notizie

Tra Juncker e i sovranisti, quel che manca è la libertà

Articolo tratto dal numero di Tempi di aprile 2019

Uscita da due terribili guerre mondiali conseguenti a veementi contrapposizioni ideologiche e nazionali, alla fine degli anni Quaranta del secolo scorso l’Europa pensò di voltare pagina con la costruzione di istituzioni comuni. Per i tre uomini politici di fede cattolica che si trovavano in quegli anni alla guida di Germania, Francia e Italia (Konrad Adenauer, Robert Schuman e Alcide De Gasperi) si trattava di riscoprire quei legami profondi che il Vecchio Continente aveva scordato quando aveva abbandonato le proprie radici.

L’obiettivo era nobile, ma di non facile traduzione. Quello che più stava a cuore era la speranza di evitare altri conflitti e al tempo stesso era chiaro come non fosse possibile darsi un’unica politica estera (un obiettivo che permane irrealistico oggi) e un solo esercito. Da qui l’idea della Ceca, la Comunità economica del carbone e dell’acciaio, per iniziare ad avviare una stretta coll...

Categoria: 
Fonte: 

Perché aziende come Goldman Sachs e AirBnb stanno diventando editori

David Beckam (a destra) ospite del talk show di Golman Sachs “Talks at GS” (www.goldmansachs.com)

Per decenni il successo dei media è stato misurato in termini di audience: ad esempio quanti lettori sono abbonati a un giornale, quanti spettatori guardano uno show televisivo o si collegano a un programma radio. Ma al tempo degli smartphone è cambiato tutto, c’è una crescente domanda di profili professionali che sappiano raccontare storie, conquistare l’attenzione degli utenti distratti tra mille app, e conquistare nuovi mercati. Ne aveva parlato anche la giornalista esperta in tecnologia Sara Fischer, su Axios, spiegando come gli strumenti tradizionali per misurare il il reach di un prodotto oggi non siano più affidabili.

La maggioranza delle società tecnologiche ignorano i numeri del “traffico di massa” (bulk) e si concentrano sull’engagement giornaliero, misurando il numero degli utenti che in 24 ore usano le loro piattaforme o a...

Categoria: 

Il PD non muore mai

Redatto da Oltre la Linea.

Non muore mai il PD, per lo meno non muore mai quell’eredità di elettorato post-PCI e tutti i suoi vari scissionismi (RF, CI, SEL, SI, LeU) palesatisi negli ultimi anni. Questo dicono gli ultimi sondaggi sulle intenzioni di voto degli italiani. Rimonta ormai compiuta sul M5S, il crollo del 18% sembra un lontano ricordo.

C’è sempre quello scoglio, quel minimo storico del 16% che, come PDS, gli ex-comunisti avevano già raggiunto nel 1994, allo scontro con Berlusconi.

Chi esultava il 4 marzo 2018 lo faceva senza cognizione, e lo scrissi senza troppi complimenti. Il “post-PCI” è un imp...

Categoria: 

Viaggio cyberpunk nel videogioco più atteso dell’anno

Cyberpunk 2077

Nel 2077 l’America è a pezzi. Letteralmente. Dopo la bancarotta e la balcanizzazione successiva a una guerra civile, come il Paese anche la vita dei cittadini è contesa da mega corporazioni che puntano a gestirne quanti più frammenti possibili. I rimasugli di dignità umana sono terreno di conquista per le gang che controllano il narcotraffico sintetico, per tenco-traffichini di ogni risma e nessuna moralità, e per illegali neuro-imbonitrici. In un mondo così, l’unica cosa che conti davvero è sapere chi si è, soprattutto perché modificare il proprio corpo o anche scambiarlo con un altro può essere necessario per trovare lavoro e campare un giorno di più.

È uno dei videogiochi più attesi dell’anno...

Categoria: 

Vacanze da eremita, le 10 mete più belle del mondo

Rishikesh, Uttarakhand, India (gettyimages)

di Marzia Redaelli

Gli appuntamenti di lavoro che finiscono mai, l’agenda a cui non resta più spazio, le notifiche delle mail che fanno vibrare lo smartphone anche quando non dovrebbe: vi riconoscete? Sappiate che non siete soli. Con l’avvicinarsi dell’estate il logorio della vita quotidiana fa venire voglia di fuga, di tempo per sé ed è un attimo ritrovarsi a sognare vacanze da eremita. Perché se immaginarvi su una spiaggia affollata cercando di recuperare l’ultimo ghiacciolo rimasto vi fa sentire ancora più stressati piuttosto che in pieno spirito vacanziero, la verità è che il modo migliore per ricaricar...

Categoria: 

Come sarà la nuova Champions League: un club ancora più esclusivo

Lionel Messi in azione durante il match di Champions League contro il Tottenham nell’ottobre scorso (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

Fuoriclasse contro a ogni partita, fiumi di denaro da incassare e redistribuire, possibilità di trasferte nelle città più belle d’Europa, ma anche addio a quel pizzico di romanticismo che nel calcio è sopravvissuto fino a oggi. Dopo mesi di smentite, il calcio nel Vecchio Continente si prepara alla rivoluzione della nuova Champions League, che a partire dalla stagione 2024/25 sarà un vero e proprio campionato tra i grandi club d’Europa, con partite che molto probabilmente si giocheranno nei fine settimana, relegando i campionati nazionali alle serate tra il martedì e il giovedì.

 

Cosa cambia

“Faremo una Super Champions dal 2024”, ha dichiarato nei giorni scorsi Andrea Agnel...

Categoria: 

Pages