magistratura

Europa e magistratura, democrazia a rischio

Redatto da Oltre la Linea.

Europa – intesa come Unione Europea – e magistratura rappresentano una minaccia per la nostra democrazia? Andiamo con ordine. La decisione del gip di Agrigento, Alessandra Vella, di non convalidare l’arresto della comandante della Sea Watch Carola Rackete escludendo il reato di resistenza e violenza a nave da guerra non nasce dal nulla. Al di là del merito giuridico della vicenda che lasciamo ad altri, tale decisione è frutto di un clima politico-culturale ben preciso. Il politologo Samuel  P. Huntington riscontrava, negli americani, «la loro propensione a diffidare dello Stato, a sfidare l’autorità, a propugnare il controllo delle istituzioni, a incoraggiare la competizione, a santificare i diritti dell’...

Categoria: 

Nomine e tangenti: scandalo nella Magistratura

Redatto da Oltre la Linea.

L’unica vicenda che mi pare assimilabile a quella che stiamo vivendo in questi giorni è quella dello scandalo P2 dei primi anni ’80 del secolo scorso”. Queste le parole del leader di Magistratura Democratica, Giuseppe Cascini. Si è diffusa oggi la notizia di un vero e proprio “centro di potere” esterno al consiglio supremo della magistratura.

In seguito allo scandalo, sono stati defenestrati, tra dimissioni e auto sospensioni, i seguenti consiglieri: Luigi Spina, Gianluigi Morlini, Corrado Cartoni, Antonio Lepre e Paolo Criscuoli. Seguendo le indagini, il giro di accordi ruotava attorno a Luca Palama...

Categoria: 

Solo la magistratura fa politica in Italia

Come dice sempre Luigi Amicone «solo la magistratura fa politica in Italia» (e in quel “solo” c’è tutto il rammarico per una politica che ha smesso di farla, si vergogna a farla, non ha l’orgoglio di farla). La politica è tante cose, e fra queste ci sono anche gli accordi, i compromessi, le nomine, le trattative. Solo che da diversi anni, “trattativa” è diventata una parolaccia; di più: è diventata sinonimo di “reato”. È chiaro che esiste un confine tra il lecito e l’illecito, solo che – ve ne rendete conto anche voi, pensate solo al reato di “traffico di influenze” – il discrimine è stato portato un po’ più in là, verso l’idea che se a “fare le trattative” sono dei politici, allora (automaticamente, meccanicamente) si tratta di “reati”. La tendenza è quella di fare tabula rasa secondo il modello “spazzacorrotti”: se hai fatto il consigliere comunale a V...

Categoria: 
Fonte: 

Il pericolo delle correnti politiche nella magistratura

Redatto da Oltre la Linea.

“La magistratura costituisce un ordine autonomo e indipendente da ogni altro potere” (art. 104 della Costituzione Italiana). Affermazione senz’altro condivisibile, indubbiamente giusta e, ahinoi, ideale. Le leggi comandano chiaramente, la realtà irride loro da sotto i baffi. Se da una parte, infatti, la magistratura non sia ufficialmente controllabile da soggetti terzi, comprendiamo bene come risulti facile far penetrare in essa ideologie e correnti di pensiero.

Non che la cosa in sé sia negativa, dopotutto è nell’animo umano formare queste sovra-a...

Categoria: