vangelo

Vangelo 2 Febbraio 2019. I miei occhi hanno visto la tua salvezza.

(Lc 2,22-32)
I miei occhi hanno visto la tua salvezza.

Quando furono compiuti i giorni della loro purificazione rituale, secondo la legge di Mosè, Maria e Giuseppe portarono il bambino a Gerusalemme per presentarlo al Signore – come è scritto nella legge del Signore: «Ogni maschio primogenito sarà sacro al Signore» – e per offrire in sacrificio una coppia di tortore o due giovani colombi, come prescrive la legge del Signore.

Categoria: 
Fonte: 

Vangelo 1 Febbraio 2019. L’uomo getta il seme e dorme; il seme germoglia e cresce. Come, egli stesso non lo sa.

Mc 4,26-34
L’uomo getta il seme e dorme; il seme germoglia e cresce. Come, egli stesso non lo sa.

In quel tempo, Gesù diceva [alla folla]: «Così è il regno di Dio: come un uomo che getta il seme sul terreno; dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce. Come, egli stesso non lo sa. Il terreno produce spontaneamente prima lo stelo, poi la spiga, poi il chicco pieno nella spiga; e quando il frutto è maturo, subito egli manda la falce, perché è arrivata la mietitura».

Categoria: 
Fonte: 

Vangelo 31 Gennaio 2019. La lampada viene per essere messa sul candelabro.

Mc 4,21-25
La lampada viene per essere messa sul candelabro. Con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi.

In quel tempo, Gesù diceva [alla folla]: «Viene forse la lampada per essere messa sotto il moggio o sotto il letto? O non invece per essere messa sul candelabro? Non vi è infatti nulla di segreto che non debba essere manifestato e nulla di nascosto che non debba essere messo in luce. Se uno ha orecchi per ascoltare, ascolti!».
Diceva loro: «Fate attenzione a quello che ascoltate. Con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi; anzi, vi sarà dato di più. Perché a chi ha, sarà dato; ma a chi non ha, sarà tolto anche quello che ha».

Categoria: 
Fonte: 

Via Crucis. Papa: il Calvario di Gesù continua oggi nell'indifferenza della società

Nel Campo Santa Maria la Antigua, ha luogo la Via Crucis con oltre 400 mila giovani della XXXIV Giornata mondiale della gioventù. Il Pontefice sottolinea che il “cammino di solitudine” e dolore del Figlio di Dio continua ai nostri giorni, “in tanti volti che soffrono per l’indifferenza soddisfatta e anestetizzante della nostra società”. I ragazzi pregano, tra l’altro, per l’ecumenismo, per i migranti e i rifugiati, per la pace e la riconciliazione, per l’ecologia

Categoria: 
Fonte: 

Pages