italiani

Dietro al boom degli Avengers ci sono due “italiani”, li abbiamo incontrati a L.A.

 

Anthony e Joe Russo (Rich Polk/Getty Images per IMDb)

I loro nuovi uffici sono innovativi, giovani e contemporanei, con stanze dinamiche e creative, perfino con una palestra, mentre nella sala d’ingresso si viene accolti da un juke-box con immagini dei supereroi Avengers, un biliardo e si scorge una piccola cucina. Chiedono di non fare fotografie, per rispettare una certa privacy, mentre mi accolgono insieme ai loro soci d’affari. Anthony e Joe Russo, conosciuti anche come “i Russo brothers” (i “fratelli Russo”), sono grandi registi e produttori. Hanno prodotto anche molti blockbuster dei Marvel Studios, che hanno fatto milioni al botteghino, come “Captain America: The Winter Soldier”, “Captain America: Civil War”, “Avengers: Infinity War” e il recente campione d’incassi a livello mondiale “Avengers: Endgame”, ma sono anche da sempre grandi imprenditori e visionari, sia nel modo di g...

Categoria: 

Razzismo: insisteranno. Per criminalizzare gli italiani. E sarà durissima

Redatto da Oltre la Linea.

Insisteranno. La criminalizzazione degli italiani, la tendenza a consolidare chi tra loro si è formato alle loro sciocchezze e a conquistare i pareri di chi si sente aggredito, è l’obiettivo. Questo fanno i media.

Lo hanno fatto con le ridicole statistiche sull’ “emergenza razzismo” in Italia, basate su episodi che spesso non hanno neanche nulla a che fare con lo scontro etnico e la cu...

Categoria: 

Forbes Under 30 2019, chi sono i 100 giovani italiani che guideranno il futuro

(Forbes Under 30 Italia)

Stanno cambiando il modo in cui ordiniamo pranzi e cene, come compriamo e vendiamo le nostre case, come curiamo il nostro corpo, come investiamo o apriamo un conto corrente e come facciamo shopping. Sono i 100 leader italiani del futuro, tutti sotto i 30 anni di età e divisi per 20 categorie differenti, che Forbes Italia ha selezionato nell’ambito della seconda edizione del progetto Under 30.

Anche quest’anno sono stati valorizzati soprattutto i giovani imprenditori che hanno creato da zero un business: sono ben il 47% i fondatori di una startup o di una propria attività. Come i protagonisti della copertina del numero di aprile 2019 di Forbes Italia, Giuliano Calza che insieme al fratello più grande Giordano stanno rivoluz...

Categoria: 

Forbes di aprile domani in edicola con i 100 Under 30 italiani

Forbes di aprile in edicola con i 100 Under 30 italiani e molto altro ancora.

Blue Financial Communication, società quotata all’Aim ed editrice dei mensili Forbes, Bluerating, Private e Asset Class, lancia in edicola domani, giovedì 28 marzo, il volume n° 18 del mensile Forbes, che dedica la cover story a Giuliano e Giordano Calza, fondatori di Gcds, simbolo dei cento italiani under 30 alla riscossa, con tutto il coraggio della giovane età ma anche l’acume, la preparazione e la determinazione di chi vuole raggiungere il successo. Giuliano Calza ha creato un marchio di moda, Gcds, che in appena quattro anni è diventato un fenomeno
in tutto il mondo. Il motivo del successo,
oltre a una grande preparazione e alla voglia di non fermarsi mai, è anche nel rapporto con il fratello maggiore, Giordano, il manager di famiglia.

Per il secondo a...

Categoria: 

Gli specialisti italiani dei big data per il mondo bancario

Stefano Achermann, amministratore delegato di BE Consulting

Pensa, risolvi, esegui. È il mantra di Be, azienda che opera nel settore della consulenza a banche e assicurazioni. Nell’epoca moderna l’unica cosa che non manca mai alle aziende sono i dati. Il difficile è saperli interpretare per migliorare il business. Una delle specializzazioni di Be è proprio questa: l’azienda, guidata dall’amministratore delegato, Stefano Achermann, ha al suo servizio un team di un centinaio di data scientist tra Milano, Monaco e Londra. Sono figure professionali molto richieste sul mercato del lavoro, una vera manna per un mondo di numeri come quello finanziario.

“Cosa facciamo?” spiega a Forbes

Categoria: 

I 30 marchi italiani di maggior valore secondo BrandZ: vince il lusso

La collezione autunno-inverno 2019 di Gucci

Buone notizie: il valore del Made in Italy continua a crescere a doppia cifra anno dopo anno. E senza neanche troppa sorpresa, il merito è (soprattutto) del segmento lusso. A darne conferma è la classifica BrandZ Top 30 Most Valuable Italian Brands 2019 stilata da WPP e Kantar, società di consulenza e marketing data, secondo cui i marchi italiani hanno aumentato il loro valore del 14% negli ultimi 12 mesi raggiungendo quota 96,9 miliardi di dollari.

Categoria: 

Pages