notizie

Repubblica chiede ai giudici più «sensibilità culturale extragiudiziaria» (come, prego?)

Leggere Liana Milella, penna regina di Repubblica per la cronaca giudiziaria, è sempre istruttivo. Offre regolarmente un’idea abbastanza chiara delle opinioni e degli orientamenti che vanno per la maggiore nei palazzi di giustizia del nostro paese su alcuni temi cruciali, dal rapporto dei magistrati con il potere politico alle varie sentenze “creative” in ambito civile e sociale. In più, la giornalista di tanto in tanto lascia anche trapelare i retropensieri, i calcoli di bottega e le convinzioni ideologiche spesso inconfessabili che animano tante campagne politico-giudiziarie di uno dei giornali più capaci di “fare egemonia culturale” in Italia. E a volte lo fa con una franchezza che se non fosse ingenuità potrebbe sembrare sfacciataggine.

Prendete per esempio l’edizione di Repubblica di ieri, con quella interessante paginata su “L...

Categoria: 
Fonte: 

Perché il co-fondatore di Netflix lascerà il board di Facebook

Reed Hastings, ceo e co-fondatore di Netflix. (Photo by Ernesto S. Ruscio/Getty Images for Netflix)

Facebook ha annunciato che l’amministratore delegato e co-fondatore di Netflix, Reed Hastings, lascerà a maggio dopo 8 anni il consiglio di amministrazione del famoso social network. Come scrive Jonathan Berr per Forbes.com, si tratterebbe di un segnale che la concorrenza tra i due giganti della tecnologia starebbe per acuirsi nel business dei video. Proprio la presenza del ceo di Netflix nel board di Facebook creerebbe infatti un caso di evidente conflitto di interessi.

Con il rallentamento della crescita degli utenti...

Categoria: 

Il nuovo museo di James Bond e tutti i luoghi più cool da visitare in alta quota

(007.com)

Tutto è accaduto per caso e, come il più delle volte, è stato frutto di un innamoramento. Così il versatile regista Sam Mendes autore, tra gli altri di due mitici action movie della saga 007 (Skyfall e Spectre), ha trovato per caso navigando in rete quello che ha poi eletto luogo d’elezione per girare una delle scene più rocambolesche di Spectre: la vetta del monte Gaislachkogl, a Sölden, Austria. Per fermare la storia, è stato costruito un museo sospeso su un precipizio dove, attraverso un’esposizione permanente, si esplora la storia del mitico agente 007: una struttura a due piani di 1300 mq, a 3.050 metri di altitudine, all’interno di una stazione sciistica, quindi accessibile solo in funivia e progettata dall’architetto austriaco Johann Obermoser.

In 10 sale si racconta la storia di James Bond e si illustrano le fasi di realizzazione del 24° film della serie con protagonista uno strepitoso Daniel Craig e l’attrice francese Lé...

Categoria: 

L’impero più grande della storia umana

Redatto da Oltre la Linea.

Quale è stato l’impero più grande della Terra? il dominio più vasto che abbia mai occupato il globo? Tutti, prima o poi, ci siamo fatti questa domanda. Innanzitutto va chiarito che chiamare col termine “impero” qualsiasi grande Stato, sia un grave errore.

Un vero Impero è infatti un tutto organico, storico e spirituale, che opera nello spazio e nel tempo. Ogni vero Impero è un creatore di Ordine e di Pace; esso è sorretto da una ideologia imperiale che ne innerva ogni singolo aspetto. L’Impero, dunque, è per sua natura una struttura spirituale, rivolta verso al dominio...

Categoria: 

La quotazione in Borsa dell’anno è italiana e avverrà domani

Altro che Levi’s, collocata a Wall Street per un valore complessivo di 6 miliardi di dollari. Altro che Lyft, la matricola del car sharing che ha raccolto al debutto 2,1 miliardi di dollari. L’ipo dell’anno, per ora, è italiana. Domani, infatti, esordirà in Piazza Affari Nexi, la società che offre servizi ed infrastrutture per i pagamenti digitali che in sede di collocamento ha ricevuto richieste per...

Categoria: 

Julian Assange in pericolo: è nella Guantanamo inglese

Redatto da Oltre la Linea.

Mentre Julian Assange attende gli sviluppi del suo caso – la condanna in Inghilterra e la richiesta di estradizione negli Stati Uniti – è detenuto in una prigione di massima sicurezza a Londra, nota come la “Guantanamo d’Inghilterra”, usata per detenere presunti terroristi, spesso a tempo indefinito.

La reputazione della prigione di Belmarsh solleva preoccupazioni sulle condizioni del fondatore di Wikileaks. Come riporta Bloomberg, riguardo la possibilità che Assange non riceva adeguate cure mediche, “anche se molti prigionieri di Belmarsh dicono che è difficile vedere un medico o un infermiere, questi servizi sono presenti all’interno della struttura”.

Categoria: 

Pages