notizie

Roberto Gualtieri ministro dell’Economia, quando Politico lo definiva “il più efficace dell’Europarlamento”

 

Roberto Gualtieri (Imagoeconomica)

Roberto Gualtieri è il nuovo ministro dell’Economia del governo Conte Bis. Sconosciuto ai più, Gualtieri è considerato invece uno dei politici italiani più influenti a livello europeo. Tanto che recentemente l’autorevole rivista Politico l’ha definito “il più efficace legislatore del Parlamento Europeo”.

Eurodeputato dal 2009 e membro della direzione nazionale del Partito Democratico, è stato il Presidente della Commissione per i Problemi Economici e Monetari oltre che membro del team negoziale del Parlamento Europeo sulla Brexit. In questi ruoli ha negoziato il piano europeo per gli investimenti ed è il relatore del nuovo programma InvestEu. E...

Categoria: 

Il furgone entra in modalità elettrica se nell’aria c’è troppo smog

Ups Hybrid Electric Vehicle (Courtesy: Tevva)

Quindici nuovi furgoni Ups ibridi ad autonomia potenziata e intelligenti hanno fatto il loro debutto nel Regno Unito. Veicoli commerciali in grado di passare in modalità completamente elettrica nei pressi dei centri urbani o dove l’inquinamento atmosferico è maggiore. A svilupparli il colosso della logistica in collaborazione con Tevva Motors. Dieci esemplari viaggiano già sulle strade di Birmingham e cinque a Southampton.

Inalterata la capacità di carico (23 metri cubi) rispetto ai loro fratelli alimentati interamente a diesel. Qu...

Categoria: 

Rousseau: il futuro del governo è nelle mani di 115.372 pentastellati

Redatto da Oltre la Linea.

Gli aventi diritto al voto, ad oggi, sulla piattaforma grillina di Rousseau sono ben 115.372. E saranno loro, nel bene e nel male, a decidere se questo governo “s’ha da fare“. Il destino dell’esperienza horror giallorossa proeuropeista e filotedesca è consegnata interamente ad una piattaforma privata, fatta da privati e gestita da privati con poca o nessuna “...

Categoria: 

I più creduloni su internet? Non sono i cinquantenni, ma i Millennial

(GettyImages)

Si sarebbe portati a pensare che i cosiddetti Millennial, i nati dopo il 1980, possano essere meno sprovveduti nei confronti delle truffe online proprio in virtù del loro essere “nativi digitali”. Ebbene non è così.

Secondo una ricerca condotta da Lloyds Bank, i giovani dai 18 ai 34 anni sono preda delle frodi online più di qualsiasi altra fascia d’età. Soprattutto delle cosiddette truffe per imitazione, che spesso coinvolgono qualcuno che finge di essere un rappresentante delle autorità o di una banca. Viene richiesto di trasferire rapidamente denaro su un conto “sicuro...

Categoria: 

Pages