riconoscimento

Il riconoscimento facciale diventa di massa: rischi e tentazioni

(Getty Image)

L’allarme è arrivato da due giganti che avrebbero tutto da guadagnare dallo sfruttamento della tecnologia, e sarebbe il caso di non prenderlo sottogamba. È vero: il riconoscimento facciale è uno strumento prezioso per fare soldi e soprattutto acchiappare i criminali, spiega Amazon in un comunicato stampa. Ma negli ultimi tempi la società si è accorta, da alcuni test effettuati con la sua divisione specializzata, che quello stesso strumento potrebbe essere usato per discriminare e reprimere i diritti civili: per esempio, faticando a individuare l’identità delle persone dalla pelle scura.

Microsoft, dal canto suo, fa sapere

Categoria: 

Genocidio armeno: finalmente il riconoscimento italiano

Redatto da Oltre la Linea.

10 aprile: la Camera ha approvato la mozione che impegna il governo a “riconoscere ufficialmente il genocidio armeno e a darne risonanza internazionale”. A votare a favore sono stati 382 deputati, nessun ha espresso voto contrario mentre i 43 di Forza Italia si sono astenuti.

Fra il 1915 ed il 1916 vennero brutalmente massacrati circa 1,5 milioni di Armeni. La mattanza avvenne ad opera delle autorità dell’allora Impero Ottomano. Tale carneficina non è, ad oggi, riconosciuta ufficialmente in tutto il mo...

Categoria: