notizie

Perché i milionari della Silicon Valley stanno comprando bunker in Nuova Zelanda

(GettyImages)

I prefabbricati antiatomici del futuro possono ospitare fino a 300 persone, pesano in media 150 tonnellate, e la compagna specializzata che li costruisce li spedisce con 20 container dal Texas fino a tremila chilometri di distanza. I bunker per la sopravvivenza prodotti dalla società Rising S Company sono l’ultima moda degli ultraricchi che cercano un rifugio sicuro per il Giorno del giudizio, anche se a vederli dall’interno sembrano quasi degli attici di Manhattan. Sarebbero almeno sette, negli ultimi due anni e mezzo, gli imprenditori della Silicon Valley che hanno fatto trasportare questi giganteschi cassoni di cemento armato e acciaio dal South West americano alla Nuova Zelanda, il Paese preferito dagli isolazionisti più fanatici.

Questa nazione composta da due grandi isole a sud-ovest dell’Oceano Pacifico è diventata, n...

Categoria: 

Perché l’arresto di Assange riguarda tutti noi

Redatto da Oltre la Linea.

Forse non tutti hanno realizzato la gravità estrema dell’arresto di Julian Assange. “In fondo è un hacker, ha visto cose che non era autorizzato a vedere”. Per carità, nessuno lo nega. Peccato che il vero problema sia un altro: è vero, Assange non doveva vedere ma, cosa più importante, una volta visto non doveva raccontare.

Non secondo i suoi detrattori e i suoi persecutori. Cosa significa in parole povere? Che non doveva dire la verità. Che di fronte ad abusi e crimini di guerra doveva mettere a tacere la su...

Categoria: 

Murgia e Saviano su Notre Dame: a sinistra odiano l’Europa, è ufficiale

Redatto da Oltre la Linea.

A sinistra non odiano solo l’Italia, ma a quanto pare anche l’Europa. Parte Michela Murgia, con un post su Notre Dame abbastanza esplicito su Facebook. “Se penso che solo tra gennaio e marzo nell’indifferenza europea nel Mediterraneo sono morte 274 persone per mancanza di corridoi umanitari e per la criminalizzazione delle navi civili di soccorso, mi viene da dire che “il colpo al cuore dell’Europa” fors...

Categoria: 

I 10 brand di moda emergenti più forti su web e social

L’influencer Chiara Ferragni (chiaraferragnicollection.com)

Quali sono i nuovi brand italiani che stanno ottenendo maggiore successo? Hanno risposto a questa domanda Launchmetrics, piattaforma di marketing e di analisi dati per le aziende di moda, lusso e cosmetica, e il motore di ricerca Lyst, che nella loro analisi hanno considerato da un lato le ricerche dei consumatori che fanno shopping online, dall’altro l’impatto media che i singoli marchi generano su web e social media.

A salire sul podio in termini di gradimento a livello globale sono stati, nell’ordine, Palm Angels, GCDS e Chiara Ferragni Collection; in particolare, 

Categoria: 

In una gioielleria di Londra è arrivato il diamante più grande al mondo

(graff.com)

Per la sua forma, taglio smeraldo quadrato, è il diamante più grande al mondo mai esistito. Primato, quello della pietra in questione battezzata “Lesedi La Rona” che si riflette anche nella trasparenza e nel peso secondo l’autorità in materia di gemme GIA (Gemological Institute of America). Un sogno, insomma, che avrebbe accontentato persino l’...

Categoria: 

Ciò che l’Italia dovrebbe copiare dalla Francia per promuovere i suoi vini

(GettyImages)

Il vino ha ancora il sapore italiano. Nel 2018 la produzione globale è cresciuta del 14% raggiungendo i 282 milioni di ettolitri; il Belpaese è rimasto saldamente in cima al podio dei produttori, seguito da Francia, Spagna e Stati Uniti. Una filiera che in Italia impegna 1,3 milioni di persone; lo scorso anno abbiamo esportato vino per 6,2 miliardi di euro (+3,3% su base annua, pur con un calo nei volumi dell’8,1%). Eppure, ci stiamo perdendo un tassello evolutivo che presto sarà essenziale per far sì che l’Italia resti al vertice del settore vinicolo: le startup.

Se oggi si dà uno sguardo alle nuove aziende che, nel settore del vino, stanno attirando le curiosità maggiori, sono tutte francesi....

Categoria: 

Pages