venezuela

Venezuela, Bolton e Pompeo per l’intervento militare ma Trump frena

Redatto da Oltre la Linea.

Il retroscena sul Venezuela lo racconta la Cnn, che naturalmente non perde occasione per criticare la posizione di Donald Trump. Secondo la nota emittente americana, Trump sta chiedendo maggiore cautela al suo staff dopo che sia il Consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton che il Segretario di Stato Mike Pompeo hanno aperto all’interven...

Categoria: 

Il reporter 29enne che racconta la crisi del Venezuela a Cnn, Al Jazeera News e Rai News.

Stefano Pozzebon è uno dei 100 Under 30 selezionati da Forbes Italia nel 2019. (Photo by Fabiola Ferrero)

Articolo tratto dal numero di maggio 2019 di Forbes Italia. Abbonati.

Negli ultimi anni la figura dell’inviato è diventata sempre più marginale all’interno delle redazioni: da un lato i social hanno dato l’illusione di poter raccontare paesi senza frequentarli. Dall’altro gli editori hanno deciso di deciso di fronteggiare la crisi dei modelli di business dei media tradizionali sacrificando proprio gli inviati e le redazioni dislocate all’estero. È in questo scenario che il lavoro di Stefano Pozzebon assume valore: il giornalista 29enne sta raccontando come corrispondente freelance uno d...

Categoria: 

Il Venezuela e gli incorreggibili esportatori di democrazia

Redatto da Oltre la Linea.

Nulla da fare. Non sono bastati in disastri in Afghanistan, Iraq, Libia e Siria. Se la politica estera americana dopo la fine della Guerra Fredda, fondata sull’egemonia liberale, è stata un un fallimento dietro l’altro, gli esportatori di democrazia continuano imperterriti a compiere sempre gli stessi errori, non traendo alcun insegnamento dal recente passato. E così chiedono l’ennesimo Regime Change in Venezuela, stavolta nel cortile di casa degli Stati Uniti.

Categoria: 

Venezuela. Costalli (Mcl): «L’Italia esca dal torpore e si allinei all’Europa»

«Le blande, contraddittorie e ondivaghe dichiarazioni del Governo italiano in merito alla questione venezuelana – frutto della contrapposizione sotterranea (ma non troppo) fra le due forze politiche di maggioranza -, sono in totale disaccordo con le linee adottate dell’Unione Europea e non fanno che accrescere l’isolamento politico italiano a livello internazionale»: così il Presidente del Movimento Cristiano Lavoratori (MCL), Carlo Costalli, esprime le sue preoccupazioni per quanto sta avvenendo in questi giorni sui tavoli della politica internazionale.

Posizioni coraggiose

«La tendenza a rinviare una presa di posizione chiara e che sia di sostegno anche alla compattezza del progetto europeo, nonostante il forte richiamo del President...

Categoria: 
Fonte: 

Venezuela, Blumenthal smaschera l’ipocrisia degli Usa

Redatto da Oltre la Linea.

«L’obiettivo dell’agenda russa è quello di minare la democrazia. Non solo nel nostro Paese [gli Stati Uniti, ndr] ma in tutto il mondo». Parola di Nancy Pelosi, esponente di spicco del Partito Democratico USA e attuale speaker della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti d’America. Come l’isteria del Russiagate ha ampiamente dimostrato, se c’è un Paese al mondo che non ammette e non tollera – presunte – interferenze da parte di pot...

Categoria: 

Venezuela cartina di tornasole del governo gialloverde

Bene ha fatto il presidente dell’Europarlamento Antonio Tajani a proporre una risoluzione in cui esorta «l’Alto rappresentante dell’Unione Europea per gli affari esteri, Federica Mogherini, a riconoscere Juan Guaidó come unico legittimo presidente ad interim del Paese fino a quando non saranno indette nuove elezioni presidenziali libere, trasparenti, credibili per ripristinare la democrazia». La risoluzione è passata a larga maggioranza (439 voti a favore contro 104), ma ci sono state 88 astensioni e fra queste si contano quelle dei deputati del M5s, Lega e sei del Pd (Goffredo Bettini, Brando Benifei, Sergio Cofferati, Cécile Kyenge, Andrea Cozzolino ed Elena Gentile).

FACCIAMOLI VOTARE

In un’intervista oggi al

Categoria: 
Fonte: 

Venezuela, Cina e Russia contro le sanzioni Usa

Redatto da Oltre la Linea.

Le sanzioni statunitensi imposte alla compagnia petrolifera statale venezuelana sono illegali e la Russia adotterà tutte le misure necessarie per sostenere l’amministrazione del presidente venezuelano Nicolas Maduro, ha detto oggi il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov.

Secondo quanto riportato dall’agenzia stampa Reuters, Lavrov ha detto che le sanzioni equivalgono a un tentativo da parte degli Stati Uniti di confiscare i beni dello stato venezuelano, secondo quanto riferito da...

Categoria: 

Venezuela. Maduro fa assaltare una parrocchia: «Attaccano popolo e Chiesa»

Un gruppo di uomini armati in Venezuela, guidati da membri del partito del dittatore Nicolas Maduro, ha fatto irruzione domenica mattina nella parrocchia di Guadalupe, nella città di San Francisco (Zulia), picchiando i cristiani che erano riuniti per discutere dell’attuale situazione politica e devastando la chiesa. Come riportato da Radio fe y Alegría, molte persone sono rimaste ferite, altri sono stati derubati e una bambina è stata portata d’urgenza in ospedale con ferite alla testa.

«SUORA MINACCIATA CON UNA GRANATA»

La guida del Parlamento destituito illegalmente da Maduro, Juan Guaidó, che si è autoproclamato nei giorni scorsi «presidente» del paese, ha proposto all’esercito un’amnistia per convincerlo a cessare il suo sostegno a Maduro. Una legge è stata scritta dal Parlamento e distribuita tra i militari. Quando nella parrocchia di Guadalupe è cominciata l’assemblea per discutere de...

Categoria: 
Fonte: 

La strategia statunitense in Venezuela

Redatto da Oltre la Linea.

Quanto sta accadendo in Venezuela dovrebbe avere un che di comico se non ci fossero in ballo milioni di vite umane. Un signore di una Camera elettiva esautorata da un anno e mezzo convoca una manifestazione di piazza in una data simbolo dell’indipendenza dall’oppressione e dalla dittatura per autoproclamarsi presidente della Repubblica, senza elezioni senza mandato senza appoggio popolare.

Immaginandola in Italia la scena vedrebbe l’ex presidente del Senato (seconda carica istituzionale della nazione) Grasso che, non riconoscendo le ultime elezioni legislative del 4 marzo 2018, si autoproclama, nel corso di un evento pubblico, presidente ad interim in attesa di nuove elezioni magari il 10 febbraio negando, da oppositore politico, la tragedia delle...

Categoria: 

Pages