 

«Nasce il governo più pericoloso per la vita e la famiglia»

[afto]

«Dopo la mediazione di Spadafora e le “linee di convergenza” sui temi etici indicate dalla Cirinnà, nasce il governo più potenzialmente pericoloso per la difesa della vita, della famiglia e della libertà educativa. La madrina delle unioni civili ha parlato di un lavoro su eutanasia, liberalizzazione delle droghe, omogenitorialità (leggasi regolamentazione utero in affitto e eterologa per tutti) e la liberticida legge sull’omofobia che mira a mettere il bavaglio a chi dice che i bambini hanno diritto ad un padre e una madre», dichiara il leader del Family day,

Categoria: 
Fonte: 

«Quanti errori da parte di Salvini. Ma questo governo è contro natura»

Stamattina Sergio Mattarella incaricherà Giuseppe Conte di formare un nuovo governo sostenuto dall’alleanza tra Pd e M5s. Dopo giorni di trattative turbolente, è ormai certo che l’Italia non tornerà al voto ma sarà guidata dal Conte bis. In queste ore si parla moltissimo di posti e nomine, pochissimo di programma («è l’ultimo dei problemi», come scrive Repubblica). Anche perché il programma, dichiara a tempi.it il direttore del Giornale, Alessandro Sallusti, è stato molto chiaro fin dal principio: «Il nuovo governo ha solo due obiettivi: il primo è togliere di mezzo Matteo Salvini, il secondo è impedire di andare alle elezioni».

M5s e Pd sono spaventati dal voto?Sanno benissimo che vincerebbe il centrodestra e vogliono impedire a tutti i costi che nel 2022 elegga il nuovo capo dello Stato. Il nuovo governo sarà una riedizione meno divertente del precedente, ma i connotati sono gli stessi: un’alleanza incompatibile che gli elettori non gradiscono.

Il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, aveva posto il veto su Conte, ma ha cambiato idea in fretta. Poi è stato Di Maio a frenare le trattative chiedendo di restar...

Categoria: 
Fonte: 

L’Italia merita di più di un derby tra laicisti e sovranisti

Comunicato stampa Mcl – Da Rimini, Carlo Costalli e Giancarlo Cesana, leader di Mcl e Associazione Esserci, tornano a proporre congiuntamente un chiaro giudizio politico e una conseguente chiamata all’impegno, dopo il comune lavoro in occasione delle elezioni europee sull’appello “Sì all’Europa, per farla”.

In un delicato momento istituzionale con cui il paese è alle prese, dopo le dimissioni del premier Conte e l’apertura della tortuosa crisi di governo.

Prima la fotografia dell’esistente, poi l’indicazione di una via.

Si parte con una considerazione, rivolta a tutti gli “attori del Palazzo”, che non è tutto affar loro e che la rappres...

Categoria: 
Fonte: 

A un anno dal crollo del Ponte Morandi cosa si prospetta per l’Italia?

Redatto da Oltre la Linea.

In Italia, si sa, per risalire bisogna toccare il fondo: il Ponte Morandi sarà pure crollato, ma non ci ha spezzato. Un anno esatto è passato dalla terribile catastrofe del ponte che spezzandosi ha portato con sé 43 persone innocenti, vittime di un paese dove l’incuria è diventata normalità. La città di Genova, la Liguria e l’Italia intera non si sono però arresi: è questa la nostra forza, affrontare ogni calamità con tenacia e spirito di sacrificio.

Eppure a noi non bastano le lacrime dei politici, i grandi discorsi o i litigi e gli attacchi inferociti: vogliamo fatti. Parlare va bene, ma se alle parole non segu...

Categoria: 

Pages