ragazzi

Come entrare ad Harvard o a Oxford? L’idea dei cinque ragazzi di Edusogno

Aiutare i ragazzi di tutto il mondo a entrare nelle migliori università del pianeta, assicurando un futuro lavorativo all’altezza delle loro aspettative. È l’idea che sta alla base di Edusogno, una startup sorretta dal lavoro di cinque ragazzi: quattro italiani e un’americana. Un’intuizione che nasce tra un continente e l’altro, a cavallo tra Boston e Bari: “Ci siamo conosciuti nella città statunitense, mentre io frequentavo l’Eth di Zurigo e stavo facendo un progetto di scambio con il Mit”, racconta Domenico Campanaro, fondatore di Edusogno, “io e gli altri membri parlavamo di quando tornavamo in Italia per le vacanze e, puntualmente, venivamo assaliti da domande su come fare per andare a studiare o lavorare all’estero. Così un giorno, quasi per gioco, creai una pagina su Instagram su questo argomento: ebbene, con mia somma sorpresa, nel giro di una settimana avevamo 2-300 persone che ci seguivano”. Era il giugno 2019. Sono passati...

Categoria: 

I due ragazzi che fanno le scarpe alle star della Premier League

Il calciatore Ivan Rakitic con Cam Sagster

La distanza tra il rivendere agli amici grandi classici di scarpe da calcio acquistate usate e rimesse a nuovo e l’approcciare campioni come Rakitic o Aubameyang potrebbe sembrare incolmabile. Da una parte un passatempo per appassionati, dall’altra un business che punta a crescere sempre più grazie a una rete di contatti estesa e che punta a vendere quegli stessi classici, nuovi, fino ai massimi livelli del calcio. In mezzo ci sono Jack Self e Cam Sangster, 20 e 19 anni, dal Devon, sud-ovest dell’Inghilterra. Tre anni fa sono partiti da garage e cameretta di casa, oggi possono vendere i loro grandi classici, per tutti introvabili, ai nomi più importanti del calcio europeo.

Jack e Cal si conoscono a 15 anni trovandosi a giocare nella stessa squadra, il rapporto diventa amicizia consolidata e condivisione di interessi e idee: “Nel 2016 – raccontano a Forbes Italia – abb...

Categoria: 

Tre ragazzi stanno riscrivendo le regole della fotografia grazie all’intelligenza artificiale

Da sinistra: Giacomo Grattirola, Jacopo Benedetti e Federico Mattia Dolci, co-fondatori di Boom Imagestudio. (Courtesy Boom)

“Ogni giorno milioni di immagini vengono scattate e condivise sul web, da chiunque. Per questo, in tanti cominciano a pensare che la fotografia si stia perdendo. Noi no!”. Così la pensa Federico Mattia Dolci, de...

Categoria: 

Shoah. Alberto Sed: parlare ai ragazzi, mia rivincita sul male

Per anni ha taciuto sull’orrore vissuto ad Auschwitz, perché quel ricordo era insopportabile. Poi, incoraggiato da un giornalista ha deciso di raccontare nel libro “Sono stato un numero” il dolore e le torture patite nei campi di concentramento. E’ la storia di Alberto Sed, 90 anni, ebreo romano. Oggi spende tutte le energie nel trasmettere ai ragazzi nelle scuole quanto da lui vissuto. Riproponiamo questa sua intervista concessa alla Radio Vaticana nel 2013

Categoria: 
Fonte: