startup

Il Trentino inaugura una Valley dedicata alle startup

(Foto Shutterstock)

Un unico ecosistema multiservizio per gli startupper del Trentino. Sono aperte fino al 16 dicembre le candidature a Trentino Startup Valley, il progetto con cui Trentino Sviluppo e Hit – Hub Innovazione Trentino hanno scelto di unire le forze, sincronizzando programmi e concorsi prima gestiti separatamente, per offrire a startupper, aspiranti e neoimprenditori, studenti e ricercatori attivi nella Provincia autonoma di Trento un programma di accompagnamento caratterizzato da coaching personalizzato, supporto economico, spazi di lavoro, network dedicati e accesso a consulenti specialistici, investitori e business angel.

Trentino Startup Valley è un programma a numero chiuso, con ...

Categoria: 

Ray Dalio contro tutti: dai miliardari senza merito alle startup inutili

Ray Dalio, fondatore di Bridgewater Associates. (Eoin Noonan /Web Summit via Getty Images)

Il mondo è impazzito, e il sistema è a pezzi. Non usa mezzi termini Ray Dalio, il fondatore del potentissimo hedge fund Bridgewater, per descrivere l’economia mondiale. La colpa è delle banche centrali, che hanno iniettato una valanga di denaro “gratuito” (cioè creato dal nulla) nel sistema per tentare di riattivare la crescita e l’inflazione.

Non ci sono riusciti, spiega Dalio in un post su Linkedin, ma questo è il meno. Il vero guaio è stato quello rendere più facile il credito per chi è già finanziariamente coperto, che si vede prestare il denaro a tasso negati...

Categoria: 

Tutti i conti correnti in un’app: la rivoluzione dell’open banking di una startup italo-inglese

Oval Money

dal numero di novembre di Forbes Italia

Muoversi in anticipo e lavorare per il futuro: è la strategia di Benedetta Arese Lucini, che ha avuto la fortuna di coltivare il suo american dream e la capacità di realizzarlo: dalla scoperta della Silicon Valley nei primi anni del secolo alla creazione della sua startup: Oval Money. Ci è arrivata dopo un’intensa, esaltante e formativa esperienza in Uber, la disruption per eccellenza, che lei stessa ha lanciato in Italia. Nei nuovi uffici di Oval Money, nel centro di Torino, si respira e si vede il progetto e la sua crescita: dal team dei fondatori (con lei Claudio Bedino, ...

Categoria: 

La ex startup che batte le banche per diffusione sul territorio lancia la sua carta

Emilio Petrone, ceo di Sisal Group (Courtesy: Sisal Group)

In soli 10 anni, sotto la guida di Emilio Petrone, SisalPay è passata da startup a una posizione di leadership nel settore dei pagamenti, con una crescita media annua del 22% (che ha portato il transato a 10,2 miliardi nel 2018) e una rete di 40mila punti vendita, superiore a quella di tutti gli istituti di credito del sistema bancario italiano messe insieme.

Ora SisalPay entra nel mercato delle carte di pagamento, un comparto del valore di 240 miliardi di euro in Italia, consolidando la propria posizione di leadership nei pagamenti di prossimità. Lo fa annunciando la Carta SisalPay, nuovo strumento per i pagamenti on line e off lin...

Categoria: 

Neva Finventures, la nuova “fabbrica italiana startup Torino”

Il grattacielo di Intesa Sanpaolo progettato da Renzo Piano a Torino(© Giorgio Perottino)

Articolo tratto dal numero di agosto 2019 di Forbes

Non solo fintech, naturale bacino d’interesse per il primo gruppo bancario in Italia. Ma anche startup e scaleup – quelle che ce l’hanno fatta e sono ben avviate lungo un percorso di crescita dimensionale – in altri settori. Con un occhio di riguardo per due aree nelle quali il capoluogo piemontese vanta una forte vocazione: l’automotive e l’aerospaziale. “Torino è la sede di Intesa Sanpaolo Innovation Center e quindi ci sono le condizioni ideali per creare in questa città un nuovo polo dell’innovazione internazionale”, spiega Mario Costantini, amministratore delegato di Neva Finventures, il corporate venture capital che fa capo per il...

Categoria: 

La startup che sfida Wall Street cerca data scientist con un contest online

(Shutterstock)

Se sei un esperto di big data e lavorare nel mondo dell’alta finanza è il tuo sogno, potresti essere interessato a quest’occasione: il contest online di XTX Markets per diventare data scientist in una delle più avvincenti realtà di algo trading.

 

XTX Markets, la startup fintech che compete coi giganti di Wall Street cerca Data Scientist

Dalla finanza alla medicina, dall’astronomia a gaming, i big data stanno stravolgendo il modo di fare business. Emerge così una nuova figura lavorativa, quella del data scientist. In parte matematici, in parte informatici e in par...

Categoria: 

Una startup israeliana da 180 milioni di dollari sbarca in Italia

Amiad Soto è il ceo di Guesty, startup che ha co-fondato insieme al fratello gemello Koby.

Una nuova startup è pronta a sbarcare in Italia. Si tratta della israeliana Guesty, piattaforma per property manager che semplifica la gestione degli affitti brevi. Non sono poche le app e servizi oggi molto noti nel nostro Paese – come Waze, Wix e Fiverr – che hanno in comune la provenienza da Israele, un hub che negli ultimi anni ha favorito enormemente lo sviluppo di imprese innovative.

È proprio qui che è nata la startup, fondata nel 2013 da Amiad Soto e dal fratello gemello Koby con l’idea di sviluppare una piattaforma per la gestione delle proprietà immobiliari dedicate agli affitti brevi e ridurre il tempo necess...

Categoria: 

Due italiani nella cover story di Forbes Usa: sarà loro la prossima startup miliardaria?

Augusto Marietti (a sinistra) e Marco Palladino, co-fondatori di Kong.

L’edizione internazionale di Forbes ha pubblicato la quinta edizione della Netx Billion-Dollar Startups, una lista di 25 possibili startup che potrebbero diventare unicorni, cioè società non quotate che superano il miliardo di dollari di valutazione. Grazie all’aiuto di TrueBridge Capital Partners, sono state analizzate oltre 150 startup che hanno attività negli Usa per scovare gli “unicorni in erba”. Tra di loro, oltre al servizio di food delivery DoorDash, alla società di real estate Opendoor, al brand di valigie Away e all’azienda di biotech Ginkgo Bioworks, ce n’è anche una, Kong, fondata da due italiani: Augusto Marietti e

Categoria: 

Il destino digitale di Angelo Coletta, presidente di Italia Startup

Angelo Coletta, presidente dell’assocaciazione Italia Startup.

Articolo tratto dal numero di luglio 2019 di Forbes Italia. Abbonati. 

“La felicità viene prima delle regole”, dice Angelo Coletta con il suo tono largo barese contaminato da influenze romane. Una filosofia di vita che ben si addice a un imprenditore hi-tech che da un anno si è assunto l’onore e l’onere di fare il presidente di Italia Startup, l’associazione che riunisce e rappresenta l’ecosistema italiano dell’innovazione. Il motto rappresenta bene il personaggio che in questa intervista a Forbes racconta la sua storia. E fa un primo bilancio nella sua ...

Categoria: 

La startup italiana della pasta fresca punta sulla sostenibilità

Cosa daremo da mangiare a 10miliardi di persone nei prossimi 30 anni, tutti i giorni, due o tre volte al giorno, senza spremere questo pianeta? Per rispondere a questa domanda, miscusi, primo brand italiano interamente dedicato alla pasta fresca, ha presentato ieri sera la “miscusi farm”. Si tratta di progetto di recupero di una cascina che diventerà centro di produzione, ricerca e formazione per servire tutti i ristoranti della catena: l’obiettivo è quello di controllare il percorso degli ingredienti dalla terra al piatto, di sperimentare nuove tecniche di produzione e di lavorare a contatto con i produttori per promuovere un modello di alimentazione sostenibile.

Categoria: 

Pages