milano

La Milano tech che piace ai cinesi

Un momento di formazione al Polihub.

Articolo tratto dal numero di marzo 2019 di Forbes Italia. Abbonati.
Di Antonella Scarfò 

Non solo Londra, Parigi, Berlino o Barcellona. Tra le venti città più tech d’Europa in base agli investimenti realizzati, c’è anche Milano, secondo il report The State of European Tech 2018 pubblicato dalla società Atomico. I capitali investiti nel capoluogo lombardo, infatti, sono più che raddoppiati in un anno, passando da 63 a 148 milioni di dollari, in un ecosistema dominato da quattro settori: fintech, software aziendali, digital health e trasporti. È milanese l’insurtech company Prima Assicurazioni, la startup che ha ricevuto maggiori finanziamenti lo scorso anno in Italia, raggiungendo la cifra record di 100 milioni di euro...

Categoria: 

Papusse Milano, alla scoperta delle nuove calzature artigianali italiane

(Courtesy Papusse)

“Il buongusto si vede dal mattino” è il motto che accompagna, e rivela, l’anima del marchio di calzature Made in Italy Papusse, gusto per un lusso autentico e una sola mission: rivisitare il modello tradizionale delle scarpe friulane in chiave contemporanea. Le calzature Papusse sono realizzate a mano in prezioso velluto e cucite una ad una da sapienti artigiani secondo un’antica tradizione. I cromatismi del liberty anni Venti, poi, sono uno dei leit motiv delle collezioni, ispirate a una Milano in costante trasformazione. Anima del brand è ...

Categoria: 

A ForbesLEADER rivive la Fashion Week di Milano con Carlo Capasa

Torna questa sera alle 21.00 su Reteconomy l’appuntamento con ForbesLEADER. In questa puntata il direttore di Forbes.it Marco Barlassina ospita in studio Roberta Maddalena della redazione di Forbes per rivivere la settimana della moda milanese e per provare a tracciare gli scenari di sviluppo dell’industria della moda. A partire dall’incontro con il presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, Carlo Capasa.

La copertina del nuovo numero di Forbes

Completano la puntata la presentazione ...

Categoria: 

Laura Boldrini: “Vergogna la manifestazione di CasaPound a Milano”

Redatto da Oltre la Linea.

Laura Boldrini si scaglia contro la manifestazione-concerto organizzato da CasaPound a Milano, in programma il prossimo 23 marzo.

«La manifestazione di un gruppo che si autodefinisce fascista sarebbe una vergogna per la città di Milano e per tutto il Paese» ha osservato l’ex Presidente della Camera.

«Altro che cortei in piazza, Casapound va sciolta!». Tutto, ovviamente, nel «rispetto della nostra Costituzione e d...

Categoria: 

Milano: la marcia degli anti-italiani

Redatto da Oltre la Linea.

Ancora Milano, ancora “antirazzismo” autoreferenziale. La marcia degli anti-italiani, però, ancora una volta non ha nulla a che fare con la lotta alla discriminazioni, ma solo con la solita ipocrisia in salsa sinistrorsa e con il marciume dei media completamente asserviti ad essa. Dopo i flop degli anni scorsi, stavolta i numeri sono più alti: niente a che vedere con le sparate degli organizzatori (200mila persone!) e ancora più divertenti di Repubblica (“oltre 250mila!”), visto che piazza Duomo colma, secondo tutte...

Categoria: 

Piattaforma Milano, l’alternativa al fighettismo arcobaleno di Sala e della sinistra

Una proposta politica nuova, alternativa alla sinistra e all’amministrazione di Beppe Sala ma diversa dalla Lega. È la sfida di Piattaforma Milano, il coordinamento politico di forze liberali e popolari che punta a «rigenerare il centrodestra in città, coinvolgendo realtà sociali e corpi intermedi in vista delle Comunali del 2021». Così Matteo Forte, consigliere comunale di Milano Popolare, spiega a tempi.it la genesi e gli obiettivi dell’iniziativa nata da Energie per l’Italia, Forza Italia e Milano popolare.

PORTA VENEZIE E IL BOSCHETTO DI ROGOREDO

Le tre forze si sono riunite il 19 gennaio al Teatro Parenti per fare un bilancio della prima metà mandato di Sala. «Il sindaco insegue i grandi eventi come le Olimpiadi o la conquista della sede dell’Ema. Tutte cose condivisibili», continua Forte, «peccato che a parte questo non faccia nulla. Continua a vivere di rendita grazie a quanto è stato fatto e progettato in passato, si preoccupa di andare sui giornali promuovendo una Milano aperta e progress...

Categoria: 
Fonte: