notizie

La nuova collezione di Borsalino è un omaggio al cinema cult di Hollywood

Courtesy Borsalino

Borsalino rinnova ancora una volta il suo legame speciale con il mondo del cinema. E in particolare con l’attore statunitense Humphrey Bogart, che negli anni ’40 si diceva fosse fra i pochi ad avere il numero diretto del presidente Teresio Usuelli, cui la maison ha dedicato la creazione del secondo cappello da collezione, che segue il primo presentato lo scorso dicembre, già in vendita online e in boutique.

Un legame, quello con la star hollywoodiana, consacrato nel tempo in film cult come Casablanca (nel cast anche Ingrid Bergman) o Sabrina, a fianco di una giovane Audrey Hepburn, dove Bogart indossava uno speciale modello a testa media di feltro rasato con nastro in canneté e logo in oro sul fiocco.

Categoria: 

Com’è fatto il jet firmato Four Season che porta il lusso in alta quota

(Courtesy Four Seasons Private Jet)

Dal primo volo nel 2015, Four Seasons Private Jet ha trasportato in destinazioni in tutto il mondo centinaia di passeggeri desiderosi di portare con loro anche in volo la qualità del brand Four Seasons.

Ma grazie al nuovo Airbus A321 completamente personalizzato, che prenderà servizio nel 2021 e che fa parte della nuova famiglia Airbus NEO, l’esperienza in volo del servizio aereo di Four Seasons si appresta a salire ancora più in alto. Il nuovo jet privato sarà introdotto allo scopo di sostituire il modello attuale, un Boeing 757, e dovrebbe effettuare il suo primo volo all’inizio del 2021. Avrà cabine più spaziose, bagni di lusso, un’ampia area lounge per socializzare e potrà ospitare fino a 48 passeggeri.

Categoria: 

Julian Assange, il padre: “Così hanno venduto mio figlio”

Redatto da Oltre la Linea.

Julian Assange è stato venduto? Secondo il padre del fondatore di WikiLeaks, sì. «L’Ecuador ha scambiato Julian Assange con un prestito dal Fondo Monetario Internazionale, che può essere distribuito solo con l’approvazione di Washington». Lo ha detto John Shipton, il padre del co-fondatore di WikiLeaks. «L’Ecuador non ha la sua moneta. Usa il dollaro USA» ha rimarcato Shipton.

Alla fine di febbraio, l’Ecuador ha raggiunto un accordo di finanziamento di 4,2 miliardi di dollari

Categoria: 

Come si è rovesciata la piramide Europa. Intervista a Giulio Tremonti

Articolo tratto dal numero di Tempi di aprile 2019

Giulio Tremonti ti porta nel suo ufficio e ti mostra, incorniciata come un diploma di laurea, la riproduzione di un telegramma confidenziale del 30 ottobre 2008 dell’ambasciata americana a Roma scovato da Wikileaks che lo riguarda. C’è scritto in inglese: «Giulio Tremonti si è spinto oltre, manifestando pubblicamente il proprio desiderio di abolire gli hedge funds e di assegnare all’Fmi e alla Banca mondiale nuove funzioni riguardanti la vigilanza dei mercati finanziari. Oltre a ciò, è stato citato da The Economist, nel numero del 18 ottobre 2016, come sostenitore di una riforma radicale della finanza internazionale e fautore di un G8 allargato. (…) Tremonti ha sempre espresso una profonda diffidenza circa i benefici della globalizzazione, sostenendo invece una filosofia economica piuttosto eclettica».

«Invece la filosofia economica ortodossa si è schiantata appena una settimana dopo», commenta algi...

Categoria: 
Fonte: 

Sparatoria a scuola: i 10 attacchi più letali negli U.S.A.

Redatto da Oltre la Linea.

Nel corso degli anni, gli attacchi contro le scuole con sparatorie sono aumentati, divenendo progressivamente più brutali, insensati e mortali. I motivi alla base del fenomeno dello School Shootings (sparatoria a scuola) sono spesso attribuiti a situazioni di emarginazione sociale e bullismo, in molti casi i carnefici soffrono di malattie mentali o di dipendenza.

Ecco le 10 sparatorie a scuola più letali nella storia americana:

10. Il massacro della West Nickel Mines

href="https://oltrelalinea.news/2019/04/27/sparatoria-a-scuola-i-10-attacchi-p..." title="Sparatoria a scuola: i 10 attacchi più letali negli U.S.A." rel="nofollow">

Redatto da Oltre la Linea.

Nel corso degli anni, gli attacchi contro le scuole con sparatorie sono aumentati, divenendo progressivamente più brutali, insensati e mortali. I motivi alla base del fenomeno dello School Shootings (sparatoria a scuola) sono spesso attribuiti a situazioni di emarginazione sociale e bullismo, in molti casi i carnefici soffrono di malattie mentali o di dipendenza.

Ecco le 10 sparatorie a scuola più letali nella storia americana:

10. Il massacro della West Nickel Mines

https://oltrelalinea.news/wp-content/uploads/2019/04/10.jpg" alt="Il massacro della West Nickel Mine...

Categoria: 

Italia, il Paese più euroscettico

Redatto da Oltre la Linea.

Un tempo europeista, oggi l’opposto. L’Italia è il Paese più euroscettico: questo emerge dall’Eurobarometro redatto dal Parlamento Europeo e riportato da Europa Today.

I nostri concittadini, un tempo fedelissimi sostenitori di Bruxelles, hanno cambiato radicalmente opinione. Secondo l’analisi solo il 36% degli italiani guarda con favore l’Unione Europea, mentre per il 21% è una “cosa cattivaR...

Categoria: 

L’ex laburista Galloway: “Ecco perché voterò Farage”

Redatto da Oltre la Linea.

In questo articolo pubblicato su Russia Today e tradotto da Oltre la Linea, George Galloway annuncia il suo voto per Nigel Farage e il Brexit Party alle prossime elezioni europee. Galloway è stato membro del parlamento britannico per quasi 30 anni. Presenta spettacoli televisivi e radiofonici (anche su RT). È un regista, uno scrittore e un rinomato oratore.

Sono stato “in trend” per due giorni interi su Twitter per il semplice fatto di avere dichiarato il mio voto per le elezioni europee del 23 maggio, che a questo punto anche in Inghilterra sembrano inevitabili.

...

Categoria: 

Populisti svedesi contro Greta Thunberg: “È un prodotto di marketing”

Redatto da Oltre la Linea.

Il leader dei Democratici svedesi Jimmie Åkesson ha criticato la sedicenne attivista per il cambiamento climatico Greta Thunberg, affermando che lei e il suo movimento sono il risultato di un’agenzia di pubbliche relazioni.

Come riporta Breitbart, il leader populista ha fatto i suoi commenti all’inizio di questa settimana sulla televisione svedese, sottolineando di rispettare l&...

Categoria: 

I vip non danno mance, ma la privacy è il vero lusso della data economy

(Shutterstock)

La privacy è un diritto. Ma lo è anche la mancia, secondo i rider del collettivo Deliverance Milano. Lo scorso 25 aprile, il gruppo politico di precari e fattorini attivi nel delivery food ha pubblicato la “lista nera” dei personaggi famosi che, dopo aver prenotato online pranzi e cene, non avrebbero pagato l’extra per la consegna. Un’opzione prevista dal servizio, anche se non obbligatoria. Sulla blacklist, pubblicata sulla

Categoria: 

Tra Juncker e i sovranisti, quel che manca è la libertà

Articolo tratto dal numero di Tempi di aprile 2019

Uscita da due terribili guerre mondiali conseguenti a veementi contrapposizioni ideologiche e nazionali, alla fine degli anni Quaranta del secolo scorso l’Europa pensò di voltare pagina con la costruzione di istituzioni comuni. Per i tre uomini politici di fede cattolica che si trovavano in quegli anni alla guida di Germania, Francia e Italia (Konrad Adenauer, Robert Schuman e Alcide De Gasperi) si trattava di riscoprire quei legami profondi che il Vecchio Continente aveva scordato quando aveva abbandonato le proprie radici.

L’obiettivo era nobile, ma di non facile traduzione. Quello che più stava a cuore era la speranza di evitare altri conflitti e al tempo stesso era chiaro come non fosse possibile darsi un’unica politica estera (un obiettivo che permane irrealistico oggi) e un solo esercito. Da qui l’idea della Ceca, la Comunità economica del carbone e dell’acciaio, per iniziare ad avviare una stretta coll...

Categoria: 
Fonte: 

Pages