lavoro

Il software della bellezza che crea lavoro nel cuore di Napoli

Stefano Pietrosanti e Daniele Tringale, fondatori di Venere

Articolo tratto dal numero di gennaio di Forbes

“Un giorno tutte le estetiste avranno un software gestionale”. Questo era il sogno di Stefano Pietrosanti e Daniele Tringale, oggi fondatori di Venere, ieri due giovani e ambiziosi programmatori che nel 2003 in una stanzetta in prestito a San Giorgio a Cremano, comune in provincia di Napoli, producevano softwa...

Categoria: 

Storia della bambina che ha creato un impero di caramelle (e che dà lavoro ai suoi genitori)

Alina Morse (fonte immagine: Zollipop.com)

Nel libro di Roald Dahl “La fabbrica di cioccolato” Willy Wonka è il re del cioccolato, in un luogo da far strabuzzare gli occhi a tutti i bambini magistralmente portato dalla carta al cinema da Tim Burton nel film con protagonista Johnny Depp. Qualcuno però potrebbe obiettare che un business vincente fondato su dolci e caramelle non sia eticamente inattaccabile per le possibili conseguenze dannose per i denti di tutti, soprattutto dei più piccoli. In Michigan, però, c’è stato chi, giovanissimo, un giorno si è chiesto “perché non è possibile realizzare dolci che non provochino carie e problemi dentali, così che i bambini li possano mangiare senza ricevere continuamente dei “no” dai genitori alle loro richieste?”. Quella domanda è diventata un’azienda conosciuta e presente in tutto il mondo, dal gigante dei supermercati americani Walmart fino all’e-com...

Categoria: 

I migliori posti di lavoro in Italia per i Millennial

(GettyImages)

Great Place to Work ha selezionato i migliori ambienti di lavoro per la generazione dei nati dopo il 1980, i cosiddetti millennial. La classifica è stilata non interfacciandosi solo con il management, ma ascoltando sempre il parere diretto dei dipendenti.

In questo caso, per stilare la classifica dei migliori posti di lavoro per i Millennials, abbiamo estrapolato dai dati raccolti, i feedback sul proprio ambiente di lavoro di 10.225 Millennials appartenenti a 136 aziende analizzate in Italia, che hanno compilato il questionario sull’analisi di clima aziendale Trust Index©, il quale indaga e analizza le 5 dimensioni che secondo

Categoria: 

Le parole chiave per essere felici al lavoro

(Shutterstock)

di Roberto D’Incau, Founder&CEO Lang&Partners Younique Human Solutions

La felicità al lavoro, come sappiamo, è fatta di tanti elementi, che messi insieme da un lato costruiscono il benessere delle persone che lavorano in un’azienda, dall’altro favoriscono, direttamente o indirettamente, la performance di quella azienda.

Lavorare stanca, certo, ma si può lavorare meglio, con una maggiore attenzione alle persone, e questo favorisce anche i risultati dell’azienda. Ad esempio, un recente esperimento condotto da Microsoft in Giappone, dove nell’agosto del 2019 la settimana lavorativa è stata abbrev...

Categoria: 

Ripensare il lavoro al tempo dei robot e dell’intelligenza artificiale

Industria 4.0

Secondo una recente indagine Doxa nove italiani su dieci (il 94%) ritengono che robot e intelligenza artificiale abbiano portato a scoperte un tempo impensabili, contribuendo (per l’87%) a migliorare la qualità della vita. Al tempo stesso il 70% della popolazione teme la perdita di posti di lavoro, mentre un italiano su due (il 50%) teme addirittura un imminente predominio delle macchine sull’uomo. Anche per questi motivi, secondo il 92% urgono nuove leggi e normative per regolare la materia.

Sono solo alcuni dati che, se ancora ce ne fosse bisogno, confermano come in Italia si stia alzando la soglia di attenzione sulle implicazioni che robotica, automazione e intelligenza artificiale sono destinati a esercitare con sempre maggiore forza nella vita di tutti i giorni e in particolare nel mondo del lavoro. A maggior ragione in un contesto in cui la trasformazi...

Categoria: 

Google cerca Ceo: quel post su LinkedIn che prometteva il lavoro dei sogni

(Shutterstock)

In questi tempi in cui avere un’occupazione che assicuri una certa stabilità economica e soddisfazione personale è quasi una chimera, coltivare il desiderio di trovare il lavoro dei sogni sembra l’unica cura per non perdere la speranza di un futuro più gratificante. Chissà dunque come si saranno sentite tutte quelle persone che hanno risposto all’annuncio pubblicato sul profilo aziendale LinkedIn di Google che invitava a candidarsi per il ruolo di ceo.

Lavorare per Google col ruolo di ceo: il post fake che ha messo in subbuglio LinkedIn

Google è in testa alla classifica dei migliori posti di lavoro al mondo stilata da Forbes. E ora Google starebbe cercando un sostituto a Sundar Pichai, l’attuale ceo, e lo starebbe facendo attraverso la piattaforma di networking professionale più accreditata del web: LinkedIn. Un fatto talmente eccezionale da non sembrare ver...

Categoria: 

Pages