notizie

Annie Féolde racconta i dolci di Leonardo

Annie Féolde (photo by Allen Markey)

La deadline per i dolci di Leonardo è l’autunno, appena dopo le celebrazioni per Caterina de Medici (il 28 ottobre Pinchiorri allestisce per la sovrana il banchetto al Consolato francese). Si pensa in particolare a novembre. Intanto chi andrà a vedere a Santa Maria Novella la mostra di Leonardo botanico, troverà senz’altro un’assonanza con i dolci a forma di solido a lui dedicati. Non a caso, in piazza della Signoria c’è un albero di gelso, il preferito da Leonardo, racchiuso in un dodecaedro. Il cerchio si chiude.Nell’anno delle celebrazioni di Leonardo da Vinci, c’è chi ha dubbi finanche sulla data di nascita del geni...

Categoria: 

Da domani controlli più stretti su prelievi e versamenti oltre i 10mila euro

(GettyImages)

Da domani 1 settembre banche e Poste dovranno segnalare alla Banca d’Italia i movimenti in contanti pari o superiori ai 10mila euro. Tali dati saranno utilizzati dall’Unità di Informazione Finanziaria (Uif) della Banca d’Italia per arricchire l’approfondimento delle segnalazioni sospette e per avviare analisi specifiche su flussi finanziari potenzialmente anomali. Le modifiche apportate dal decreto legislativo 90/2017 alla normativa antiriciclaggio prevedono infatti l’obbligo di trasmettere alla Uif, con cadenza periodica, dati e informazioni individuati in base a criteri oggettivi, concernenti operazioni a rischio di riciclaggio o di finanziament...

Categoria: 

O’Sullivan al The Economist: “La globalizzazione è morta”

Redatto da Oltre la Linea.

Forse il mondo è stato testimone di un “picco di democrazia”? Il futuro è forse quello nel quale le società aperte, caratterizzate da mercati del tutto liberi, rivaleggiano per l’influenza negli affari globali con dei Paesi autoritari sotto l’emblema del capitalismo di Stato? Queste medesime domande evocano una qual certa nostalgia nei confronti di un passato apparentemente più semplice. Secondo Michael O...

Categoria: 

Perché l’accordo M5S-Pd potrebbe sopravvivere a un no di Rousseau

(Imagoeconomica)

Potrebbe arrivare sulla piattaforma Rousseau già domani o martedì il quesito per la ratificazione da parte degli iscritti al Movimento 5 Stelle dell’accordo per la formazione di un governo con il Pd.

Si tratta dell’ultimo scoglio, a meno di nuove inattese marce indietro delle due parti, per la formazione del cosiddetto Conte Bis.

Naturale dunque che si guardi all’esito della consultazione con apprensione da una parte e con interesse dall’altra. Mai come questa volta la piattaforma può infatti avere un ruolo centrale nel determinare le sorti del futuro politico del Movimento e del Paese.

Soprattutto se il risultato del voto dovesse essere negativo, cosa che imporrebbe ai parlamentari M5S l’obbligo, almeno morale, di archiviare qualsiasi accordo. In quel ...

Categoria: 

Borghi: “Ecco perché è crollato il governo gialloverde”

Redatto da Oltre la Linea.

Borghi e le premesse del contratto

Claudio Borghi vuota il sacco. In una diretta notturna di quasi 40 minuti, il presidente della Commissione Bilancio racconta l’intero iter del governo gialloverde, dalla stipula del contratto di governo fino all’epilogo recente.

Per Borghi le differenze tra Lega e Movimento 5 Stelle si sono palesate subito, soprattutto nell’approccio rivoluzionario e anti-europeista, in definitiva “anti-si...

Categoria: 

Pages