italiano

Il manager italiano del Beverly Hills Hotel di Los Angeles

 

A volte i sogni diventano realtà, soprattutto quando si investe molto spirito di sacrificio, dedizione, perseveranza e non ci si arrende mai. E’ successo a Marco Coppola, che nei suoi trent’anni ha realizzato quello che desiderava di più al mondo: lavorare al Beverly Hills Hotel di Los Angeles, da sempre un’icona del lusso, prediletto da celebrity di Hollywood e rock star, del passato e del presente, oltre che da uomini d’affari. E’ considerato uno dei più bei alberghi al mondo, tutto dipinto di rosa, con un palazzo principale e i suoi leggendari bungalow, immersi in un giardino lussureggiante con molte piante di banano che, con le loro larghe foglie verdi, hanno ispirato perfino i famosi murales in tema che si distinguono per svariati corridoi e muri dell’hotel.  Fondato nel 1912 da una ricca vedova, Margaret J. Anderson, e dal figlio Stanley S., l’hotel ora fa parte del gruppo Dorchester Collection. Storico e famoso è pure il ristorante, Polo Lounge, che prese il nome da una squadra di polo che vi veniva a celebrare i successi sportivi (e un’insalata è ancora dedicata a uno di loro, N...

Categoria: 

Paolo Roversi sarà il primo fotografo italiano a firmare The Cal

Gigi Hadid e lo stilista Alexander Wang fotografati da Albert Watson per il Calendario Pirelli 2019

Sembrerebbe che a firmare il prossimo The Cal sarà un italiano, il primo nella storia del Calendario più celebre al mondo. E per la precisione Paolo Roversi, che secondo quanto riporta l’Ansa sarebbe già a lavoro nelle strade di Verona per preparare lo shooting fotografico. Ma non è finita qui, perché stando sempre a quanto riportato dall’agenzia, il fotografo di Ravenna avrebbe già la sua ispirazione: l’iconica (e romantica) storia di Romeo e Giulietta. Nulla a che vedere quindi con il tema scelto per la precedente edizione, in cui sotto la lente dell’americano Albert Watson, la scelta era ricaduta sui sogni della donna conte...

Categoria: 

Genocidio armeno: finalmente il riconoscimento italiano

Redatto da Oltre la Linea.

10 aprile: la Camera ha approvato la mozione che impegna il governo a “riconoscere ufficialmente il genocidio armeno e a darne risonanza internazionale”. A votare a favore sono stati 382 deputati, nessun ha espresso voto contrario mentre i 43 di Forza Italia si sono astenuti.

Fra il 1915 ed il 1916 vennero brutalmente massacrati circa 1,5 milioni di Armeni. La mattanza avvenne ad opera delle autorità dell’allora Impero Ottomano. Tale carneficina non è, ad oggi, riconosciuta ufficialmente in tutto il mo...

Categoria: 

Politica e identità: il peccato italiano

Redatto da Oltre la Linea.

L’identità italiana è il topos più antico del nostro Paese. Prima dell’Unità, gli intellettuali erano mossi da un richiamo comune al suolo, dall’idea di una penisola libera da frammentazioni locali e dominazioni straniere, in seguito al processo risorgimentale il dibattito si è evoluto di pari passo con la storia del popolo e dei suoi uomini.

Ad oggi, un revisionismo sempre più martellante nega le radici comuni della nostra Nazione, correnti relativamente giovani di stampo localista e regionalista si fanno sempre più insistenti (si pensi al fenomeno neoborbonico), tra derby campanilistici, visioni confuse o decontestualizzate di avvenimenti tragici e scontri tra fazioni assistiamo ad un panorama quanto mai ridicolo e desolante. Ma oggi ...

Categoria: 

Il giovane ingegnere italiano che vuole conquistare lo spazio

Tiziano Bernard è uno degli Under 30 2019 selezionati da Forbes Italia nella categoria “Science”.

Articolo apparso sul numero di aprile 2019 di Forbes Italia. Abbonati.

Da sempre l’universo affascina e fa sognare. E nel novero dei sognatori c’è sicuramente uno come Tiziano Bernard, ingegnere aerospaziale classe 1992, la testa tra le nuvole, fin da piccolo: “Ho viaggiato molto in giro per il mondo e il fatto stesso di volare era quasi più importante della destinazione”. È nata semplicemente così una passione prima per l’aeronautica e poi per lo spazio. “Tra le figure c...

Categoria: 

Ritrovato il caccia di Visconti, asso italiano dei cieli

Redatto da Oltre la Linea.

Lo scorso autunno è stato ritrovato dagli esperti dell’associazione Air Crash Po e Romagna Air finders ciò che rimane del caccia del pilota italiano Adriano Visconti. I membri dell’associazione ne sono certi, i resti di serbatoio e altri frammenti dell’aeroplano sono quelli del Messerschmitt Bf109 del maggiore Visconti. La scoperta è stata fatta fra i monti sopra Tignale, un paesino della provincia di Brescia.

Adriano Visconti nacque a Tripoli nel 1915, da una famiglia di coloni italiani. Arruolatosi nella <...>

Categoria: 

Pages