notizie

Siria, tutte le bugie di Sky News su Idlib

Redatto da Oltre la Linea.

I recenti articoli apparsi sulla stampa occidentale riguardo la narrativa su Idlib, in particolare i report sul campo del giornalista di Sky News Alex Crawford, hanno fallito nel mostrare la realtà quotidiana dei civili siriani.

Brett McGurk – l’inviato speciale per la coalizione americana di contrasto all’Isis – ha descritto Idlib come “il più grande rifugio di al-Qaeda dai tempi dell’11 settembre, aggiungendo che la presenza di al-Qaeda ad Idlib è un problema che dura da diverso tempo. Il giornalista di Mint Press Whitney Webb ha fatto un servizio sulle dichiarazioni di McGurk e sulla politica americana a Idlib negli ultimi mesi del 2018.

Le dichiarazioni di McGurk sembrano ess...

Categoria: 

Dalio: è tempo di una nuova teoria della moneta

Redatto da Oltre la Linea.

Il “modus operandi” delle Banche Centrali per come lo conosciamo è sulla via del tramonto, ed «è inevitabile» che qualcosa come la Teoria della Moneta Moderna lo sostituisca: queste le parole dell’investitore miliardario Ray Dalio.

La dottrina economica nota come MMT sostiene che i governi dovrebbero amministrare le loro economie attraverso la spesa pubblica e la tassazione. Non dovrebbero invece di affidarle a ...

Categoria: 

Federcalcio polacca: è bufera. Definito “pogrom” il 4-0 ad Israele

Redatto da Oltre la Linea.

“GOOOOOOOL! Questo è già un pogrom!”. È il messaggio che ha scatenato la bufera, piombata sulla federcalcio polacca per aver, in un post (prontamente rimosso) sulla sua pagina Facebook, definito il 4-0 rifilato ad Israele un “pogrom”.

Col termine infatti vengono indicate le sommosse popolari antiebraiche nei Paesi dell’Est Europa. Proprio in Polonia durante la seconda guerra mondiale furono numerose queste manifestazioni che portarono all’uccisione di un numero elevatissimo di ebrei.

Jakub Kwiatkowski, portavoce della Federazione Polacca, raggiunto dal magazine polacco Polityca, si è subito giustificato dicendo che “nelle partite viene spesso usata la parola pogrom....

Categoria: 

Perché noi siamo prima italiani che europei

Redatto da Oltre la Linea.

Per sentirci europei dovremmo confrontarci ed uniformarci alle miriade di estreme varietà antropologiche – culturali che abitano il nostro continente. Sarebbe un’operazione poco onesta. Nella storia non è mai esistita una vicinanza davvero sincera dal punto di vista identitario a un qualsiasi essere umano.

Ha avuto ragione ieri Vittorio Sgarbi a L’aria che Tira in un dibattito con Corrado Formigli. L’Italia è il più alto e complesso fiore del giardino indoeuropeo, precorritrice della civiltà occidentale come la intendiamo noi oggi insieme alla Grecia. È necessario stabilire delle discriminazioni identitarie di qualche tipo.

Categoria: 

Pages