miliardario

L’insegnante diventato miliardario grazie a una app di e-learning

(Shutterstock)

“Un investimento nel campo della conoscenza paga i migliori interessi”. Probabilmente Byju Raveendran non conosceva questa frase attribuita a Benjamin Franklin, uno dei padri fondatori degli Stati Uniti, quando decise di fondare un’app che permettesse di imparare attraverso quel metodo di studio che Byju aveva testato con grande successo nei suoi anni da tutor e insegnante privato. Se però mai ne fosse venuto a conoscenza, non potrebbe che essere d’accordo: nel suo caso il sistema di apprendimento online che prende il suo nome non solo gli ha restituito dei notevoli interessi economici (valutazione sul mercato di 8 miliardi di dollari), ma ha l’ambizione di...

Categoria: 

Il miliardario che cercava una donna da portare nello spazio ha cambiato idea

Yusaku Maezawa ha cambiato idea: il 44enne giapponese ha annullato il concorso con il quale cercava la “donna da amare” che l’avrebbe accompagnato nel suo viaggio nello spazio con SpaceX. Ad annunciarlo è stato lo stesso magnate giapponese su Twitter: nonostante le 28000 adesioni ricevute, Yusaku si è detto pentito della sua scelta, definendola “egoistica”, e ha deciso di rinunciare “per motivi personali”. Il miliardario farà comunque il viaggio da single.

Due to personal reasons, I have informed AbemaTV yesterday with my decision to no longer participate in the matchmaking documentary, hence requested for t...

Categoria: 

Il sopravvissuto a un campo di prigionia diventato miliardario, storia di Marcel Adams

La “Sala dei Nomi” nello Yad Vashem – il memoriale ufficiale alle vittime dell’Olocausto a Gerusalemme (Shutterstock)

Marcel Adams non è sempre stato Marcel Adams. Come prestigio, ma anche all’anagrafe, perché quando nasce in Romania nel 1920 di cognome fa Abramovich. Un cognome che di lì a pochi anni diventerà scomodo per lui e per la famiglia con l’arrivo di un’ombra nera che ad un certo punto della Storia sembrava potesse allungare la sua mano su tutta l’Europa. Così però non è stato, con Marcel sopravvissuto a uno di quei campi che si diceva fossero di lavoro, e invece erano tutt’altro, prima di ricostruirsi una vita in Canada e diventa...

Categoria: 

Il miliardario olandese Jitse Groen vince la battaglia per Just Eat

(Shutterstock)

di David Dawkins per Forbes.com

Il miliardario di Takeaway.com Jitse Groen ha vinto la battaglia globale per la britannica Just Eat, dando vita a un’azienda di food delivery abbastanza grande da competere con GrubHub, Delivery Hero e Uber Eats.

L’offerta di Takeaway.com per Just Eat, 7,7 miliardi di dollari (5,9 miliardi di sterline), interamente in azioni, ha migliorato l’offerta concorrente del gigante degli investimenti in tecnologia Prosus...

Categoria: 

Il miliardario Lawrence Stroll vuole la maggioranza di Aston Martin

Lawrence Stroll of Canada leaves the paddock after qualifying for the Formula One Grand Prix of Hungary at Hungaroring on July 28, 2018 in Budapest, Hungary. (Photo by Mark Thompson/Getty Images)

di Will Yakowicz per Forbes

Lawrence Stroll, miliardario e investitore di moda canadese, sarebbe in trattative per acquisire la maggioranza della casa automobilistica di lusso Aston Martin. Stroll, il cui patrimonio netto è pari a 2,6 miliardi di dollari, è proprietario della scuderia britannica di Formula 1, Racing Point.

Secondo un rapporto congiun...

Categoria: 

Il miliardario russo Andrey Andreev ha venduto Badoo a Blackstone

Andrey Andreev è i miliardario russo che ha fondato MagicLab, società che controlla app di dating online come Badoo e Bumble. (Photo by Levon Biss/MagicLab via Getty Images)

Il miliardario russo Andrey Andreev, magnate delle app di dating online, ha venduto la sua partecipazione in MagicLab a Blackstone, una delle principali società di investimento del mondo che gestisce oltre $554 miliardi di asset. A darne per primo

Categoria: 

Il primo miliardario della storia dei droni

Frank Wang mostra le funzioni di un sistema di stabilizzazione a tre assi creato da Dji (Fonte immagine: dji.com)

Frank Wang ha sempre avuto la testa e gli occhi bassi per leggere e studiare, ma la mente inesorabilmente proiettata verso l’alto, in un’ideale congiunzione verticale tra la terra e il cielo. Basso e alto, uniti dalle idee, dalla tenacia e dalla competenza del fondatore di DJI, nome completo Hong Kong Dajiang Innovation Technology Co. Ltd., in un percorso che dal 2006, quando ancora era studente universitario, lo ha portato ad essere leader mondiale del mercato dei droni.

Wang non parla spesso in pubblico, eppure è proprio lui, durante un incontro alla Shenzen University del 2015 a raccontare come la sua passione per elicotteri e oggetti volanti sia iniziata, quando ancora era un bambino ad Hangzhou, città sede di Alibaba, l’Amazon cinese: “Mi sono sentito molto fortunato a leggere un fumetto a tema elicottero quando ero bambino e da allora sono stato ossessionato dall’esplorazione del cielo”. Anche i ge...

Categoria: 

Quanto costa nel 2019 vivere come un miliardario

(Unsplash.com)

Non è questo l’anno adatto per comprare un purosangue da Keeneland September o acquistare un pianoforte. Vivere nel lusso e condurre una vita da miliardari è diventato più costoso negli ultimi 12 mesi. Lo ha calcolato Forbes nel suo Cost of Living Extremely Well Index (CLEWI), un paniere che comprende 40 beni di lusso estremo, che nell’ultimo anno ha avuto un incremento del 3,4%, esattamente il doppio rispetto dell’indice dei prezzi al consumo nello stesso periodo (negli Stati Uniti).

Nell’ultimo numero dell’edizione internazionale di Forbes, Andrea Murphy ha raccolto le variazioni dei 40 oggetti (o esperienze) che compongono il paniere, elencando prezzi e negozi dove acquistarli in giro per il mondo. Li riportiamo di seguito.

INTRATTENIMENTO E GIOCATTOLI: ...

Categoria: 

Da liceale senza speranze a miliardario, storia di Jean Paul DeJoria

Jean Paul DeJoria con la moglie (GettyImages).

di Francesco Nasato

Chissà cosa pensano di lui i suoi vecchi compagni della John Marshall High School di Los Angeles che durante gli anni del liceo lo votarono come “Least Likely To Succeed”, cioè come quello che avrebbe avuto meno possibilità di tutti di avere successo. Chissà cosa direbbero oggi se si trovassero di fronte quel John Paul DeJoria il cui patrimonio è stimato da Forbes in 3,1 miliardi di dollari, dopo una vita in cui le porte sbattute in faccia sono state molte. Letteralmente. Perché per quest’uomo nato il 13 aprile 1944 a Echo Park, oggi quartiere hipster di Los Angeles, prima del successo e dell’agio ci sono stati momenti duri, difficili, fatti di vendite porta a porta con tanti rifiuti, mesi vissuti in auto da senzatetto, divorzi dolorosi e licenziamenti sofferti. Tutto superato. Come dice lui “bisogna che tu impari a vedere un insuccesso come una tappa verso un successo e non come la fine di un percorso”.

L’infanzia di John non è quella che dovrebbe passare un bambino. La mamma, di origini greche...

Categoria: 

Pages